Premio per “Satellight”, Eugeni Quitllet per Foscarini ottiene la Menzione d'Onore al Compasso d'Oro ADI 2020

Premio per “Satellight”, Eugeni Quitllet per Foscarini ottiene la Menzione d’Onore al Compasso d’Oro ADI 2020

Scritto da Redazione on . Postato in Spazi & Natura

La Giuria Internazionale della ventiseiesima edizione del Compasso d’Oro ADI ha conferito alla lampada disegnata da Eugeni Quitllet per Foscarini la Menzione d’Onore, un riconoscimento di grande rilievo attribuito alle eccellenze del design mondiale. 

Milano, Italia.
Satellight? “E’ un oggetto semplice e di immediata lettura, ma al tempo stesso inedito e profondo nella sua poetica leggerezza“. Potrebbe essere questa la perfetta sintesi della lampada disegnata da Eugeni Quitllet, il noto disoñador (così ama definirsi), un concetto che appartiene all’unione delle parole designer e soñador. Numerosi sono i premi riconosciuti a Quitllet in ambito internazionale, dal Good Design Award, il Red Dot Design Award, il German Design Award, la menzione speciale del Compasso d’Oro, per giungere nel 2016 in occasione di Maison&Objet alla prestigiosa nomina di Designer of the Year.

SATELLIGHT” COME LA LUNA NEL CIELO NOTTURNO…
Satellight appare come un globo luminoso sospeso, che può ricordare una luna nel cielo notturno o una sfera di luce ricoperta da un drappo trasparente e impalpabile.

Il diffusore, in vetro soffiato a bocca di colore bianco latte, è inserito in un corpo di vetro cristallo trasparente, sempre soffiato a bocca, che, come per magia, sembra sostenere il cuore luminoso di Satellight e trattenerne la luce.

UNA PRESENZA MATERICA SOSPESA NEL NULLA
La finitura satinata del diffusore lo fa percepire come una presenza materica sospesa nel nulla, anche quando la lampada è spenta. Quando è accesa, grazie alla fonte luminosa a LED dimmerabile, trasmette una luce calda, morbida e gentile che non abbaglia, vestendo di preziosi riflessi il vetro lucido e trasparente che la racchiude.

Satellight è disponibile nelle versioni da tavolo, da parete e a sospensione.

UN PREMIO AMBITO
Giunto alla sua ventiseiesima edizione e in oltre sessant’anni di storia, il Compasso d’Oro ADI si è affermato come il premio più ambito e il massimo riconoscimento per il design industriale.

Foscarini ha ricevuto negli anni diverse menzioni d’onore ed è stata premiata due volte: nel 2001 per  Mite, disegnata da Marc Sadler, e nel 2014 per il progetto editoriale Inventario.