Scavi di Pompei gratuiti il 24 ottobre: l'occasione ideale per un soggiorno presso l'hotel Santa Caterina di Amalfi

Scavi di Pompei gratuiti il 24 ottobre: l’occasione ideale per un soggiorno in costiera

Scritto da Alessandra Chianese on . Postato in Alberghi e Spa, Appuntamenti, Cultura, Weekend

Scavi di Pompei gratuiti il 24 ottobre: l'occasione ideale per un soggiorno in costiera

L’occasione si presenta ideale per soggiornare presso il lussuoso Hotel Santa Caterina, un ambiente unico, sito nell’incantevole Amalfi, da dove godere di panorami mozzafiato.

Scavi di Pompei gratuiti il 24 ottobre: l'occasione ideale per un soggiorno in costiera

Pompei, Italia.
Il 24 ottobre ricorre l’anniversario dell’eruzione del Vesuvio, avvenuta nel lontano 79 d. C.: questa data è stata confermata in tempi piuttosto recenti grazie alla scoperta di un’iscrizione a carboncino realizzata da un “operaio buontempone”, attraverso la quale si è stabilito che l’esatta collocazione di uno degli eventi più sconvolgenti della storia dell’umanità non fosse nel mese di agosto ma ad ottobre. Per questa ragione si è deciso di consentire ai visitatori di accedere gratuitamente agli scavi di Pompei, cogliendo l’opportunità di ammirare le antiche rovine della città, gli affreschi, i mosaici, i giardini, le sculture bronzee, immaginando per un attimo di tornare indietro nel tempo, camminando su strade solcate da migliaia e migliaia di persone dell’epoca, entrando nei negozi, nelle officine, nelle case più lussuose, visitando i templi, captando lo stile di vita dei Romani. Essendo che il sito archeologico si trova a poca distanza dalla magnifica costiera amalfitana, fiore all’occhiello della Campania, l’occasione si presenta ideale per i turisti in arrivo per soggiornare presso il lussuoso Hotel Santa Caterina, un ambiente unico, sito nell’incantevole Amalfi, dove potrete godere di panorami mozzafiato.

Pompei è da sempre ricordata come una città fiorente dell’epoca romana: la produzione ed esportazione di olio e vino la rese una della più ricche, meta turistica particolarmente apprezzata anche dai patrizi della Capitale d’Italia. Purtroppo, il 24 ottobre del 79 d.C., la tranquilla e prolifera vita dei cittadini pompeiani fu interrotta dalla violentissima esplosione del Vesuvio, che ha cristallizzato l’antica città, che si estendeva su un’area di oltre 66 ettari, permettendoci oggi di scorgerla e visitarla proprio come appariva agli uomini del tempo, ignari del fatto che il monte Vesuvio fosse un vulcano attivo.

Gli Scavi di Pompei sono un sito sempre in evoluzione, un mondo che non smette di regalare agli archeologi continue sorprese. Gli scavi effettuati nel Regio V del Parco Archeologico di Pompei, hanno regalato scoperte sensazionali, tra cui quella effettuata nella domus conosciuta come Casa del Giardino, nella quale è stata ritrovata una stanza con dieci vittime dell’eruzione del Vesuvio sommerse Pompei nel 79 d.C, tra cui donne e bambini. Nella stessa domus è stata rinvenuta anche una cassa in legno che al suo interno custodiva un piccolo tesoro: 140 piccoli oggetti, tra cui amuleti e monili legati al mondo femminile, utilizzati per proteggersi dalla cattiva sorte o semplicemente come ornamento; gli oggetti preziosi, realizzati prettamente in osso, bronzo e ambra, potrebbero appartenere a una delle 10 vittime, probabilmente una intera famiglia e saranno presto esposti in una mostra alla Palestra Grande degli Scavi di Pompei.

Tutte queste meraviglie sono facilmente raggiungibili dall’Hotel Santa Caterina, costruito a picco sul mare, in uno dei punti più suggestivi della costiera, a pochi minuti da Amalfi. Dotato di due ascensori scavati nella roccia che portano direttamente agli impianti posti a livello del mare, raggiungibili anche percorrendo un sentiero immerso nella natura, tra agrumeti e giardini verdeggianti. Qui troverete piscina con acqua marina, solarium, fitness centre, bar e ristorante all’aperto.

Di recente riapertura e quindi visitabili sono attualmente Casa della Fontana Grande, Casa dell’Ancora e Tempio di Iside; dopo molti anni di chiusura si restituisce al pubblico anche la possibilità di accedere ad una delle case più famose dell’area archeologica di Pompei, la Casa dei Vettii, ornata da splendidi affreschi. Le altre domus di nuova apertura sono: la Domus dell’Efebo, le Domus di Fabius Amandio o quella del Sacerdote Amandus, entrambe più piccole e modeste della precedente ma decorate con una estrema raffinatezza.  E poi c’è la Domus del Criptoportico, con le stanze decorate con scene dell’Illiade e, pitture di altissima qualità. Interessante risulta infine la visita della Fullonica, che è uno dei più completi e importanti laboratori per il lavaggio e il trattamento dei tessuti scoperti a Pompei.

Con l’arrivo della sera, sarà possibile degustare una cena a lume di candela presso l’elegantissimo ristorante con vista sul panorama di Amalfi, al chiaro di luna, godendo di un magnifico scenario. Da non perdere, inoltre, la suite “Follia Amalfitana”, caratterizzata da una minipiscina tonda con vetrata e vista sulla baia o la suite “Giulietta e Romeo”, con terrazzino sul mare e piscina privata.

L’Hotel Santa Caterina dispone di 36 camere di tipologia standard, superior e deluxe e 13 tra junior suite, executive junior suite, suite e senior deluxe suite che si trovano nell’edificio principale. Inoltre, considerando le Garden Suite, le dépendances “Villa Santa Caterina” e la “Villa il Rosso” nell’immenso e splendente parco, si contano altre 17 camere e suite. Dal 2019 le proposte gastronomiche offerte dalla struttura sono ideate dal nuovo Chef Giuseppe Stanzione: le colazioni, gli snack, il Bistrot, l’elegante Ristorante fine dining Glicine con le vetrate affacciate sul magnifico panorama del golfo e un menù creato per soddisfare anche i palati più fini, il Ristorante Al Mare, aperto adesso sia a pranzo che a cena, con piatti più semplici e tradizionali, prevalentemente marinari. I due ristoranti panoramici dell’Hotel Santa Caterina saranno quindi aperti entrambi la sera. La Carta dei Vini offre un’accurata selezione di etichette italiane ed estere e una scelta produzione della Campania.

Non resta che prenotare la camera che più si addice alle vostre esigenze e immergersi nella splendida cornice della costiera amalfitana: una vacanza all’insegna di sole, mare, relax, benessere, luxury ma anche di arte e cultura; un’esperienza paradisiaca accompagnata anche da un’imperdibile visita agli scavi di Pompei, patrimonio UNESCO, bene dal valore inestimabile, luogo apparentemente morto che continua a sopravvivere nel corso del tempo attraverso le sue rovine.

Alessandra Chianese

Alessandra Chianese

Nata e vissuta a Giugliano in Campania, in provincia di Napoli, è da sempre appassionata di arte, di cultura, di moda e del buon cibo italiano. Amante delle lingue e studentessa di Economia, adora viaggiare per scoprire nuovi posti e allargare i propri orizzonti. La frase che più la rispecchia è un passo scritto dal grande poeta Dante: “Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza”. L’interesse per l’attualità e la politica sono sempre stati una costante nella sua vita fin da piccola: non a caso, è un’aspirante giornalista di cronaca presso un giornale della sua città.