TARTARUGHE E CONCHIGLIE A LA DIGUE, LE SEYCHELLES CON I BAMBINI

Scritto da AGENDAVIAGGI on . Postato in Destinazioni, Famiglia, KidsTrips

La Digue è l’isoletta più bella e esclusiva delle Seychelles, meravigliosa meta per chi può permettersi una settimana di relax con i bambini in un luogo ancora non intaccato dal turismo di massa. Qui i bambini si trovano subito a loro agio perché circolano pochissime macchine e tutti si muovono o in bicicletta o a piedi.

la-digue-seychelles-con-i-bambini-700

L’isola è piccola e molto sicura, ci sono una chiesa, una scuola, due piccoli supermarket e qualche negozietto. I resort e i boutique hotel si contano sulle dita di una mano ma ci sono anche bungalow e studio in affitto e si possono trovare offerte per tutte le tasche.
Se si parte con dei piccoli Robinson Crusoe al seguito a La Digue non ci si annoia e ogni giorno si può organizzare una piccola escursione.
Le spiagge più belle, oltre alla rinomata Anse Source d’Argent a cui si accede pagando un biglietto d’ingresso (famosa per uno spot pubblicitario e per me troppo affollata, sebbene bellissima) non si può non fare un tuffo nel mare cristallino di Anse Cocos – raggiungibile con una passeggiata di media difficoltà nel verde lussureggiante – che offre delle piscine naturali da dove i bambini non vorranno più uscire.
Con la bicicletta si arriva facilmente anche a Grande Anse, che in inverno propone un mare trasparente e poche onde ma che nel periodo estivo (a luglio e agosto) regala onde pericolose ma molto amate dai surfisti (si corre il pericolo di essere travolti dalle correnti quindi è necessario prestare molta attenzione).
Una breve camminata che parte da Grande Anse porta a Petite Anse, spiaggia più piccola e ritirata con un paesaggio mozzafiato.
I colori sono sempre tre: azzurro del mare e del cielo, bianco della sabbia finissima e verde delle palme che regalano un po’ di ombra.
L’unico consiglio che vi diamo è quello di non dimenticare mai la solita protezione solare e tanta acqua! Siamo sull’equatore e tra bicicletta e passeggiate è facile disidratarsi.

la-digue-seychelles-con-i-bambini-701

Per famiglie avventuriere che vogliono provare l’ebbrezza di scavalcare pietre granitiche e tunnel scavati nella roccia, consiglio di fare una gita con una guida locale a Anse Marron.
Non c’è alcun pericolo di correnti, il mare è trasparente e sicuro e sembra di essere sul set di un film con effetti speciali.
Chi arriva fino a La Digue non può esimersi da una gita in barca sulle isolette private e non abitate che sono nelle vicinanze. Non c’è bisogno di prenotare nulla, le guide si trovano direttamente al porto. Durante il breve tragitto ci si ferma per fare snorkeling nelle vicinanze della barriera corallina e nuotare con le tartarughe marine e poi si sosta su una spiaggia per il pranzo a base di pesce locale alla griglia e cocco aperto sul momento.
Qui il tempo scorre molto lentamente, i bambini vivono con le infradito e tutto è a portata di mano. Si può volere di più?

Dove dormire
Vi propongo due soluzioni con budget diversi:
La Digue Boutique Hotel, delizioso albergo che si affaccia sul mare e gestito da una coppia di italiani simpaticissimi e pronti a darvi tutti i consigli possibili.
Top: ricercata cucina italiana con chef made in Italy e pizza con vera mozzarella. La felicità dei bambini è assicurata e il tramonto sul mare con una birra ghiacciata è impagabile.
Ylang Ylang, studios muniti di bagno e cucina gestiti dall’italianissimo Aldo e dalla moglie, originaria delle Seychelles.

Come arrivare
Dall’Italia ci sono numerosi voli, con scali a Dubai o Doha, verso la capitale delle Seychelles Mahe, ma per raggiungere La Digue bisogna conteggiare almeno un’ora abbondante di aliscafo Cat Cocos (i tempi variano molto a seconda delle condizioni del mare).

Francesca Del Rosso