"The Kid" festeggia i 100 anni, in mostra al Chaplin's World, con l'indimenticabile vagabondo

“The Kid” festeggia i 100 anni, appuntamento al Chaplin’s World con l’indimenticabile vagabondo

Scritto da Carlo Ingegno on . Postato in Appuntamenti, cinema

Appuntamento imperdibile per tutta la famiglia al Chaplin’s World, il museo dedicato all’icona del cinema muto di Corsier-sur-Vevey, propone dal 18 marzo al 25 settembre 2022, un’immersione totale nel cuore del film emblematico “The Kid” (uscito nel 1921) e dell’infanzia di Chaplin.

Copyright-c-roy-export-co-ltd

Corsier-sur-Vevey, Svizzera.

L’incredibile complicità tra il vagabondo e il Kid, Jackie Coogan, la prima star bambina del cinema

Una mostra dedicata al mitico Charlot, l’indimenticabile vagabondo, porta il visitatore tra testimonianze e ricordi tra gli affascinanti spazi espositivi.
Un periodo segnato dalla povertà per lui, ma decisivo nella sua carriera e nel suo lavoro. In una cornice di lanterne magiche e riferimenti al 1900, il visitatore scopre in quattro spazi espositivi l’immensa influenza di una madre artista di music-hall sul cineasta, gli attributi infantili di Charlot, così come l’incredibile complicità tra il vagabondo e il Kid, Jackie Coogan, la prima star bambina del cinema. La mostra si conclude con testimonianze e ricordi d’infanzia della sua prole, che aiutano a capire chi era il padre dietro la celebrità.

The Kid una grande opera intergenerazionale

Considerato dal British Film Institute come uno dei 50 film da vedere prima di compiere 15 anni, The Kid è un’opera intergenerazionale da guardare con tutta la famiglia. Nel fare questo film, Chaplin è tornato alla sua infanzia e mostra come la sofferenza può essere trasformata in rabbia e sogni realizzati.

INFO

La mostra è inclusa e accessibile con l’acquisto di un biglietto valido per Chaplin’s World.

Ulteriori informazioni: The Kid

Carlo Ingegno

Nato a Napoli, si trasferisce per amore a Buenos Aires dove ci rimane per ben dodici anni. Qui la prima esperienza lavorativa, nell'editoriale Rizzoli, che aveva acquistato nella città tanto amata da Jorge Luis Borges una nota casa editrice. Negli anni ‘80 torna in Italia, a Milano, questa volta per lavoro in Rcs, dove si occupa di immagine e grafica. Inoltre viaggia, fotografa e scrive storie dal mondo con approccio esplorativo sempre attento ai dettagli. Oggi dirige Agenda Viaggi con un gruppo di persone molto speciali. Vive a Monza ma spesso si sposta a Verzimo, un paesino del XI sec. in provincia di Vercelli, in una casa piccola, soleggiata, per metà ristrutturata, un giardino incolto e mobili tutti diversi per epoche e stili, come la vecchia tavola da surf testimone di lunghe cavalcate sulle onde in California o come l'eccentrico menù del caffè Granola a Copenaghen, la foto scattata alla cisterna di vetro colorata da Dumbo, Brooklyn, dell'artista Tom Fruin, e le belle stampe che immortalano la piacevole solitudine sulla spiaggia di Margate nella contea del Kent in Inghilterra.