Viaggiare con il WWf

Scritto da Redazione on . Postato in Travel Operator, Turismo

WWF Travel ha deciso di associarsi a FTO-Federazione Turismo Organizzato parte di Confcommercio Imprese per l’Italia. L’obbiettivo? Rafforzare la sua posizione di operatore di nicchia con proposte sempre più diversificate che consentano ai viaggiatori di fruire della bellezza della biodiversità rispettando il valore degli ecosistemi.

Milano, Italia.
La natura così com’è e come non l’avete mai vissuta. Questo il monito con cui WWF Travel il tour operator di WWF Italia lancia la sua nuova proposta di viaggi destinati a coloro che amano la natura. Dopo il suo primo anno di vita che l’ha portata ad un volume d’affari superiore a 1.200.000 euro, ha deciso di associarsi a FTO-Federazione Turismo Organizzato parte di Confcommercio Imprese per l’Italia. L’obiettivo è quello di rafforzare la sua posizione di operatore di nicchia con proposte sempre più diversificate che consentano ai viaggiatori di fruire della bellezza della biodiversità rispettando il valore degli ecosistemi. WWF Travel ha programmato con Biosfera Itinerari, un’organizzazione di biologi e naturalisti, viaggi di osservazione naturalistica in 15 destinazioni diverse dal Polo Nord al Polo Sud, dall’Oceano Indiano all’Oceano Pacifico. Compagnia del Mar Rosso è il tour operator, specializzato in viaggi di biologia marina, con il quale sono stati ideati 5 itinerari di scoperta: Gibuti, Maldive, Filippine, Egitto e Mar Rosso; snorkelisti anche non esperti, potranno vivere esperienze straordinarie grazie ad accompagnatori provetti. Natour Biowatching, partner di WWFItalia, si avvale di un gruppo di naturalisti che promuovono un modo nuovo, lento di camminare per scoprire il patrimonio naturale ed imparare a proteggerlo. Guide bio-watchers gestiranno 30 partenze nel corso dell’anno per attraversare alcune delle più interessanti aree naturalistiche in Italia, dal parco dell’Adamello Brenta all’Elba, da Capraia al delta del Po. Oasi Stay si riferisce alla possibilità di vivere la natura pernottando direttamente all’interno di un’oasi naturale come: la Riserva naturale di Orbetello, l’Oasi WWF di Vanzago e in Sardegna l’Oasi di Scivu.

WWF Travel, insieme a Vireo, società di certificazione e GSTC che definisce i criteri di sostenibilità internazionali, vuole promuovere le buone pratiche della sostenibilità e indirizzare verso la certificazione. Un altro importante ambito turistico che da oltre 25 anni WWF Italia propone sono i campi estivi che offrono esperienze di soggiorno ispirate alla sostenibilità ambientale ed indirizzate a ragazzi dalle elementari alle superiori. Nel 2018 sono stati oltre 2.300 coloro che hanno beneficiato di queste opportunità di svago, con un incremento del 25 % rispetto al 2017. Una novità assoluta sarà un campo estivo in Grecia, nei pressi di Corinto, dove sarà possibile vivere un’esperienza di vacanza con il conforto di un genitore o di un nonno. Nell’Oasi di Orbetello, le mattinate di agosto saranno dedicate al Campo vela con gli istruttori della Società canottieri della laguna e in alternativa, chi preferisce la storia, potrà seguire attività pratiche al Campo Archeologia presso gli scavi ed il Museo Archeologico di Cosa, sul tombolo della feniglia, Riserva Naturale gestita da Carabinieri Forestali.

Puerto Galera, nelle Filippine, è una riserva marina dal 1974 che custodisce barriere coralline variopinte, popolate da una straordinaria fauna marina.
WWF Travel , Compagnia del Mar Rosso, Istituto per gli Studi sul Mare, in collaborazione con Fishermen’s Cove, dal 23 maggio al 1 giugno, invitano a partire per effettuare corsi di fotografia con Pietro Formis, e di biologia marina con Emilio Mancuso, scoprendo piccoli gioielli della biodiversità. Un modo davvero naturale di vivere il piacere della vacanza.

Giuseppina Serafino