Aleph Rome Hotel: vacanza con stile nella Capitale

Aleph Rome Hotel: vacanza con stile nella Capitale

Scritto da Carlo Ingegno on . Postato in Alberghi e Spa, Weekend

Esclusività, bellezza, servizi su misura, ora che tutti e molto più di prima cerchiamo posti speciali, privacy, esperienze che rendano anche piccole fughe decisamente memorabili, il mondo dell’hôtellerie si organizza per ospitare una clientela sempre più esigente e per far vivere tra le proprie mura una nuova era. Concedersi una “Vacanza Romana” all’Aleph Rome Hotel Curio Collection by Hilton? Perchè no, quest’estate così anomala, che vive preponderante la grande riapertura, resta il momento migliore per provare a staccare, viziandoci un pò. Proviamo a scoprirlo.

Roma, Italia.

In viaggio, provando il glamour dell’hotel di lusso

Un accenno a Roma, una delle città più belle al mondo, è più che doveroso. La Capitale con l’estate sfodera tutto il suo appeal con giornate di una luce magica e struggente che riscalda i toni dei suoi tanti monumenti, ricordo di un Impero che fa bella mostra ovunque in città. È un periodo in cui l’energia della città esplode in un’ atmosfera gioiosa che riecheggia tra le strade, i parchi, i bar all’aperto e le mitiche terrazze dalle imperdibili vedute.

Ed eccoci all’Aleph Rome Hotel Curio Collection by Hilton, anche solo per qualche giorno potrebbe essere una buona occasione per ripensare al nostro modo di vivere un hotel, ad esempio non associandolo al modello classico del turista di passaggio, ma pensandolo come un’alternativa del trascorrere il tempo al suo interno, vivendone le attrazioni.

Ad esempio gustare un pranzo, una cena, prendere il sole nel roof o perché no, iniziare la giornata con una nuotata nella scenografica piscina in terrazza e godersi i suggestivi tetti di Roma, oppure rilassarsi in una spa speciale. Anche per il capitolino potrebbe essere un’idea fare una vacanza nella propria città, provando il glamour dell’hotel di lusso anche senza dormirci, magari, usufruendo di tutto ciò che l’hotel mette a disposizione.

La bellezza, l’arte, la storia in un Hotel di lusso

Per chi non lo conoscesse l’Aleph Rome Hotel è un’albergo a cinque stelle lusso, situato nel cuore della Capitale, a pochi passi da Via Veneto, Piazza di Spagna, Fontana di Trevi, il museo e la cripta dei Frati Cappucini e il Teatro dell’Opera. Costruito negli anni’30 come sede di una banca, l’edificio conserva gran parte dell’architettura originale che potrete apprezzare un po’ ovunque.

L’articolazione della struttura ben definita consente di godersi fino in fondo tutti gli spazi. Così sono stati pensati i suoi ambienti che rendono la struttura funzionale e ospitale, spesso impreziositi da opere d’arte come nella hall che ospita periodicamente mostre interattive di artisti noti ed emergenti. In risalto anche tessuti e arredi di design d’eccellenza fatti a mano da laboriosi artigiani italiani. Nelle 88 camere, tra cui 4 suite e 10 junior suite, fanno eco alti soffitti e pavimenti in marmo, che rispondono alle caratteristiche di comfort, ariosità, e contemporaneità. I colori chiari, dominanti negli arredi e nelle tappezzerie, conferiscono agli ambienti una piacevole luminosità, esaltata dall’ampiezza delle finestre e dalla gradevolezza dell’affaccio. Una nota di merito va ai marmi originali recuperati e restaurati in tutta la sua lucentezza a cominciare dall’entrata principale. Mentre la neoclassica facciata mette in mostra le sublimi colonne doriche con un gruppo scultoreo raffigurante la bella Dea dell’Abbondanza.

E poi lo chef esaudisce ogni desiderio

Due i ristoranti presenti all’Aleph, lo Sky Blue e il 1930’s Coffee Break, oltre l’Onyx Bar e la Cognac Lounge. Presente una sala riunioni che può ospitare un centinaio di persone, ideale per wedding day. Lo chef Carmine Buonanno propone piatti mediterranei preparati con prodotti a «chilometro speciale», un segnale che l’eccellenza va oltre la vicinanza. Le sue proposte le potrete apprezzare già dal mattino per colazione.

A pranzo, invece, se volete si mangiano piatti leggeri e gustosi all’aperto, su una meravigliosa terrazza affacciata sulla piscina esterna con ombrelloni, circondata da chaise-longue e tavoli. Contesto ideale anche per chi vive a Roma e ha voglia di vivere momenti di charme in pausa pranzo. L’atmosfera più romantica si respira la sera su in terrazza con un panorama eccezionale sui tetti di Roma, dove sorseggiare drink ricercati e grandi vini, prima di assaggiare i menù innovativi e gourmet con le ottime specialità mediterranee dello chef. Tutto ciò diventa anche un modo per riscoprire il piacere di mangiare insieme di cui ci siamo privati per un bel pò. Dimenticavo, c’è una novità con la tecnica del videomapping presso il 1930’s Coffee Break, il tavolo diventa uno schermo su cui un piccolo chef animato prepara i suoi piatti dalla scelta delle materie alla presentazione di quello che poi diventa reale. Piaccia o no è comunque il primo in Italia.

Quando il relax ti porta alla scoperta del Caveau

Insolita e affascinante resta la spa le Caveau, qui vale la pena anche solo una visita. Si trova nei sotterranei dell’edificio, che una volta ospitavano il deposito valori della banca, ancora presente la meravigliosa porta blindata originale del caveau, imponente e massiccia, come forse ricordiamo nei films, ancora integra e funzionante, che rende la spa dell’hotel un luogo davvero unico. Qui per rimettervi in forma troverete un centro benessere, un centro fitness e una piscina coperta.

L’effetto vacanza in un hotel esclusivo può iniziare, anche per una breve fuga, godendosi la “dolce vita in hotel” e cogliere l’occasione per riscoprire luoghi sorprendenti del nostro Paese.

INFO

LEGGI ANCHE QUESTO: Lo chef Carmine Buonanno si racconta: “La cucina, la famiglia…la Torre Eiffel”

InfoAleph Rome Hotel, Curio Collection by Hilton

Carlo Ingegno

Nato a Napoli, si trasferisce per amore a Buenos Aires dove ci rimane per ben dodici anni. Qui la prima esperienza lavorativa, nell'editoriale Rizzoli, che aveva acquistato nella città tanto amata da Jorge Luis Borges una nota casa editrice. Negli anni ‘80 torna in Italia, a Milano, questa volta per lavoro in Rcs, dove si occupa di immagine e grafica. Inoltre viaggia, fotografa e scrive storie dal mondo con approccio esplorativo sempre attento ai dettagli. Oggi dirige Agenda Viaggi con un gruppo di persone molto speciali. Vive a Monza ma spesso si sposta a Verzimo, un paesino del XI sec. in provincia di Vercelli, in una casa piccola, soleggiata, per metà ristrutturata, un giardino incolto e mobili tutti diversi per epoche e stili, come la vecchia tavola da surf testimone di lunghe cavalcate sulle onde in California o come l'eccentrico menù del caffè Granola a Copenaghen, la foto scattata alla cisterna di vetro colorata da Dumbo, Brooklyn, dell'artista Tom Fruin, e le belle stampe che immortalano la piacevole solitudine sulla spiaggia di Margate nella contea del Kent in Inghilterra.