AGATHA CHRISTIE: TORQUAY FESTEGGIA LA REGINA DEL GIALLO

Scritto da Francesca M. Ferrari on . Postato in archivio

EDIZIONE SPECIALE DELL’INTERNATIONAL AGATHA CHRISTIE FESTIVAL PER IL 125ESIMO ANNIVERSARIO DELLA NASCITA DELLA SCRITTRICE. A TORQUAY, NELLA SUA CITTÀ NATALE, FINO AL 20 SETTEMBRE. E LA MOSTRA AGATHA CHRISTIE: UNFINISHED PORTRAIT, FINO AL 18 OTTOBRE

Torquay, Regno Unito
Non sono francese, ma belga ripete spesso, piccato, Hercule Poirot. Il famoso detective, nato dalla penna di Agatha Christie, con la testa a forma di uovo, i baffi curatissimi, la mania delle simmetrie e le sue famose piccole cellule grigie che risolvono tutti i complicati casi magistralmente concepiti dalla regina del delitto.

Agatha Christie nasce a Torquay, Inghilterra, il 15 settembre 1890. E l’edizione 2015 dell’International Agatha Christie Festival, che si svolge ogni anno nella cittadina della contea del Devon, festeggia in questi giorni, fino al 20 settembre, il 125 esimo anniversario della nascita della scrittrice più pubblicata (e più tradotta) di tutti i tempi. Tantissimi gli eventi in calendario, tra proiezione di film, conferenze sull’autrice, sui suoi romanzi, sulla sua vita e la sua epoca. Ma anche l’occasione per gustare le specialità e l’atmosfera della English Riviera.

festival-agatha-christie-700

E dopo il successo del debutto estivo alla Bankside Gallery di Londra, arriva a Torquay la mostra Agatha Christie: Unfinished Portrait. Fino al 18 ottobre. Uno sguardo nuovo sulla vita di Dame Agatha Christie. Attraverso le fotografie della collezione privata, mai esposte in precedenza e accompagnate da citazioni tratte dai suoi libri e dalla sua corrispondenza personale, l’esposizione ne illustra la vita dietro le opere. Dalla prima infanzia, ai suoi due matrimoni, ai tanti viaggi, all’affermazione come autrice di fama mondiale. Esposto anche il ritratto che Oscar Kokoschka fece della Christie nel 1969, in occasione del suo 80esimo compleanno.

Una vita, quella della scrittrice nata Agatha Mary Clarissa Miller, piena e intensa. E con un tocco di mistero. Quello della sua scomparsa, ripresa poi nel 1979 dal film Il segreto di Agatha Christie, con Vanessa Redgrave nei panni della giallista. La notizia è su tutti i giornali, le sue foto sono ovunque e tutti la cercano. Viene ritrovata, alcuni giorni dopo, in un albergo di Harrogate, nello Yorkshire, nascosta sotto il nome dell’amante del marito Archibald Christie. Il caso verrà archiviato. Colpevole una forte amnesia. Siamo nel 1926, il suo anno orribile. La perdita della madre e il tradimento del marito, che si innamora della segretaria e chiede il divorzio. Due duri colpi all’origine della perdita di memoria, anche se non mancano voci maligne. Dalla trovata pubblicitaria all’intrigo della signora del crimine per farsi credere morta e far ricadere la colpa sul marito.

La mia fabbrica di salsicce, ecco la definizione della Christie per la sua produzione letteraria. Al ritmo di due libri all’anno. Più di 80 romanzi gialli, oltre a racconti e romanzi rosa pubblicati con il nome di Mary Westmacott. Alla base della sua ispirazione, le conoscenze di veleni e medicinali acquisite negli anni del primo conflitto mondiale, quando lavora come crocerossina all’ospedale di Torquay, e la lettura di libri con protagonisti come Sherlock Holmes o Arsenio Lupin.

Atmosfere tipicamente British, campagna, the, rose, cesoie, biblioteche, camini, ma anche scenari internazionali, come le Bahamas, il Marocco, l’Egitto, per delitti che sono dei puzzle che si compongono solo all’ultima pagina. Tanti i titoli famosi, su tutti Assassinio sull’Oriente Express. Tanti gli adattamenti cinematografici, televisivi e teatrali.

Suoi due dei più famosi detective della letteratura. Hercule Poirot, l’investigatore belga, che debutta nel 1920 con Poirot a Styles Court. E l’anziana, pacifica e ironica Jane Marple, che fa la sua entrata in scena nel 1930, anno del matrimonio della Christie con il secondo marito, l‘archeologo Max Mallowan. Nella tranquilla St. Mary Mead, Miss Marple adora lavorare a maglia, fare giardinaggio e birdwatching e ha un debole per le investigazioni. Così diffidente che si aspetta il peggio da tutto e da tutti, smaschera gli assassini grazie alla sua attenta osservazione e profonda conoscenza della natura umana.

Se ne andranno tutti e tre quasi insieme. Nel 1975 muore Hercule Poirot che scompare in Sipario. L’anno seguente, il 12 gennaio 1976, si spegne, a 85 anni, Agatha Christie, nominata Dame dalla Regina. Le sopravvive di qualche mese Jane Marple. Nel testamento, infatti, era prevista l’uscita postuma di Addio Miss Marple.

Tutti e tre continuano a vivere nelle pagine di gialli inossidabili. E ogni anno tornano all’International Agatha Christie Festival.

International Agatha Christie Festival
Dove: Torre Abbey, The King’s Drive, Torquay, Torbay TQ2 5JE
Quando: 11-20 settembre 2015
Info: International Agatha Christie Festival

Agatha Christie: Unfinished Portrait
Dove: Torre Abbey, The King’s Drive, Torquay, Torbay TQ2 5JE
Quando: 12 settembre – 18 ottobre 2015
Info: Agatha Christie: Unfinished Portrait

Francesca M. Ferrari
francesca@agendaviaggi.com

Francesca M. Ferrari

Profondamente milanese, di nascita e origine, divide il suo tempo libero tra il levante ligure e la costa azzurra. I luoghi del cuore, dove si trova a casa. Il primo viaggio importante, come il primo amore, non si scorda mai. New York per lei. L’America a vent’anni le ha dato la sensazione di entrare in un mondo nuovo. La Grande Mela le ha dato la sensazione di conoscerla da sempre, complici tutti i film di Woody Allen di cui è da sempre appassionata. Adora Parigi, Londra e Berlino. In Agenda Viaggi ha trovato il luogo dove coniugare le sue due grandi passioni: viaggiare e scrivere.