Il Festival della Musica di Fès: un incontro di culture in Marocco

Scritto da Marco Restelli on . Postato in Appuntamenti, Destinazioni

L’affascinante cornice del Festival de Musiques Sacrées du Monde a Fès

Fès, Marocco.
Fino al 22 giugno la splendida città marocchina di Fès – patrimonio Unesco – ospita il Festival de Musiques Sacrées du Monde, Festival della Musica fra i più importanti del Paese.   
Il tema di quest’anno è  “Fès, convergenza di culture”, nello spirito di dialogo, apertura e accoglienza che caratterizza il Marocco contemporaneo ; uno spirito testimoniato da questo Festival – di cui l’Unesco è partner – sin dalla sua nascita 25 anni fa. L’edizione del 2019 festeggia un doppio compleanno: sia un quarto di secolo di vita del Festival sia il ventesimo anno dell’ascesa al trono di Re Mohammed VI.

Un momento del Festival de Musiques Sacrées du Monde a Fès

Non a caso, dunque, il programma è ricchissimo e riunisce artisti di 30 Paesi  come Sami Yusuf ritenuto uno dei più grandi cantanti Sufi da Time Magazine, José Merce e Tomatito con la grande notte del Flamenco, il libanese Marcel Khalife nominato “artista dell’Unesco”, lo spagnolo Carlos Nunez maestro della cornamusa di Gaïta e il cantante e politico senegalese Youssou N’Dour.
Ma il cartellone del Festival comprende anche canti e danze delle donne cubane, canti sacri dell’Irlanda, l’arte di Muwashah d’Aleppo e l’emozionante esibizione dell’Orchestra Mondiale della Gioventù, simbolo di pace e dialogo con l’ensemble andaluso di Fès.

Il souk dei tintori nella Medina di Fès – foto di Marco Restelli

Il Festival delle Musiche Sacre del Mondo costituisce solo una delle molte ragioni che spingono un crescente numero di viaggiatori a visitare questa incantevole città del Marocco. Un’altra ragione è sicuramente il gigantesco restauro (costato 55 milioni di euro) che ha riportato al suo antico splendore la Medina di Fès, oggi la più grande e vivace del mondo arabo.  Un restauro  di sette anni che ha coinvolto 4000 case e 27 edifici monumentali, ma anche la popolazione, le botteghe i ristoranti e i centri culturali, dando linfa nuova a radici antiche. È in questo mix di tradizione e modernità che sta il fascino di Fès: antica città imperiale,  custode dei tesori d’arte e architettura prodotti in 13 secoli di storia, ma anche capitale culturale del Marocco contemporaneo. Dopo un giorno vi avrà già fatto innamorare.  

Suonatore di Oud nel Riad El Amine a Fès – foto di Marco Restelli

Per informazioni su Fes e sul Marocco
Ente Nazionale per il Turismo del Marocco
Via Durini, 5 – 20122 Milano. Tel. 02.58303633. info@turismomarocco.it

Come raggiungere Fès
Fès, Patrimonio dell’Umanità Unesco dal 2001, è raggiungibile con voli diretti Ryanair da Orio al Serio, Pisa, Torino e Venezia-Treviso,  e da Roma Fiumicino con AirArabia che opera anche il collegamento interno Fès-Marrakech

Marco Restelli

Particolare di un palazzo nella Medina di Fès – foto di Marco Restelli

Tags: , , ,

Marco Restelli

Marco Restelli

Milanese, membro del GIST (Gruppo Italiano Stampa Turistica), è un giornalista e blogger specializzato sull’Asia. Dopo una laurea in lingue orientali ha lavorato per molti anni in RCS e poi in Gruner+Jahr/Mondadori, dove è stato vicedirettore del mensile Geo. Oggi scrive reportage da tutto il mondo per numerose testate fra cui Sette (magazine del Corriere della Sera), Elle e Donna Moderna. Insegna Cultura Indiana all’Università degli Studi di Milano ed è Travel Consultant per Tour Operator. E’ il curatore di MilleOrienti, il blog italiano più letto sull’Asia.