Il Festival della Musica di Fès: un incontro di culture in Marocco

Scritto da Marco Restelli on . Postato in Appuntamenti, Destinazioni

L’affascinante cornice del Festival de Musiques Sacrées du Monde a Fès

Fès, Marocco.
Fino al 22 giugno la splendida città marocchina di Fès – patrimonio Unesco – ospita il Festival de Musiques Sacrées du Monde, Festival della Musica fra i più importanti del Paese.   
Il tema di quest’anno è  “Fès, convergenza di culture”, nello spirito di dialogo, apertura e accoglienza che caratterizza il Marocco contemporaneo ; uno spirito testimoniato da questo Festival – di cui l’Unesco è partner – sin dalla sua nascita 25 anni fa. L’edizione del 2019 festeggia un doppio compleanno: sia un quarto di secolo di vita del Festival sia il ventesimo anno dell’ascesa al trono di Re Mohammed VI.

Un momento del Festival de Musiques Sacrées du Monde a Fès

Non a caso, dunque, il programma è ricchissimo e riunisce artisti di 30 Paesi  come Sami Yusuf ritenuto uno dei più grandi cantanti Sufi da Time Magazine, José Merce e Tomatito con la grande notte del Flamenco, il libanese Marcel Khalife nominato “artista dell’Unesco”, lo spagnolo Carlos Nunez maestro della cornamusa di Gaïta e il cantante e politico senegalese Youssou N’Dour.
Ma il cartellone del Festival comprende anche canti e danze delle donne cubane, canti sacri dell’Irlanda, l’arte di Muwashah d’Aleppo e l’emozionante esibizione dell’Orchestra Mondiale della Gioventù, simbolo di pace e dialogo con l’ensemble andaluso di Fès.

Il souk dei tintori nella Medina di Fès – foto di Marco Restelli

Il Festival delle Musiche Sacre del Mondo costituisce solo una delle molte ragioni che spingono un crescente numero di viaggiatori a visitare questa incantevole città del Marocco. Un’altra ragione è sicuramente il gigantesco restauro (costato 55 milioni di euro) che ha riportato al suo antico splendore la Medina di Fès, oggi la più grande e vivace del mondo arabo.  Un restauro  di sette anni che ha coinvolto 4000 case e 27 edifici monumentali, ma anche la popolazione, le botteghe i ristoranti e i centri culturali, dando linfa nuova a radici antiche. È in questo mix di tradizione e modernità che sta il fascino di Fès: antica città imperiale,  custode dei tesori d’arte e architettura prodotti in 13 secoli di storia, ma anche capitale culturale del Marocco contemporaneo. Dopo un giorno vi avrà già fatto innamorare.  

Suonatore di Oud nel Riad El Amine a Fès – foto di Marco Restelli

Per informazioni su Fes e sul Marocco
Ente Nazionale per il Turismo del Marocco
Via Durini, 5 – 20122 Milano. Tel. 02.58303633. info@turismomarocco.it

Come raggiungere Fès
Fès, Patrimonio dell’Umanità Unesco dal 2001, è raggiungibile con voli diretti Ryanair da Orio al Serio, Pisa, Torino e Venezia-Treviso,  e da Roma Fiumicino con AirArabia che opera anche il collegamento interno Fès-Marrakech

Marco Restelli

Particolare di un palazzo nella Medina di Fès – foto di Marco Restelli

Tags: , , ,

Marco Restelli

Marco Restelli

Milanese, membro del GIST (Gruppo Italiano Stampa Turistica), è un giornalista e blogger specializzato sull’Asia. Dopo una laurea in lingue orientali ha lavorato per molti anni in RCS e poi in Gruner+Jahr/Mondadori, dove è stato vicedirettore del mensile Geo. Ha insegnato Cultura Indiana all’Università degli Studi di Milano. Oggi scrive reportage da tutto il mondo per numerose testate fra cui L'Espresso, Io Donna, Donna Moderna e ovviamente Agenda Viaggi. È Travel Consultant per Kel12-National Geographic Expeditions. Il suo blog è MilleOrienti (www.milleorienti.com).