A GRONINGEN APRE IL PRIMO CAFFE’ PER CAT LOVERS

Scritto da Alfredo Verdicchio on . Postato in Cultura

Groningen, Olanda.
«…Ma io vi dico che un gatto ha bisogno di un nome che sia particolare, e peculiare, più dignitoso; come potrebbe, altrimenti, mantenere la coda perpendicolare, mettere in mostra i baffi o sentirsi orgoglioso? …» E’ un passo di una delle più belle poesie di T.S. Eliot Il nome dei gatti.
Il gatto, dalla notte dei tempi accompagna l’uomo con la sua presenza silenziosa, il suo alone di magia e mistero. Gli egiziani lo avevano divinizzato vedendo nei suoi tratti la dea Bastet, dea della fecondità e dell’amore materno. E dei gatti, oltre a Eliot, anche altri scrittori si sono occupati. Ricordiamo Lope de Vega che scrisse la Gattomachia o Perrault che lo mise protagonista di una fiaba celebre “Il Gatto con gli Stivali” e poi Kipling Carroll che lo colloca in Alice nelPaese delle meraviglie e ancora Baudelaire e Pablo Neruda che scrissero una stupenda ode al gatto.

bar-dei-gatti-a-groningen-700
A tutto questo aggiungete poi anche dati scientifici: accarezzare un gatto ha benefici effetti sull’apparato cardiovascolare. Inevitabile pensare quindi che questo dolce quattrozampe può accompagnare l’uomo anche fuori di casa ad esempio in un coffe shop e creare un nuovo trend. I primi ad intuire che poteva essere una buona idea sono stati i giapponesi che nel 1988 aprirono il primo Neko caffè (in giapponese neko significa gatto) del mondo «Il giardino fiorito dei gatti» a Taiwan.
In pratica l’idea era gustare una bevanda circondati dall’affetto e dalle fusa dei gatti. Questa idea si è diffusa nel mondo a macchia d’olio e caffè per gatti sono stati aperti in numerose città come Parigi, Melbourne, Budapest, Londra e anche nella nostra Torino.
Oggi si aggiunge all’elenco la bella città olandese di Groningen che all’Op z’n Kop propone la formula caffè con gatto.
Qui si può sorseggiare un caffè, un tè, e mangiare un muffin accanto a un micio che vi fa le fusa. I gatti si muovono liberamente da un tavolo all’altro. Ce ne sono sei, tutti adottati dal locale e ovviamente ben curati e vaccinati.
Il locale, quasi inutile dirlo, ha avuto un immediato successo tanto che è stata già annunciata l’apertura del Poeslief. Un modo originale e distensivo per iniziare come si deve una giornata tra un caffè, un miao, una torta gustosa e se si entra  in empatia col micio anche qualche fusa….

Op z’n Kop
Oude Ebbingestraat 57, Groningen.

Alfredo Verdicchio

Alfredo Verdicchio

Alfredo Verdicchio

Convinto che, come diceva John Lennon «La vita è ciò che ti succede mentre sei impegnato a fare altri progetti» Alfredo Verdicchio, romano, ma ormai milanese d’adozione, è un giornalista professionista con una vasta esperienza che lo ha visto anche dirigere alcuni giornali per ragazzi. Si è occupato di musica, cinema e televisione. E’ amante della buona cucina e della “sana lentezza”. Il viaggio per lui non si misura in termini di chilometri percorsi, magari in sella alla sua passione: un Harley rossa, ma in termini di sensazioni provate, di esperienze vissute, come ad esempio degustando un piatto particolare e scoprirne la storia, o magari centellinando un buon vino, oppure cogliere un nuovo aspetto della propria città. Perché tutto, alla fine, diventa viaggio a partire dalla nostra vita…