Urban Award: la mobilità sostenibile per creare un mondo più a misura d’uomo

Urban Award: la mobilità sostenibile per creare un mondo più a misura d’uomo

Scritto da Gwen Marletta on . Postato in Appuntamenti, Spazi & Natura

Comune di Parma, vincitore del primo premio Urban Award.

Si sono tenuti questo 6 luglio gli Urban Award 2021. A Parma si incontrano organizzatori e partecipanti virtuosi per celebrare la mobilità sostenibile e spronare altri comuni italiani a seguire l’esempio.

Federica Cudini marketing manager di Bosch e Bike Systems Italia.

Parma, Italia.
Gli Urban Award sono alla loro quinta edizione e continuano ormai da anni a coinvolgere i comuni italiani in una sana competizione per andare nella direzione di una mobilità più verde. La premiazione di Parma quale vincitrice era già avvenuta nel 2020 in modalità digitale, ma viene rinnovata quest’anno per valorizzare il lavoro e gli sforzi fatti dalla città per promuovere una mobilità alternativa e meno inquinante. Partecipano alla prima parte dell’incontro il sindaco di Parma, Federico Pizzarotti, e il presidente dell’Anci e sindaco di Bari, Antonio De Caro. Proprio quest’ultimo, grande sostenitore dell’iniziativa e lui stesso assessore alla mobilità sostenibile prima del suo attuale incarico, si esprime riguardo ai passi fatti dalle varie città e sul ruolo cruciale che l’emergenza sanitaria ha avuto nell’attuazione di molti progetti nel campo. “Proprio la pandemia ha fatto capire l’urgenza di sviluppare metodi di trasporto a minore impatto ambientale dato che il trasporto collettivo non era un’opzione”, spiega De Caro. Secondo il sindaco di Bari le novità dal punto di vista giuridico ed economico hanno assistito lo sviluppo di azioni in favore mezzi sostenibili come biciclette a pedalata tradizionale e assistita e monopattini elettrici ma anche la costruzione di piste ciclabili light, realizzabili in poche settimane.

Una spinta per lo sviluppo

“Alle varie iniziative per la mobilità sostenibile si accompagnano anche sforzi per rendere più autonome le periferie”, continua De Caro. Ogni quartiere, secondo il sindaco, dovrebbe avere la sua biblioteca, zona dedicata alle attività sportive e altre strutture così da risparmiare a molti cittadini di doversi spesso spostare in centro. L’accelerazione data dalla pandemia non dovrebbe andare sprecata, processi quali la digitalizzazione hanno fatto passi da gigante grazie alle esigenze dettate dal lockdown e gli Urban Award puntano a diffondere fiducia nella mobilità sostenibile, altro settore che ha avuto un grande sviluppo dopo gli eventi dell’anno scorso. Interviene poi Tiziana Benassi, assessore alle politiche di sostenibilità ambientale del comune di Parma, sottolinea come la sostenibilità si debba ottenere non solo tramite investimenti e incentivi ma anche intervenendo su aspetti comportamentali di colo che dovranno usufruire dei servizi offerti. “Parma è già caratterizzata da un modo verde di vivere, dovevamo approfittare del modello sinergico della città per portare a frutto tutti i nostri progetti”, dichiara Benassi. Progetti presenti già dal 2017 e dal mandato precedente, secondo quanto dichiarato dall’assessore, ma che hanno trovato attuazione in questo periodo di grande difficoltà e grazie alle agevolazioni normative.

Un premio dai premiati

Parma, premiata lei stessa per i suoi sforzi, decide di celebrare questa vittoria donando 30 biciclette in modo simbolico agli stakeholder che hanno partecipato attivamente alla realizzazione dei vari progetti di mobilità sostenibile sostenuti dal comune. Per questo prende la parola anche Federica Cudini, marketing manager di Bosch eBike Systems Italia, rappresentando l’impegno dell’azienda, rinomata per prodotti di tecnologia, nel creare soluzioni più sostenibili per la mobilità di tutti i giorni. Bosch, infatti, si occupa anche della produzione di motori, batterie e computer di bordo “per mezzi che, in una città in continuo cambiamento e con nuove necessità, diventeranno un vero e proprio servizio alla comunità”. I prodotti offerti dall’azienda puntano infatti ad integrarsi nei progetti delle smart cities creando flotte di biciclette elettriche che riescano a coprire distanze più ampie e che diventino una necessità per vivere gli spazi al meglio.

Clicca su Urban Award per maggiori informazioni e il regolamento per i comuni interessati a partecipare.

Gwen Marletta

Nata a Bergamo e cresciuta tra le colline della Val di Chiana, al confine tra Toscana e Umbria. In Estonia per studi da ormai un anno ma pronta a tornare in Italia per l’imminente laurea e trovare la sua prima occupazione. Scrive per passione ormai dagli anni dell’adolescenza e si è avvicinata lentamente al mondo del giornalismo per poter comunicare le proprie idee e scoperte ad un pubblico più ampio della sola famiglia e degli amici. Laureata in lingue e presto in gestione dei sistemi turistici, si interessa nel tempo libero di pittura, fotografia e graphic design. Instancabile viaggiatrice e nomade per natura esplora il mondo da quando, a soli due anni, i suoi genitori le hanno fatto scoprire destinazioni quali Mauritius, Zanzibar e l’Egitto