HOTEL VIU MILAN. LUSSO ECOSOSTENIBILE NEL CUORE DI MILANO

Scritto da Ivan Burroni on . Postato in Alberghi e Spa

The Viu albergo terrazzza

È il 2017 quando, nel cuore di Porta Volta, uno dei simboli della rinascita architettonica meneghina, tra antiche fabbriche rinnovate e sontuosi palazzi contemporanei, nasce VIU Milan, hotel che sviluppa il suo concetto peculiare di lusso attraverso gli otto piani dell’edificio che lo ospita. Edificio che si sviluppa in intimità con il verdissimo giardino verticale che lo abbraccia dalle fondamenta al cielo, e che ospita sulla sua sommità la VIU Terrace, l’unica terrazza milanese con vista a 360° e piscina, che nelle calde giornate estive diventa il cuore pulsante dove pranzare, rilassarsi, nuotare, rinfrescarsi o concedersi un aperitivo.

VIU coniuga, sin dalla sua venuta al mondo, design d’avanguardia, servizi extra lusso e sostenibilità ambientale. Ma sarà il 2020, l’anno del covid-19, a imprimere maggior consapevolezza e a suggellare la via definitiva dell’hotel. La visione futuristica e anticipatoria della famiglia Viscardi, hotelier milanesi già proprietari di altre realtà alberghiere cittadine, diventa oggi obbligo morale in un mondo del quale si è compresa la fragilità, dove gli equilibri globali si giocano nell’interconnessione dei comportamenti locali, che rappresentano un contributo tangibile nonché un esempio da emulare.



In questo senso VIU Milan, tra i primi ad aprire la via del lusso sostenibile, vuole essere in grado di offrire ai suoi ospiti un’esperienza di lusso totale coniugandola con un rispetto dell’ambiente anch’esso totale.
Così, quando l’ospite entra ed esce dalla camera con la sua chiave elettronica 100% legno, sa che un sistema di rilevazione di presenza si occuperà di accendere e spegnerà le luci, personalizzabili a seconda del mood e dell’atmosfera che si vuole creare, in maniera automatica, senza rischio sprechi.

Ma è in tutto l’hotel che l’ospite è circondato e coadiuvato da tecnologie a consumo energetico ridotto o nullo. Sopra la sua testa pannelli solari; sotto i suoi piedi un sistema idrico che attinge direttamente all’acqua di falda; tutt’intorno le pareti laterali dell’hotel sono ricoperte da piante che assorbono l’anidride carbonica, filtrano l’aria dalle sostanze inquinanti, regolano naturalmente e senza sprechi la temperatura interna (e urbana, perché le piante fanno bene anche alla città), riducono l’inquinamento acustico e lo proteggono dal fuoco – il tappeto erboso essendo costituito all’80% da acqua, se correttamente mantenuto, risulta non infiammabile.


Il prodotto di piccoli gesti e piccole attenzioni moltiplicati nel numero dà risultati inaspettati. Nel campo della sostenibilità ambientale sono tante le accortezze che VIU mette in atto: uso di detergenti ecologici, servizio doggy bag, atteggiamento vegan friendly, utilizzo di materiali compostabili al 100% – si pensi alla quantità di cocktail serviti durante un aperitivo, si pensi al numero di cannucce utilizzate e si faccia uno sforzo immaginativo, per avere un’idea di quanta plastica viene prodotta in un anno per sostenere 365 aperitivi serali di un singolo bar.

Hotel VIU Milan offre anche una palestra, dotata di attrezzature TechnoGym e di una zona d’allenamento dedicata al Crossfit, una spa con sauna, bagno turco, docce emozionali e cascata di ghiaccio, il Bulk Mixology Food & Bar e il ristorante gourmet “Giancarlo” Morelli, capitanato dall’omonimo chef.

Ivan Burroni
inungiorno.com

Ivan Burroni

Personaggio dai mille interessi, la maggior parte dei quali ha una vita breve quanto quella di una farfalla Effimera. In mezzo al marasma di entusiasmo per le cose della vita tuttavia esistono delle costanti, tra le quali il viaggio e la scrittura. Sogna di unire alle sue due passioni anche l’altro grande amore: quello per la sociologia e lo studio dell’uomo. Cosa ama fare in vacanza? Affittare una vespa e girare senza meta, perdersi nella giungla cittadina o nella natura inesplorata di un luogo esotico e registrare impressioni su carta, magari su un tavolino che dà direttamente sull’oceano, con un bicchiere di vino in mano e la luce del tramonto che lentamente affievolisce per lasciare il posto all’ebbrezza della notte. Ha fondato il magazine InUnGiorno.com