LA MODA ITALIANA NELLA PRIMA METÀ DEL SEICENTO AL POLDI PEZZOLI

Scritto da Francesca M. Ferrari on . Postato in Appuntamenti

PARTE DAL PODLI PEZZOLI LA SECONDA SERIE DI CONFERENZE “GRAZIETTA BUTAZZI LECTURES” (4-18 MARZO)

Milano, Italia.
Riparte a marzo al Museo Poldi Pezzoli di Milano il ciclo di incontri dedicati alla grande storica della moda e del costume Grazietta Butazzi. Tre conferenze, organizzate dal Comune di Milano in collaborazione con il Poldi Pezzoli, incentrate su “La moda nel Seicento, tra crisi economica e innovazione: materiali e saperi”. Protagonista una veste da cerimonia del Seicento, conservata al Castello Sforzesco e ignota al grande pubblico. Un sontuoso abito di raso di seta ricamato d’argento che fa parte delle collezioni di moda del Comune di Milano. Un enigma che Grazietta Butazzi aveva affrontato e uno dei più rari abiti antichi al mondo.
Primo appuntamento mercoledì 4 marzo al Poldi Pezzoli, con Chiara Buss, studiosa dei tessuti antichi e moderni. Si continua l’11 marzo, al Castello Sforzesco, Raccolta delle Stampe Achille Bertarelli, con la studiosa della London Historical School of Dress, Jenny Tiramani, che racconterà la ricostruzione di una veste del primo Seicento per la rappresentazione di una commedia di Shakespeare. Si chiude il 18 marzo a Palazzo Morando, Costume Moda Immagine, dove verrà esposta la rarissima veste seicentesca. Francesco Pertegato, fra i maggiori esperti nel restauro di tessili antichi, spiegherà il mistero dell’abito, cercando di rispondere alle domande che Grazietta Butazzi si poneva.
Un enigma e un capolavoro ritrovato.

InfoComune.Milano.it – CivicheRaccolteStoriche.mi.it – MuseoPoldiPezzoli.it

Quando e dove:
4 marzo 2015, ore 18.00, Museo Poldi Pezzoli – via Manzoni 12, Milano
11 marzo 2015, ore 18.00, Raccolta delle Stampe A. Bertarelli, Castello Sforzesco – piazza Castello, Milano
18 marzo, ore 18, Palazzo Morando Costume Moda Immagine, via Sant’Andrea 6, Milano

Ingresso: libero fino a esaurimento posti

Francesca M. Ferrari
francesca@agendaviaggi.com

Francesca M. Ferrari

Profondamente milanese, di nascita e origine, divide il suo tempo libero tra il levante ligure e la costa azzurra. I luoghi del cuore, dove si trova a casa. Il primo viaggio importante, come il primo amore, non si scorda mai. New York per lei. L’America a vent’anni le ha dato la sensazione di entrare in un mondo nuovo. La Grande Mela le ha dato la sensazione di conoscerla da sempre, complici tutti i film di Woody Allen di cui è da sempre appassionata. Adora Parigi, Londra e Berlino. In Agenda Viaggi ha trovato il luogo dove coniugare le sue due grandi passioni: viaggiare e scrivere.