HAWAII: GUIDA ALLA SPLENDIDA ISOLA DI OAHU, SEDE DELLA CAPITALE DELLO STATO

HAWAII: GUIDA ALLA SPLENDIDA ISOLA DI OAHU, SEDE DELLA CAPITALE DELLO STATO

Scritto da Pamela Cazzaniga on . Postato in Destinazioni, viaggi senza barriere

HAWAII: GUIDA ALLA SPLENDIDA ISOLA DI OAHU, SEDE DELLA CAPITALE DELLO STATO

Al largo delle coste californiane c’è un’arcipelago di isole vulcaniche che prende il nome di Hawaii. Appartengono agli Usa e sono rinomate per i suoi paesaggi selvaggi e per i numerosi vulcani. In questo articolo vi porterò virtualmente a Honulolu, capitale delle Hawaii nonché città più popolosa, con le spiagge dorate di Waikiki, il memoriale di Pearl Harbour e i luoghi dove venne girata la famose serie degli anni ottanta “Magnum PI”.

HAWAII: GUIDA ALLA SPLENDIDA ISOLA DI OAHU, SEDE DELLA CAPITALE DELLO STATO

Oahu Island, Usa.
Le isole principali dell’arcipelago della Hawaii sono otto: Niijau, Kauai, Oahu, Molokai, Lanai, Kahoolawe; Maui e l’isola di Hawaii. Quest’ultima viene anche soprannominata “The big island” perché la più grande di tutte. Le Hawaii sono isole tropicali situate ad una latitudine compresa tra i 23 e i 18 gradi a nord in mezzo all’Oceano Pacifico. Sono molto lontane dall’Italia, occorrono infatti ben 20 ore di volo per raggiungerle. Io mi sono recata a Honolulu volando da San Diego con la compagnia di bandiera Hawaiian Airlines. Dall’aeroporto di Honolulu, distante circa 15 km dal centro, è possibile giungere il proprio hotel anche in limousine.

Negli anni ’80 un gran numero di persone, me compresa, guardava un telefilm molto amato e seguito dai Paesi di tutto il mondo: Magnum PI. Tom Selleck sfrecciava con la sua Ferrari rossa fiammante 308 GTS tra le strade delle capitale investigando circa i delitti e i misteri che accadevano sull’isola. L’investigatore privato Thomas Magnum era ospitato in una bellissima villa con vista sull’Oceano. La serie fu prodotta partendo dalle strutture utilizzate per una famosa serie precedente, Hawaii Squadra Cinque Zero e andò in onda in Italia dal 1982 al 1990.

La capitale delle Hawai è Honolulu, posizionata sulla costa meridionale dell’isola di Oahu e ritenuta la porta d’accesso all’arcipelago statunitense. Il suo centro comprende tutti gli edifici federali e statali, tra cui lo State Capitol (palazzo del governo) e Iolani Palace, un tempo dimora degli ultimi sovrani della Hawaii e tuttora unico palazzo reale degli Stati Uniti. A pochi passi da questi palazzi inizia il quartiere di Chinatown, che ha occupato gran parte della città. A qualche isolato più a ovest svetta l’Aloha Tower e i terminal delle navi da crociera. Quasi tutta la costa è contornata da grattacieli ad uso d’ufficio o da enormi hotel a molti piani “american style”. Non dimentichiamoci che Honolulu ha dato anche i natali all’ex presidente degli Usa Barack Obama. Ma chi si reca sull’isola di Oahu vuole soprattutto vivere la sua splendida natura e godersi le spiagge dorate.

HAWAII: GUIDA ALLA SPLENDIDA ISOLA DI OAHU, SEDE DELLA CAPITALE DELLO STATO

Tra tutte spicca Waikiki Beach, il cui quartiere vivace è noto per la famosa spiaggia dei surfisti. Sulla lussuosa Kalakaua Avenue si snodano le boutique degli stilisti più famosi, mentre la sera ci si sposta a Kuhio Beach animata da locali e bar sul lungomare. Waikiki è lunga più di 3 km ed è frequentata dalla maggior parte dei turisti che si recano in visita alle Hawaii. Purtroppo nessuna spiaggia di questa zona presenta passerelle per l’accesso alle sedie a rotelle. E’ suddivisa in diverse zone, ognuna delle quali ha il suo nome. In questo quartiere vi sono anche uno zoo e un acquario dove anche i visitatori più piccoli possono trascorrere qualche ora senza annoiarsi. Da Waikiki è possibile effettuare la gita sottomarina con l’Atlantis Submarine per scoprire la barriera corallina coi suoi colori sgargianti e vivaci.

I fan del più recente telefilm Lost possono trovare a Ohau pane per i loro denti. Diverse società organizzano tour guidati nelle diverse location dove è stata girata la serie. Non scordatevi di munirvi di repellenti per insetti e di un giubbotto permeabile che possono essere utili in alcuni siti che visiterete.

La vacanza hawaiana non è completa se non si partecipa al Luau, tipica festa che coinvolge gli spettatori con danze ed esibizioni varie. I ballerini indossano gonnelline con frange colorate. Molto coinvolgente!

Se pensate che le isole Hawaii non abbiano storia vi sbagliate… A Honolulu è possibile visitare il National Memorial Cemetery of the Pacific, un vero e proprio memoriale per onorare tutti gli uomini e le donne che hanno prestato servizio negli Stati Uniti. Accessibile in sedia a rotelle.

HAWAII: GUIDA ALLA SPLENDIDA ISOLA DI OAHU, SEDE DELLA CAPITALE DELLO STATO


IL TACCUINO DI AGENDA VIAGGI

Imperdibile
Una visita alla base navale di Pearl Harbour non può di certo mancare se vi recate sull’isola di Oahu. L'”operazione Hawaii”, così fu chiamata l’attacco di Pearl Harbour, ebbe luogo il 7 Dicembre 1941 da parte delle forze aeronavali giapponesi che attaccarono le installazioni militari statunitensi posizionate nella base navale dell’isola. I giapponesi dichiararono guerra provocando l’ingresso nella seconda guerra mondiale degli Usa. L’attacco fu guidato dall’ammiraglio Isoroku Yamamoto con l’intento di distruggere la flotta statunitense del Pacifico. L’operazione fu un successo, e in poco meno di un’ora i 350 aerei giapponesi partiti dai loro portaerei inflissero pesanti danni alla flotta delle Hawaii. Le perdite umane ammontarono a 2403 morti statunitensi, ma ciononostante per i giapponesi fu un triste successo. Oggi milioni di persone visitano l’USS Arizona Memorial, uno dei più toccanti d’America. A pochi km da Honolulu è possibile rivivere il ricordo dell’attacco di qual lontano 7 Dicembre. Il primo edificio che si incontra nell’enorme Pearl Harbour Historic Site è il Pearl Harbour Visitor Center dove, attraverso l’allestimento di due sale piene di foto e di oggetti, viene fornita una chiara versione degli eventi che hanno portato all’attacco. Successivamente si raggiunge il memoriale della USS Arizona, posizionato sull’acqua e raggiungibile tramite un battello accessibile in carrozzina. La nave, al cui interno vi sono ancora i resti delle vittime, è adagiata sul fondale ma è ben visibile a occhio nudo. La struttura del memoriale è composta da un corridoio aperto ai lati che conduce a una sala dove sono impressi tutti i nomi delle vittime. Si prosegue con la visita del sottomarino USS Bowfin che fu inaugurato esattamente un anno dopo quel terribile attacco. Il sito è visitabile tutti i giorni dalle 8 alle 16, mentre nei mesi estivi chiude alle 17. Totalmente accessibile in sedia a rotelle.

Dove mangiare
La Mer, esclusivo ristorante francese. Situato su Kalia RD a Honolulu, l’esclusivo ma allo stesso tempo accogliente ristorante propone postate presentate in modo impeccabile. La sua posizione sull’oceano lo rende perfetto per ogni occasione. Ristorante Orchids a Honolulu. Tavoli vista mare, vini di qualità e personale cordiale. Deliziosi i ravioli di gamberi e il carpaccio di pesce. Per gustare un delizioso happy hour recatevi al Duke’s Waikiki a Waikiki Beach. Propone piatti di cucina hawaiiana come il calamaro Luau e il Pollo Huli Huli. Nelle vicinanze di Pearl Harbour trovate il Noi Tahi Cuisine, il miglior ristorante thailandese dell’isola. Locale molto elegante e di livello. Piatto consigliato: Pad Thai, davvero superlativo!

Dove dormire
Hilton Hawaiian Village posizionato sulla spiaggia più bella ed elegante di Waikiki. Questo meraviglioso resort dista solo 5 km dal centro di Honolulu. Si snoda su novanta ettari dove sono posizionati tre hotel, cinque piscine, scivoli d’acqua, oltre novanta tra boutique e negozi e ben diciotto ristoranti. Per rilassarvi ulteriormente recatevi alla Mandala Spa che offre una selezione esclusiva di trattamenti e massaggi. Vi sono anche numerose attività giornaliere, lezioni di hula, corsi di snorkeling e programma per bambini al Camp Penguin. Consigliato alle coppie in viaggio di nozze che possono rinnovare le promesse nella romantica cappella bianca situata nel centro del complesso. Totalmente accessibile in sedia a rotelle.
Ulteriori informazioni: https://www.visitusaita.org/

Pamela Cazzaniga

Tags: ,

Pamela Cazzaniga

Pamela Cazzaniga

Solare, vivace ed esuberante ama da sempre le lingue e i viaggi. Vive in provincia di Lecco, vicina alla soglia dei 40 anni è da 18 su una sedia a rotelle a causa di un brutto incidente stradale. Dopo aver superato il trauma ha ripreso a girare il mondo e, sull’onda di questa grande passione, nel 2014, ha aperto un blog “ilmondodipamela.it” per stimolare i disabili a viaggiare. Felice di collaborare con Agendaviaggi che le permette di realizzarsi come donna, viaggiatrice ma soprattutto come disabile. Il suo motto è “crederci sempre arrendersi mai!”