L’ALSAZIA E IL NATALE SUL CONFINE

Scritto da Camilla Castellani on . Postato in Destinazioni, Weekend

Il Natale sembra essere stato inventato per l’Alsazia che vi si dedica con gioia ed entusiasmo per adornarsi di tutti i sapori, usi e costumi delle feste.

 

Alsazia, Francia.
L’attesa più trepidante e ponderata, quella più impazientemente goduta: l’Avvento. Le quattro settimane che precedono il Natale, i ventotto frenetici giorni dove gli impegni si accumulano alle buone intenzioni e ai pensieri dolci.
Gli unici esseri umani che riescono a mantenere un invidiabile controllo in questa corsa al Natale, sono i bambini. Lo stupore nei loro occhi: respirano ed emanano magia. È come se la loro curiosità, per un’inspiegabile equazione, tendesse all’infinito. Mi piace fotografare i loro sguardi, soprattutto standomene seduta su questa panchina di Colmar, tra un sorso di cioccolata calda e l’altro.

Il Natale sembra essere stato inventato per l’Alsazia che – maestosa regione sul confine orientale francese – con i suoi castelli arroccati, selvaggia con le sue foreste infinite, appassionante nei suoi musei e generosa a tavola, vi si dedica con gioia ed entusiasmo per adornarsi di tutti i sapori, usi e costumi delle feste.

Colmar è così romantica, l’ultima dei romantici oserei dire. Non si vivono sensazioni melense ma passionali nel loro essere semplici. Si vive la tradizione, si respira la storia. Da Piazza dei Dominicani al “mercato dei bambini”, dalla zona del Koifhus a Piazza dell’Ancenne Douane passando per Piazza Jeanne D’Arc: i canali, le stradine strette, i fiori fanno strada ai cinque mercatini che dal 24 novembre al 30 dicembre, così anche quest’anno, rendono ancor più irresistibile l’alsaziana Colmer.

Ogni città e ogni villaggio offre qualcosa di proprio, i suoi momenti unici. Il mercatino di Strasburgo è famoso in tutto il mondo e Mulhouse orna il proprio con una stoffa di Natale creata per l’occasione ogni anno. Imperdibile la scoperta dei classici concerti delle Noëlies, i cori di Natale, le veglie e i magici spettacoli notturni, insieme a un artigianato veramente autentico.

Con questo invito al viaggio, l’Alsazia si rivela squisita, unica, grandiosa, stupefacente: un’audace ispirazione!
Rimango seduta ancora un attimo, osservo i cambiamenti, mi affeziono alle trasformazioni: per ogni 25 dicembre c’è un Natale sempre diverso. Ed è tutto bellissimo.

 

Per maggiori informazioni:
france.fr
experience.alsace

 

Camilla Castellani
camilla@agendaviaggi.com

 

 

Tags:

Camilla Castellani

Camilla Castellani

Arte, fotografia e musica i suoi giù grandi interessi. Appassionata di cultura urbana. Le entusiasma viaggiare e lo farebbe, se avesse soldi. Le piace scrivere di tutto, tranne la sua bio.