A Parma la mostra multimediale Van Gogh & Friends

Nella Capitale Italiana della Cultura 2020 in scena: “Van Gogh Multimedia & Friends”

Scritto da Isabella Radaelli on . Postato in Appuntamenti, carnet-di-viaggio, Cultura, Weekend

A Parma, Capitale Italiana della Cultura 2020, fino al 26 aprile 2020 una mostra dedicata al geniale artista olandese, un vero e proprio appuntamento con una delle figure più affascinanti della storia dell’arte.

Parma, Italia.
È stata inaugurata venerdì 31 gennaio a Parma la mostra Van Gogh Multimedia & Friends, presso le prestigiose sale di Palazzo Dalla Rosa Prati nel centro storico di Parma, Capitale Italiana della Cultura 2020.
Il percorso si articola in 9 aree tematiche:
IO VINCENT – Raccolta di autoritratti nei quali l’artista rappresenta soprattutto il proprio sentire, gli stati d’animo, le sofferenze e le gioie della vita;
IL LAVORO DELL’UOMO – Opere che esemplificano la vicinanza dell’artista con la fatica e l’impegno di lavoranti e umili, nei quali è insita una profonda umanità;
LO SPECCHIO DELL’ESSERE – Il ritratto, strumento prediletto che Vincent utilizza per scoprire la personalità e l’essenza più intima dei suoi modelli;
LA FIORITURA DELLA VITA – Nature morte che offrono al pittore svariate possibilità di mescolanza dei colori, di accostamento di tinte e riflessi, al fine di mettere a nudo la verità profonda delle cose, che si mostrano a noi attraverso la risultanza di fasci di luce dello spettro visivo;
IL RIFLESSO DELLA NATURA – Viaggio attraverso le campagne olandesi e francesi, luoghi della quiete interiore;
INFLUSSI ONIRICI ORIENTALI – Opere che richiamano l’arte orientale, dal cui senso di pace onirica Vincent era fortemente attratto;
IL BUIO DELL’ANIMA– Tentativi di raffigurazione della sofferenza;
I LUOGHI DI VINCENT– I luoghi reali dell’artista, poi raffigurati nelle sue opere, in un raffronto al limite dell’impossibile tra realtà e sogno;
I COLORI DEL TRAMONTO E DELLA NOTTE – Quello in cui il sole lascia il posto al buio, alla luna e alle stelle è il momento che affascina maggiormente il pittore.

Il percorso si rivela come un labirinto vivente, attraverso i cunicoli di una mente geniale e problematica che termina nella stanza segreta, dedicata a opere degli illustri amici dei quali l’artista si circondò durante la propria permanenza nella Ville Lumière. Provenienti da collezioni private, i capolavori di autori come Monet, Degas e Renoir aiutano a definire un contesto artistico unico e febbrile, popolato da giganteschi protagonisti dell’Impressionismo e del Post-Impressionismo.

L’esposizione è arricchita dagli abiti esclusivi sui temi di Van Gogh della collezione Art Couture della stilista Gisella Scibona.
La curatela della mostra è affidata a Giovanna Strano che, nel libro “Vincent in Love – il lavoro dell’anima”, studia a fondo e in tutti gli aspetti la personalità del pittore, facendo emergere la voce di un uomo turbato dall’esistenza e dalle vicende ostili della sua stessa vita.

INFO:
Vincent Van Gogh Multimedia & Friends
Parma, Palazzo Dalla Rosa Prati (Str. Duomo, 7)
31 gennaio – 26 aprile 2020
Orari: dal lunedì al venerdì dalle ore 09,30 – 20,00
sabato e domenica dalle ore 09,30 – 21,00
www.vangoghmultimediaexperience.it
www.visitemilia.com

Dove mangiare
Ristorante Gallo d’oro
Borgo della Salina 3
Parma
Tel. 0521 208846
A due passi dalla mostra, il Gallo d’Oro propone la tipica cucina parmense, quindi torta fritta, culatello, strolghino tagliati con affettatrici vintage, cappelletti con ragù di strolghino o in brodo, rosa di Parma (arrosto di manzo con Parmigiano Reggiano e prosciutto crudo) e da provare assolutamente il bacio di Parma, una sorta di tiramisù, e la pera sciroppata al Lambrusco con crema pasticciera e crumble al cacao.

0Shares
0
Isabella Radaelli

Isabella Radaelli

Giornalista gourmet e viaggiatrice, ha trasformato le passioni per il cibo, il vino e i viaggi in un lavoro. Collabora per diverse riviste e giornali nel settore dell’enogastronomia, del turismo e del benessere ed è socia e consigliere di Neos – giornalisti di viaggio associati. Quando è all’aeroporto si sente già in vacanza e quando intraprende un nuovo viaggio si entusiasma come fosse il primo. Il viaggio per lei è a 360° e attraversa non solo i Paesi, ma tocca la cucina, le persone, le albe e i tramonti. Adora uscire a cena e andare alla scoperta di nuovi locali. Quando si deve sedere in un ristorante o in qualunque altro luogo, non sceglierà mai un posto a caso, perché segue le regole del Feng Shui. Ha pubblicato due libri: “Emozioni” una raccolta di poesie e “Tutti i segreti del Tortello Cremasco – Non c’è la zucca!”.