SOLDEN: il nuovo progetto di Gebrüder Thonet Vienna GmbH (GTV), omaggio agli anni ‘30

SOLDEN: il nuovo progetto di Gebrüder Thonet Vienna GmbH (GTV), omaggio agli anni ‘30

Scritto da Carlo Ingegno on . Postato in Spazi & Natura

Quando l’eredità disegna il futuro, è il caso del nuovo progetto 2020 Solden di Gebrüder Thonet Vienna GmbH (GTV), che intreccia ancora una volta passato e presente, spostando per la prima volta l’attenzione dall’800 agli anni ‘30.

Milano, Italia.
Con la nuova sedia Solden, un capitolo importante del profondo heritage di GTV ancora poco indagato, continua il racconto delle novità 2020 di Gebrüder Thonet Vienna GmbH (GTV). Un progetto affascinante frutto della continua indagine sulla lunga tradizione del legno curvato: una seduta che omaggia i codici stilisti tipici degli anni ’30.

Solden: animo tradizionale e personalità contemporanea


Come un viaggio nel tempo, per la prima volta, Gebrüder Thonet Vienna GmbH, sposta l’attenzione dall’800 agli anni ‘30 del secolo scorso, un periodo particolarmente intenso a livello architettonico e artistico che ha visto affermarsi l’Art Decò, conosciuta a Vienna come Jugendstil. Un passaggio che affonda le radici tra le “forme eleganti e insieme razionali” di Michael Thonet che tanto fece scalpore nell’allora capitale dell’impero asburgico.

Solden è quindi una seduta dove il legno curvato (nel DNA di Gebrüder Thonet Vienna GmbH) assume un carattere più contemporaneo grazie alla sezione quadra e a forme che rimandano alla pulizia progettuale tipica del periodo Bauhaus.

In primo piano l’ampia seduta quadrata imbottita e lo schienale in paglia di Vienna, che, come un grande ventaglio con cornice in legno curvato, accoglie la schiena, assicurando grande comfort.

Concretizzazione del pay off “Heritage designs the future”, scelto da alcuni anni da Gebrüder Thonet Vienna GmbH per raccontare il profondo legame con il passato, la sedia Solden svela nel suo animo tradizionale una personalità contemporanea, ideale per raffinati progetti contract.

Photo courtesy by Gebrüder Thonet Vienna

Carlo Ingegno

Carlo Ingegno

Nato a Napoli, trasferitosi per amore a Buenos Aires dove la bella Patricia gli regala ben 4 figli. Negli anni ‘80 torna in Italia, a Milano, questa volta per lavoro in Rcs dove si occupa di immagine e grafica. Inoltre viaggia, fotografa e scrive storie dal mondo con approccio esplorativo sempre attento ai dettagli. Oggi dirige Agenda Viaggi con un gruppo di persone molto speciali. Vive da qualche anno con sua moglie Raffaella e la gatta Misha a Verzimo, un paesino del XI sec. in provincia di Vercelli, in una casa piccola, soleggiata, per metà ristrutturata, un giardino incolto e mobili tutti diversi per epoche e stili, come la vecchia tavola da surf testimone di lunghe cavalcate sulle onde in California o come l’eccentrico menù del caffè Granola a Copenaghen, la foto scattata alla cisterna di vetro colorata a Dumbo, Brooklyn, dell’artista Tom Fruin, e le belle stampe che immortalano la piacevole solitudine sulla spiaggia di Margate nella contea del Kent in Inghilterra.