THE FLOATING PIERS: 5 CONSIGLI TAGLIA-CODE

Scritto da Ermanno Lucchini on . Postato in Appuntamenti, Famiglia

Ecco come evitare disagi e ore di coda. E vivere un’esperienza unica.

Lago d’Iseo, Italia.
Incredibile il successo di pubblico che sta riscuotendo l’opera di Christo & Jeanne-Claude sul lago d’Iseo, ma incredibili anche i pesanti disagi per migliaia di visitatori arrivati a Sulzano nelle ore di punta: traffico deviato, treni cancellati e accesso alle passerelle temporaneamente bloccato per l’eccezionale afflusso a The Floating Piers. Che fare? Rinunciare alla memorabile esperienza della “camminata sulle acque”? Neanche per sogno. Segui questi consigli di AgendaViaggi e riuscirai a vivere pienamente la magìa delle passerelle sul lago, limitando al massimo i disagi del sovraffollamento.

floating-piers-consigli-700

1. Prima di partire: controlla le previsioni meteo (rimandate la visita se le previsioni annunciano pioggia o forte vento) e su questa mappa identifica l’area di sosta che fa per te, controllando se il parcheggio è aperto o è già saturo. Eviterai il serpentone delle auto in cerca di posteggio.

2. Valuta, in alternativa, se fermarti al Franciacorta Outlet Village, parcheggiando lì (così risparmi il salasso di 15 € per il posteggio a Iseo e nelle aree sosta adiacenti) e sfruttando il servizio shuttle per Sulzano, che costa solo 5,50 € a/r; Franciacorta Outlet Village organizza anche il viaggio da Milano, con partenza in largo Cairoli: fa tappa all’Outlet per poi proseguire per Sulzano e costa 25 € a/r.

floating-piers-consigli-701

3. Opzione treno: perché no? Con lo speciale Trenord Day Pass, un adulto con ragazzi al seguito fino a 13 anni può raggiungere Sulzano da qualsiasi stazione della Lombardia pagando solo 13 €. Attenzione, però: per motivi di ordine pubblico numerosi convogli sono stati soppressi, quindi occorre programmare gli orari di partenza e di ritorno con rigore.

4. Per la visita scegli, possibilmente, un giorno feriale. Se invece vuoi partire durante il week end, meglio prevedere un pernottamento in loco, prenotando però in anticipo (sul portale dell’Accoglienza turistica del Lago d’Iseo trovi un ampio ventaglio di offerte. Ricorda, però, di armarti di pazienza: molti stanno cercando la stessa cosa che cerchi tu!).

5. L’orario giusto? Dipende da te: se sei ipermattiniero, le prime ore dell’alba regalano pace (relativa) e silenzio; alle ore 8,30, però, l’afflusso è già molto sostenuto; se il riflesso della luna sull’acqua ti ispira, The Floating Piers rimane aperto per tutte le 24 ore ed è accessibile in qualsiasi momento, anche a notte fonda. Ma il momento d’oro è al calar del sole, quando l’afflusso di gente rallenta, mentre la magica luce del tramonto esalta colori e sfumature.

Ermanno Lucchini

Ermanno Lucchini

Ermanno Lucchini

Elettrizzato da Londra a 14 anni, da allora Ermanno Lucchini non ha più smesso di viaggiare: da Lodi a Milano, tutti i giorni, casa-redazione redazione-casa (prima ad Altroconsumo, poi negli ultimi vent’anni a Io donna, il femminile del Corriere della Sera). Qualche parentesi: Madagascar, Polinesia, Ngorongoro, Cina, India, Messico, Cuba, Stati Uniti, Germania (in bici: lungo il Reno, sul lago di Costanza, a Monaco, a Berlino, a Kassel per Documenta). A 59 anni si ostina a pedalare e a prendere treni affollati e quasi sempre in ritardo: dice che è la miglior terapia per rimanere vivo. E vegeto.