NOLO FRINGE FESTIVAL, Il festival che porta il teatro dove non c’è

“NOLO FRINGE FESTIVAL”, la manifestazione che porta il teatro dove non c’è

Scritto da Giuseppina Serafino on . Postato in Appuntamenti, cinema

Dall’8 al 13 settembre a Milano in scena (nei luoghi più insoliti), Il “Nolo Fringe Festival” una rassegna di arti performative che vuole dare spazio a spettacoli multidisciplinari per un pubblico curioso e aperto.

Milano, Italia.
Un quartiere di Milano, in zona MM Pasteur, considerato speciale per la comunità virtuale molto coesa del gruppo Nolo Social District si animerà dall’8 al 13 settembre per la seconda edizione del NOLO Fringe Festival. Fringe significa letteralmente “frangia”, un nome usato per la prima volta ad Edimburgo nel 1947 in occasione del festival di teatro d’avanguardia della città. Attualmente, esistono circa 240 Fringe Festival nel mondo. Si tratta di un’originale rassegna di arti performative che porta il teatro in luoghi insoliti come: bar, locali, parchi e persino una palestra.Il Festival risulta diviso in due parti: il programma ufficiale con sei compagnie, selezionate tramite bando, su sei palchi principali e inoltre un Fringe Extra che comprende altre performance ed incontri in diversi luoghi del quartiere.Si svolge con il patrocinio del Comune di Milano ed è inserito nel palinsesto di “Aria di Cultura”, cosa importante, rientra ne “Lacittàintorno”, il programma di Fondazione Cariplo che sostiene gli abitanti dei quartieri fragili a dare nuovi significati agli spazi disponibili. L’obiettivo di questi supporti sono tesi a stimolare nuove geografie cittadine, attraverso la promozione di attività artistiche e culturali nei quartieri di Adriano, via Padova, Corvetto e Chiaravalle.

I sei spettacoli saranno The Ridere del duo Aronica/Barra presso il locale di piazza Morbegno “Ghe Pensi MI”; “ The Eleazero Experience al Tranvai, un affascinante tram milanese degli anni ‘20 parcheggiato vicino al naviglio della Martesana; “Banana Spilt” nello spazio all’aperto di ArteMadia; “Sceme tagliate” nello spazio alternativo del CRossFitNoLo; “Che farebbe Cyrano?” allo Spazio Hug, luogo dall’atmosfera post industriale ed infine “Della vergogna” al QClub, il locale notturno noto per le sue serate alternative. Il Jameson Irish Whiskey ha stretto un legame con il Nolo Fringe Festival varando un progetto di rigenerazione urbana on field che invita tutti a collaborare partecipando all’attività di cocktail-funding: per ogni drink Jameson, una quota sarà devoluta ad un intervento di miglioramento del quartiere. jamesonquartieri.it

Per consultare il programma: www.nolofringe.com

L’ingresso a tutti gli spettacoli è gratuito (tranne che per lo spettacolo Saga Salsa) previa prenotazione, per un massimo di due posti, inviando una mail a: DRAMAGAME-cittainscena@gmail.com
GIRANOLO-iscrizioni@giranolo.it
SAGASALSA-mail@hugmilano.com

Gli spettacoli del NoLo Fringe Festival si svolgeranno in ottemperanza alle norme antiCovid vigenti.

Foto grande in alto, Carlo Recchi

Giuseppina Serafino

Giuseppina Serafino

Tutto è nato per caso…dai viaggi d’infanzia al Sud, da quell’osservare il mondo dal finestrino di un treno, che procurava un senso di pienezza e di libertà. E poi...la passione per la bicicletta e il cicloturismo, la scrittura, da letterata a giornalista; la musica come una sorta di azione terapeutica, per il cuore prima ancora che per la mente. In seguito sono sopraggiunti il cinema e il trekking, come metafora di un obiettivo da raggiungere in un perenne viaggio sempre da costruire. Sì, i viaggi,in stile low cost e “fai da me”. Una vita forse frenetica, ma inebriante… sia pure, a modo mio!