ALLA REGGIA DI MONZA SI VOLA!

Scritto da Alfredo Verdicchio on . Postato in Appuntamenti

E’ un aprile volante quello che sta per arrivare alla Villa Reale di Monza. Dall’1 al 25 aprile nella splendide cornice di Villa Mirabello del Parco della Reggia di Monza ci sarà il Festival del Volo. Una straordinaria mostra storica con un gran finale, dal 23 al 25 aprile un contest esclusivo tra mongolfiere e aerostati per grandi e piccini.
Sarà possibile provare l’emozione del volo insieme a tutta la famiglia grazie ai voli frenati con le mongolfiere di Milano Mongolfiere e Milano Remax .

Festival-del-Volo-Mongolfiere-in-volo-701

Una mostra unica con storici reperti esposti per la prima volta in Italia. Visitarla significherà compiere un viaggio affascinante, dai racconti fantastici di Jules Verne, scrittore visionario che scrisse Dalla terra alla Luna, al primo incredibile volo dei fratelli Montgolfier in epoca moderna.
Al centro della mostra, la sezione sulla storia dei giganti leggeri dell’aria con reperti esclusivi provenienti da diverse collezione private. Saranno esposti quadri, stampe d’epoca, suppellettili di fine Settecento, ispirate a quella che, in breve divenne una tendenza, come diremmo oggi, la moda au ballon. Tra i preziosi documenti autografati c’è la lettera originale di Joseph Montgolfier, in cui annuncia un nuovo tentativo di volo umano, ed è datata 17 novembre 1783.
Quattro giorni più tardi, il 21 novembre, a Parigi, un pallone gonfiato con aria calda, realizzato dai mastri cartai fratelli Montgolfier si innalzò, portando a bordo il fisico Pilatre de Rozier e il marchese Laurent d’Arlandes. Il volo, durato meno di mezz’ora, entrò nella storia. L’uomo per la prima volta era riuscito a volare.
Poste italiane dedicherà una speciale cartolina all’evento e, per il 2 aprile ha predisposto un servizio filatelico con un annullo speciale.
Ma non finisce qui. Ci sarà anche una postazione multimediale per sfogliare il Codice Del volo di Leonardo Da Vinci in alta definizione e comprendere il funzionamento delle macchine volanti grazie ad accurate ricostruzioni in 3 D.
Un’altra sezione sarà dedicata alle auto d’epoca che rinverdiranno la tradizione del Rally Ballon che, dal 1920 al 1940, premiava l’auto che arrivava prima dove atterravano i palloni.
L’iniziativa è organizzata da Marco Majrani, fotografo professionista, giornalista scientifico e curatore della nuova sezione aerostatica del Museo di Volandia.

Festival-del-Volo-Mongolfiere-in-volo-700

Villa Mirabello
Gioiello incastonato all’interno del Parco di Monza. Location scelta non a caso. Dobbiamo ricordare infatti che la Lombardia per quanto riguarda l’aeronautica ha ottenuto diversi primiati mondiali ma sopratutto qui, nel 1906, ci fu la grande Esposizione Internazionale che vide il trionfo della tradizione aeronautica della città a livello internazionale. Inoltre, Villa Mirabello è stata la sede di un evento nel campo del volo entrato nella storia. Era il 15 novembre del 1783, quando il Marchese Marsilio Mandriani, scienziato poliedrico e brillante, lanciò in volo  due palloni “uno di 16 pollici e l’altro della foggia di un sacco alto circa 3 piedi, a cui, essendo notte attaccossi un lumicino che sollevò seco e per lungo tratto sostenne» (così raccontava testualmente, all’epoca, l’articolo di Carlo Amoretti su Il Giornale del Volo).

La mostra è aperta dal 1 al 25 aprile, da lunedì a venerdì.
Sabato, domenica e 25 aprile ingresso dalle 10 alle 18. Ultima entrata alle 17,50.
Laboratorio per le scuole con prenotazione allo 039 9451248.
Visite per gruppi adulti con prenotazione su www.maart.mi.it.
Visite guidata alle 11 e alle 16 con il curatore Marco Majrani 2 €+ prezzo biglietto 17,30

Biglietti: 6 € adulti dai 15 ai 64 anni
ridotti: 4 € bambini dai 3 ai 14 anni , 4 € per over 65 , 4 € per disabili (con tessera), gratis per bambini 0-2 anni, 16 € per famiglie composte da 2 adulti + 2 bambini di 3-14 anni .
5 € per scuole con ingresso in settimana, prenotazioni su www.liveticket.it/festivaldelvolo (convenzioni con Leonardo3 e Volandia).

Alfredo Verdicchio

Alfredo Verdicchio

Alfredo Verdicchio

Convinto che, come diceva John Lennon «La vita è ciò che ti succede mentre sei impegnato a fare altri progetti» Alfredo Verdicchio, romano, ma ormai milanese d’adozione, è un giornalista professionista con una vasta esperienza che lo ha visto anche dirigere alcuni giornali per ragazzi. Si è occupato di musica, cinema e televisione. E’ amante della buona cucina e della “sana lentezza”. Il viaggio per lui non si misura in termini di chilometri percorsi, magari in sella alla sua passione: un Harley rossa, ma in termini di sensazioni provate, di esperienze vissute, come ad esempio degustando un piatto particolare e scoprirne la storia, o magari centellinando un buon vino, oppure cogliere un nuovo aspetto della propria città. Perché tutto, alla fine, diventa viaggio a partire dalla nostra vita…