AL TEATRO PARENTI È IN SCENA “IL BAMBINO SOGNA”, UNA PIECE DELL’AUTORE ISRAELIANO HANOCH LEVIN

Scritto da Anna Alemanno on . Postato in cinema

Fino al 29 marzo è in scena al Teatro Parenti “Il bambino sogna”, una visionaria allegoria dei nostri giorni diretta e interpretata da Claudia Della Seta.

Milano, Italia.
Questo testo diretto e interpretato da Claudia Della Seta è un’allegoria crudele e visionaria dei nostri tempi tracciata dalla penna densa, irriverente, cinica e dallo humor ficcante di Hanoch Levin, considerato il più importante autore israeliano del Novecento. Siamo in un sogno. Un sogno visionario, terribile, buffo. Il sogno di un bambino che diventa la metafora di un viaggio profondo nell’esistenza umana.
 Due genitori guardano il loro bambino dormire. E sono felici della sua pace. All’improvviso irrompe nel silenzio della sua stanza, fragorosamente, quel mondo esteriore fatto di furore e rabbia: un gruppo di vicini inseguiti arriva di corsa, un violinista sanguinante cade in terra e agonizza, un comandante della polizia arresta tutti. Momenti tragici e di pura follia. Una guerra, che trascina il bambino e sua madre in una disperata fuga verso la salvezza. Un esodo, un viaggio. E ad ogni tappa, la stessa domanda: “come sopravvivere alla vita, e per cosa? A che prezzo?”-.

di Hanoch Levin
, musiche di Poldy Shatzman, 
traduzione Claudia Della Seta
, regia Claudia Della Seta e Stefano Viali
con Claudia Della Seta, Sofia Diaz, Antonio Fazzini, Federica Flavoni,  Maurizia Grossi, Mario Migliucci, Stefano Viali, Maddalena Emanuela Rizzi.
Produzione Teatro Franco Parenti  in collaborazione con Terre Vivaci e Afrodita Compagnia e Il Teatro delle Donne di Calenzano.

Info: www.teatrofrancoparenti.it

Anna Alemanno

Reggina di nascita, palermitana d'adozione e milanese per scelta, ho studiato Lettere Moderne a Firenze.Giornalista professionista, sono appassionata d'arte, fotografia, cinema e viaggi. Quando posso prendo il  mio zaino e vado in giro per l'Europa. La mia città dell'anima è Parigi, dove ho vissuto per un anno. Mi piace pensare che esista un posto nel mondo che racchiuda tutte le mille sfaccettature di me. Ma lo sto ancora cercando. Autrice del blog alamerciduvoyageblog.com anna@agendaviaggi.com