"Cortina Snowkite Contest"...si torna a volare

“Cortina Snowkite Contest”…si torna a volare

Scritto da Redazione on . Postato in Sport & Viaggi, Weekend

Cortina Snowkite Contest, il grande ritorno, confermata a marzo la tappa finale della Snowkite World Cup con 2 titoli mondiali. Traiettorie impossibili, salti che sfidano la gravità, divertimento in neve fresca:il Cortina Snowkite Contest sarà tappa finale della SnowKite World Cup. Lo ha annunciato l’IKA, International Kiteboarding Association. Per la prima volta il CSC ospiterà ben due titoli mondiali, nelle specialità Big Air e Freestyle.

Cortina d’Ampezzo, Italia.
Titoli prestigiosi che saranno contesi da ben Quaranta atleti sulla neve di Passo Giau, nel weekend del 18-21 marzo, a un mese dalla fine dei Mondiali di Sci di Cortina. Una grande attesa circonda la gara, che non viene più disputata dal 2011, anche a causa della sospensione dell’edizione 2020. Il CSC è l’evento da non perdere per chi ama il senso di libertà di uno sport altamente spettacolare e ad impatto ambientale zero.

I più grandi campioni internazionali di snowkite si preparano a dare spettacolo

Andrenalina pura. A seguire la corrente e lasciarsi portare dalla vela del kite, spiccare salti e roteare in aria “grabbando” la tavola da snowboard, diventando tutt’uno con l’aria e la neve fresca. I più grandi campioni internazionali di snowkite si preparano a dare spettacolo al CSC- Cortina Snowkite Contest sui pendii di Passo Giau. La gara è stata riconfermata tappa finale della SnowKite World Cup, il più importante circuito mondiale, organizzato dall’IKA, International Kiteboarding Association. E, come per premiare questa paziente attesa, c’è un’importante novità: per la prima volta saranno assegnati ben due titoli mondiali: quello di Big Air e quello di Freestyle
 

In scena uno spettacolo imperdibile


L’annuncio della sesta edizione, in programma dal 18 al 21 marzo 2021, ha galvanizzato gli animi, dopo la falsa partenza del 2020 dovuta alla sospensione della gara a causa della pandemia. Una gara che offre uno spettacolo imperdibile: Passo Giau è una terra d’elezione per gli snowkiter, tra Cortina d’Ampezzo, San Vito di Cadore e Colle Santa Lucia. Qui gli atleti possono scegliere traiettorie molto creative grazie alla trazione del vento, surfare in piano, in salita e in discesa, senza bisogno di impianti di risalita, prolungare i loro salti e realizzare trick altrimenti impossibili, innalzandosi verso il cielo. 
 


Michele Alì: L’assegnazione di ben due titoli mondiali è la conferma di un percorso di crescita sul piano organizzativo e sportivo

L’inventore e regista del CSC fin dalla sua prima edizione, nel 2007, è Michele Alì, pioniere dello snowkite italiano. A Cortina, insieme a un team di istruttori, ha aperto una delle prime scuole italiane, Kite4Freedom. “Siamo felici di ospitare i migliori specialisti dello snowkite, una quarantina di atleti da tutto il mondo, che incanteranno il pubblico con le loro evoluzioni” spiega. “L’assegnazione di ben due titoli mondiali è la conferma di un percorso di crescita sul piano organizzativo e sportivo. E grazie a questa manifestazione in molti hanno potuto scoprire le potenzialità di una località come Passo Giau, ideale per lo snowkite: un’ampia area pianeggiante e ventilata”. Un luogo magico, circondato dalle Dolomiti, perfetto per ospitare una gara rigorosamente eco friendly e ad impatto zero. 
 

“re del Giau” in nome della trdizione


A Passo Giau, di edizione in edizione, è nata una vera e propria tradizione che riunisce tutta una comunità di appassionati. I vincitori della gara guadagnano il titolo di “re del Giau” e incidono il proprio nome sul basamento della corona in legno di cirmolo, realizzata a mano da un artigiano locale. Un passaggio di testimone. 
 

Mirco Babini: Siamo certi che i migliori atleti da molte parti del mondo faranno di tutto per essere presenti all’evento

Siamo orgogliosi di avere a Cortina, al Passo Giau il campionato del mondo di snowkite nelle discipline del Freestyle e Big Air, l’espressione estrema e che ben sposa con il contesto favoloso che solo il Giau può offrire – aggiunge Mirco Babini, presidente di IKA (International Kiteboarding Asociation) -. Siamo certi che i migliori atleti da molte parti del mondo faranno di tutto per essere presenti all’evento, nonostante le problematiche che tutti conosciamo. L’organizzazione guidata da Michele è collaudata e la IKA è fiduciosa che questo sodalizio possa continuare anche nei prossimi anni. Noi daremo tutto il supporto necessario”.
Credit foto, dall’alto: Giangi Chiesura, Tobias Eble, Olga Donati (2).


INFO: 


www.cortinasnowkitecontest.com/
www.snowkiteworldcup.com/