"LITORAL", L’ARGENTINA DA SCOPRIRE

“LITORAL”, L’ARGENTINA DA SCOPRIRE

Scritto da Carlo Ingegno on . Postato in Coppia, Destinazioni, Itinerari, Single

Siamo nella regione argentina del Litoral, tra luoghi suggestivi e zone remote ancora inesplorate. Un territorio che rappresenta la seconda zona umida più grande al mondo, con una biodiversità unica, che detiene numerose specie in via d’estinzione. Un’affascinante itinerario da non perdere e vivere in prima persona non appena le norme sanitarie lo permetteranno.

Litoral, Argentina.

L’argentina invita i viaggiatori a visitare i suoi paesaggi più unici e spettacolari

L’Argentina è da visitare tutta, ma ci sono dei luoghi nel Paese Sudamericano dove almeno una volta nella vita bisogna viverli. E’ il caso della regione argentina del Litoral una terra ricca di foreste e cascate, dove è possibile visitare luoghi incredibili e ancora sconosciuti. Esteros del Iberá, nella zona di Corrientes, è uno di questi posti da scoprire. Si tratta della seconda zona umida più grande al mondo e possiede una biodiversità unica che ospita diverse specie in via d’estinzione. Queste caratteristiche così peculiari lo rendono un luogo speciale in Argentina, che merita di essere visitato almeno una volta nella vita. 

Una grande varietà di attività per far conoscere i suoi ambienti naturali e non solo

Così come il Parco Nazionale El Palmar, a Entre Ríos, con i suoi 8.500 ettari di foreste a galleria create per preservare i palmeti di Yatay. A differenza di altri parchi in cui è difficile avvistare la fauna, qui i visitatori possono incontrare diverse specie che si aggirano tranquillamente tra i turisti. Inoltre, la zona offre una grande varietà di attività per far conoscere i suoi ambienti naturali e il suo patrimonio culturale: dalle passeggiate in bicicletta o a piedi, alle traversate del fiume in canoa o a cavallo.

Alla scoperta di una delle sette meraviglie naturali del paese

In Argentina la natura sembra non finire mai e una buona prova di questo è il Bañado la Estrella, attrazione turistica per eccellenza della provincia di Formosa, una delle più grandi zone umide del Sud America e una delle sette meraviglie naturali del paese. Un luogo che ospita un ecosistema e una biodiversità eccezionali, in cui hanno luogo dei processi ecologici unici.  

Dove contemplare uno dei cieli più sorprendenti del pianeta

La regione di Cuyo offre anche destinazioni fuori dai circuiti turistici, che i viaggiatori possono aggiungere al proprio itinerario per scoprire luoghi magici e affascinanti. È il caso del Parco Provinciale Ischigualasto, nella zona di San Juan. Un’enclave conosciuta in tutto il mondo come “La Valle della Luna”, i cui paesaggi desertici lunari non lasciano indifferente chiunque la visiti. O ancora il Parco Nazionale El Leoncito, una vera oasi nel deserto di San Juan, dove è possibile contemplare uno dei cieli più sorprendenti del pianeta, durante i tour notturni organizzati per vedere la Via Lattea, i pianeti, le stelle e altri fenomeni celesti.
Foto courtesy by Visit Argentina

Info: http://visitargentina.site/en/

Carlo Ingegno

Il primo grande viaggio? Quasi 15 ore di aereo per attraversare il mondo, ed arrivare in fondo al Sud America, tappa la bella Buenos Aires, dove ci rimane per ben dodici anni. Qui la prima esperienza lavorativa, nell'editoriale Rizzoli, che aveva acquistato nella città tanto amata da Jorge Luis Borges una nota casa editrice. Negli anni ‘80 torna in Italia, a Milano, questa volta per lavoro in Rcs, dove si occupa di immagine e grafica. Inoltre viaggia, fotografa e scrive storie dal mondo con approccio esplorativo sempre attento ai dettagli. Oggi dirige Agenda Viaggi con un gruppo di persone molto speciali. Vive a Monza ma spesso si sposta a Verzimo, un paesino del XI sec. in provincia di Vercelli, in una casa piccola, soleggiata, per metà ristrutturata, un giardino incolto e mobili tutti diversi per epoche e stili, come la vecchia tavola da surf testimone di lunghe cavalcate sulle onde in California o come l'eccentrico menù del caffè Granola a Copenaghen, la foto scattata alla cisterna di vetro colorata da Dumbo, Brooklyn, dell'artista Tom Fruin, e le belle stampe che immortalano la piacevole solitudine sulla spiaggia di Margate nella contea del Kent in Inghilterra.