RODI, LA MAGGIORE DELLE ISOLE DELL’ARCIPELAGO DEL DODECANESO

Scritto da Pamela Cazzaniga on . Postato in viaggi senza barriere

Molte persone pensano di andare a Rodi per trascorrere una semplice vacanza al mare in uno dei numerosi villaggi turistici. Ma quest’isola della Grecia affacciata sul Mar Egeo offre molto di più! È ricca di storia, ha villaggi pittoreschi, il mare turchese e bellissime spiagge. Vi consiglio di noleggiare la macchina, le strade sono ben segnalate e non sono troppo trafficate.

Lindos-rodi-700

La città di Rodi, situata sulla punta settentrionale dell’isola, è una splendida cittadina medioevale con parecchi monumenti da vedere. La cinta muraria che la circonda è lunga quattro chilometri e comprende la Città Alta e quella Bassa con edifici risalenti al periodo gotico e a quello ottomano. All’ingresso si ergeva una delle sette meraviglie del mondo: il Colosso di Rodi, che crollò a causa di un terremoto 66 anni dopo la sua costruzione. Oggi rimangono solo gli appoggi che sono ben visibili a occhio nudo dal porto. Questa zona è molto caratteristica e piena di negozi e di locali. Adatta non solo a coloro cercano un ambiente vivace ma anche alle famiglie che necessitano di ogni comfort. La strada del centro storico è sconnessa risultando difficile da percorrere in sedia a rotelle.

All’estremità opposta, ovvero nella parte più meridionale dell’isola, si trova Prassonissi. Trattasi di un promontorio unito all’isola da una lingua di sabbia dove sopra si erge un faro. Con l’alta marea si da origine ad un fenomeno conosciuto come  l’incontro dei due mari, il Mar di Levante e il Mar Egeo. Il mare occidentale è agitato per il soffiare dei venti mentre quello orientale è calmo e piatto. Io ho preferito fare il bagno in quest’ultimo lasciando la sponda opposta ai surfisti che giungono numerosi con le loro tavole e con i loro windsurf. Si arriva in macchina fino alla spiaggia dove c’è un enorme posteggio. Lo scenario con la bassa marea è da cartolina!

Baia-di-San-Paolo-rodi-700

A metà strada tra Rodi città e Prassonissi, sulla costa orientale, vi è il simbolo di tutta l’isola: la suggestiva Lindos. Costituita da case tipiche bianche, circonda la rocca-castello fortificata sulla quale sorgono l’Acropoli e il Tempio di Athena Lindia. Per i disabili risulta impossibile raggiungere la cima a causa della lunga scalinata da percorrere formata da 300 gradini. Vale comunque la pena di andare a vederla anche senza salirci. La miriade di casette bianche attorniate dal mare rende l’idea della vera Grecia! Lindos è circondata dalla stupenda Baia di San Paolo e da un’altra spiaggetta. In questa zona si può salire, a pagamento, sul dorso di alcuni asinelli per girovagare tra le stradine o per raggiungere l’Acropoli.

IL TACCUINO DI AGENDA VIAGGI

Le spiagge imperdibili 
Baia di Anthony Quinn che prese il nome dall’attore che vi girò un film in passato. È considerata la spiaggia più bella di Rodi col suo mare turchese e il fondale di sabbia che la rendono ideale per lo snorkeling! Peccato sia sempre stracolma di gente rendendo quasi impossibile trovare lettini e ombrelloni liberi. Vi si accede tramite una scala di legno ma il panorama più bello di questa insenatura lo si ha dall’alto.

Più accessibile a disabili è Agathi Beach, conosciuta anche come Golden Sand data la sua sabbia dorata. Nonostante sia isolata e non al centro del turismo, è piuttosto frequentata.

Kallithea, famosa per le terme. È una spiaggia tra le più frequentate, grazie anche alla vicinanza con Rodi città. Qui si trovano numerose sorgenti di acqua calda immerse nel verde di pini e palme.

Dove dormire
Aldemar Paradise Village a Kallithea. È un luxury all-inclusive resort cinque stelle affacciato sul mare con numerose piscine, centro spa, vari ristoranti a tema e, per i più nottambuli, la discoteca.

Dove mangiare
Taman, ubicato a Rodi città. Piccolo e con lunghe code all’entrata che saranno ripagate dalla cortesia del personale e dall’ottima qualità del cibo.
Piatto consigliato: involtini di melanzane ripieni di feta.

Taverna Kamarico a Lindos. Tipica taverna greca con cucina Lindia e con vista panoramica sull’Acropoli.
Piatto consigliato: Gyros, pita farcita con tzatziki, carne di maiale e verdure.

Pamela Cazzaniga

Pamela Cazzaniga

Solare, vivace ed esuberante ama da sempre le lingue e i viaggi. Vive in provincia di Lecco, vicina alla soglia dei 40 anni è da 18 su una sedia a rotelle a causa di un brutto incidente stradale. Dopo aver superato il trauma ha ripreso a girare il mondo e, sull’onda di questa grande passione, nel 2014, ha aperto un blog “ilmondodipamela.it” per stimolare i disabili a viaggiare. Felice di collaborare con Agendaviaggi che le permette di realizzarsi come donna, viaggiatrice ma soprattutto come disabile. Il suo motto è “crederci sempre arrendersi mai!”