Silvio Orlando al Teatro Franco Parenti con: “Si nota all’imbrunire”

Silvio Orlando al Teatro Franco Parenti di Milano con: “Si nota all’imbrunire”

Scritto da Giuseppina Serafino on . Postato in Appuntamenti, cinema

Silvio Orlando al Teatro Franco Parenti con: “Si nota all’imbrunire”

Dal 7 al 17 novembre 2019 torna a Milano, al Teatro Franco Parenti, lo spettacolo “Si nota all’imbrunire” (solitudine di un paese spopolato), scritto e diretto da Lucia Calamaro, in scena un grande Silvio Orlando.

Silvio Orlando al Teatro Franco Parenti con: “Si nota all’imbrunire”

Milano, Italia.
Uno spettacolo davvero molto coinvolgente e denso di spunti di riflessione “Si nota all’imbrunire”, con il sottotitolo “Solitudine da paese spopolato”, che vede protagonista un fantastico Silvio Orlando al Teatro Franco Parenti di Milano. L’attore impersona un uomo maturo che si è ritirato nella sua casa-vacanze dopo la morte della moglie, che accoglie le visite dei tre figli e di suo fratello che gli trasmettono fobie e sogni frustrati. Il suo desiderio è quello di starsene seduto per sempre, in completo isolamento, con la solitudine che diventa una sorta di protezione da tutto ciò che destabilizza, ma che, nostro malgrado, non ci libera da noi stessi.

Tante le battute ironiche che suscitano ilarità, stemperando la tensione che si avverte nella tematica sottesa e che rendono molto gradevole lo svolgimento della ipotetica struttura narrativa, così come la solare ambientazione. La folta platea, presente al debutto teatrale, ha mostrato di apprezzare molto la proposta, profondendosi in ripetuti applausi, in particolar modo per il carismatico Silvio Orlando. Quest’ultimo, come sempre personaggio istrionico, ha saputo trasmettere in maniera garbata, ma estremamente incisiva, il tema del disagio esistenziale e delle contraddizioni che sottendono alla convivenza interparentale. Un successo davvero garantito.
Ph. Claudia-Pajewski

Teatro Franco Parenti
Si nota all’imbrunire
(Solitudine da paese spopolato)


testo e regia Lucia Calamaro
con Silvio Orlando
e con (in o.a.) Vincenzo Nemolato, Roberto Nobile, Alice Rendini, Maria Laura Rondaniniscene Roberto Crea
costumi Ornella e Marina Campanale
luci Umile Vainieri

produzione Cardellino srl in coproduzione con Teatro Stabile dell’Umbria
in collaborazione con Napoli Teatro Festival Italia

Giuseppina Serafino

Giuseppina Serafino

Tutto è nato per caso…dai viaggi d’infanzia al Sud, da quell’osservare il mondo dal finestrino di un treno, che procurava un senso di pienezza e di libertà. E poi...la passione per la bicicletta e il cicloturismo, la scrittura, da letterata a giornalista; la musica come una sorta di azione terapeutica, per il cuore prima ancora che per la mente. In seguito sono sopraggiunti il cinema e il trekking, come metafora di un obiettivo da raggiungere in un perenne viaggio sempre da costruire. Sì, i viaggi,in stile low cost e “fai da me”. Una vita forse frenetica, ma inebriante… sia pure, a modo mio!