In Valle Stura il Cantiere teatrale Terract

In Valle Stura il Cantiere teatrale Terract

Scritto da Giuseppina Serafino on . Postato in Appuntamenti, cinema

Dal 17 al 31 luglio 2020 Il progetto transfrontaliero Italia-Francia Terract- Gli Attori della Terra in Valle Stura per la valorizzazione del patrimonio naturale e culturale attraverso il Teatro Sociale e di Comunità.

Valle Stura, Piemonte, Italia.
Numerosi eventi di Teatro Sociale e di Comunità come feste, balli, incontri, relazioni performance ed installazioni artistiche animeranno i territori della Valle Stura e della Vallée de la Tinée, dal 17 al 31 luglio 2020. Si tratta di un progetto europeo Interr Alcotra Terract-Gli attori della Terra che, nell’arco di tre anni, con alcuni studenti apripista, è riuscito a coinvolgere residenti, associazioni, enti locali e artisti teatrali. Sono stati investiti circa trecentomila euro in particolar modo fra 200 comuni e realtà associative delle valli Vermenagna, Roya, Stura, Gesso, Vesubie Tinée.

Migliaia gli spettatori coinvolti con il rispetto delle norme di sicurezza, fra i quali trenta operatori formati per raccontare in modo attrattivo le risorse del territorio, oltre a cento giovani protagonisti di attività promozionali ed artistiche Tutto ciò rientra nel Programma di Cooperazione transfrontaliera Italia -Francia Alcotra 2014­- 2020 e scaturisce dalla collaborazione di Social Communuty Theatre Centre Corep di Torino (capofila) con la Compagnia Il Melarancio di Cuneo e il Théatre National de Nice. Le attività del cantiere artistico si svolgeranno con “I Postini itineranti”, che dal 24 al 27 luglio distribuiranno e poi raccoglieranno le cartoline originali Terract per le strade di Demonte, Vinadio, Aisone, Roccasparvera e al santuario di S.Anna.

Questo strumento servirà per raccontare la valle Stura contemporanea e meno conosciuta, coinvolgendo gli abitanti , tramite fotografie o disegni dei bambini in luoghi per loro significativi. Lunedì, 27 luglio, alle h. 19.00 a Demonte verrà inaugurato “I Fili le voci della Valle”, un percorso guidato di installazioni e tracce audio per rendere visibili i fili che collegano le esistenze delle persone che vivono in quelle zone. Il percorso accessibile anche a ipovedenti, sarà tradotto nella lingua dei segni nella giornata inaugurale. Momento conclusivo del cantiere teatrale Terract sarà “Saluti e Baci #Postcards”, in scena il 30 luglio al Forte Vinadio con racconti, musica ed aneddoti che coinvolgerà il pubblico nella scrittura e spedizione di speciali cartoline a destinatari lontani.

Alberto Pagliarino, Project manager di progetto dell’SCT Centre ha dichiarato: “Emerge la consapevolezza che nelle località di montagna c’è il futuro, che occorre rimetterle al centro di un dibattito ambientale e culturale valorizzando le numerose risorse già presenti sui territori montani. Emerge la “restanza” , ovvero la scelta di rimanere nei borghi per alimentarli di nuove energie.”

INFO:
L’ingresso a tutti gli eventi è gratuito
Per maggiori informazioni sul programma:
www.terract.euinfo@terract.eu – facebook.com/terract.eu – @terract.eu

Giuseppina Serafino

Giuseppina Serafino

Tutto è nato per caso…dai viaggi d’infanzia al Sud, da quell’osservare il mondo dal finestrino di un treno, che procurava un senso di pienezza e di libertà. E poi...la passione per la bicicletta e il cicloturismo, la scrittura, da letterata a giornalista; la musica come una sorta di azione terapeutica, per il cuore prima ancora che per la mente. In seguito sono sopraggiunti il cinema e il trekking, come metafora di un obiettivo da raggiungere in un perenne viaggio sempre da costruire. Sì, i viaggi,in stile low cost e “fai da me”. Una vita forse frenetica, ma inebriante… sia pure, a modo mio!