Un viaggio formativo tra hotel d’eccellenza e tradizioni culinarie per gli studenti che vogliono operare nel campo della ristorazione.

Chef in Tour

Scritto da Giuseppina Serafino on . Postato in Appuntamenti, Food&Drink

Un viaggio formativo tra hotel d’eccellenza e tradizioni culinarie per gli studenti che vogliono operare nel campo della ristorazione.

Milano, Italia.
Presso il Vik hotel Galleria di Milano è stato presentato “Chef in Tour, un percorso alla scoperta di 12 realtà alberghiere d’eccellenza dell’intera Regione Lombardia secondo un tema individuato ogni anno. L’edizione pilota del progetto, appena varata, ha visto la partecipazione di 3 hotel , Agri-hotel, Boutique Hotel e Art Hotel : ” La Fiorida” – Sondrio,” La Casa sull’Albero”- Lecco, “Galleria Vik” – Milano. In ogni tappa gli allievi del CFPA Casargo, una prestigiosa scuola alberghiera in provincia di Lecco, hanno ideato con lo Chef della struttura una ricetta ad hoc. Ognuna di queste coniugava le caratteristiche dei prodotti locali dell’area in cui la scuola è ubicata, con le tradizioni gastronomiche dell’area di riferimento dell’hotel. Chef in Tour rappresenta una grande occasione formativa per i giovani chef e si pone come un vero e proprio viaggio all’insegna del gusto e dell’accoglienza regionale, sui bellissimi paesaggi in cui gli alberghi sono inseriti. Il risultato finale di questo viaggio sarà visibile a partire da lunedì, 16 dicembre, sul sito di TG COM 24 e su altri canali di comunicazione del CFPA.

La Fiorida (SO), situata nella bassa Valtellina, tra Alpi Orobiche e Retiche, vanta una realtà produttiva a Km zero in cui le materie prime vengono lavorate nel caseificio e nel macello interni all’azienda. I prodotti finiti vengono venduti o impiegati per la preparazione dei piatti dei due ristoranti. Il Ristorante delle Emozioni, ribattezzato in dialetto valtellinese La Preséf (la mangiatoia), si trova nel cuore di una vera fattoria e ha ottenuto una stella Michelin nel novembre 2013, con lo chef Gianni Tarabini. Gli allievi di Casargo con lui hanno realizzato dei “Bottoni ripieni” di trippa alla birra e al pomodoro, con un accompagnamento al bitto e zucca in agrodolce.

La Casa sull’Albero (Lc), situata nell’antico borgo di Malgrate, sul Lago di Como, è circondata da un parco di alberi secolari con piscina all’aperto; il Ristorante Da Giovannino con il giovanissimo chef Alessio Limonta e i ragazzi hanno creato una faraona ripiena con castagne e salsiccia cotta a bassa temperatura in riduzione di caffè.

Galleria Vik Milano è l’unico hotel di arte moderna nel capoluogo lombardo, che costituisce una vera celebrazione della storia, della cultura e dell’arte. Gli alunni del CFPA Casargo , con la supervisione del giovane chef del Vikissimo German Batancur, hanno preparato un risotto alla zucca con taleggio in due consistenze.

Il Centro di Formazione Professionale Alberghiero (CFPA) di Casargo, elabora percorsi formativi di durata triennale che portano a conseguire la qualifica di Operatore della ristorazione, di Operatore della trasformazione agroalimentare-Panificazione e Pasticceria, riconosciuta a livello europeo. La struttura organizza gemellaggi con scuole alberghiere italiane ed europee, partecipando a gare gastronomiche internazionali che dal 2013 vengono ospitate in primavera.

Chef in Tour ci ha colpito molto per il suo carattere educativo e formativo e perché c’è la possibilità di mostrare le tradizioni tipiche culinarie della Lombardia. Crediamo che il format della trasmissione serva a far capire quanto si stia evolvendo il mondo dell’ospitalità, mostrando come si lavora all’interno delle strutture alberghiere” ha dichiarato Luca Sordi, Account Manager di Zucchetti, Main Partner dell’iniziativa.

Giuseppina Serafino

Giuseppina Serafino

Tutto è nato per caso…dai viaggi d’infanzia al Sud, da quell’osservare il mondo dal finestrino di un treno, che procurava un senso di pienezza e di libertà. E poi...la passione per la bicicletta e il cicloturismo, la scrittura, da letterata a giornalista; la musica come una sorta di azione terapeutica, per il cuore prima ancora che per la mente. In seguito sono sopraggiunti il cinema e il trekking, come metafora di un obiettivo da raggiungere in un perenne viaggio sempre da costruire. Sì, i viaggi,in stile low cost e “fai da me”. Una vita forse frenetica, ma inebriante… sia pure, a modo mio!