“Reinventare continuamente il legno”: le nuove collezioni ALPI presentate al Fuorisalone 2021

“Reinventare continuamente il legno”: le nuove collezioni ALPI presentate al Fuorisalone 2021

Scritto da Alessandra Chianese on . Postato in Appuntamenti, Spazi & Natura

IN OCCASIONE DEL FUORISALONE 2021, CONTINUA LA PRESENTAZIONE DELLE NUOVE COLLEZIONI ALPI: IN VIA SOLFERINO A MILANO, VANNO IN SCENA LA COLLEZIONE “FRENCH PALETTE” DI PIERO LISSONI E LA “ALPI WAVY FIR”, FIRMATA DAI RAW EDGES.

Milano, Italia.
In occasione del FuoriSalone 2021, continua la presentazione delle nuove collezioni ALPI: esposte presso lo showroom in via Solferino a Milano, le nuove proposte esprimono la capacità unica dell’azienda di reinventare continuamente il legno. Attraverso uno studio intenso sulla materia e un dialogo costante con i progettisti, ALPI attinge da un vocabolario ricco e variegato di ispirazioni, trasformandole ogni volta in progetti inediti.

Le collaborazioni con i Raw Edges e Piero Lissoni

Le nuove superfici, sviluppate in collaborazione con i Raw Edges e Piero Lissoni, reinterpretano il materiale ligneo all’insegna del binomio colore e grafica, capace di esaltare l’anima trasformista di un elemento senza tempo. Da un lato, la nuova collezione ALPI Wavy Fir, firmata dai Raw Edges, punta sulla potenza del segno grafico, reinterpretando la naturalità del legno; dall’altro Piero Lissoni, con la collezione ALPI FRENCH PALETTE, porta avanti la propria collaborazione con l’azienda in un dialogo che si declina sul filo del colore.

Due designer capaci, grazie alla loro passione per il legno, di esaltarne le potenzialità, sperimentando nuovi percorsi e creando innovative declinazioni progettuali. Il colore e il segno grafico consentono di capire come il legno ALPI sia progettabile: le superfici decorative ALPI, realizzate in vero legno, offrono un materiale a disposizione di progettisti e aziende per studiare proposte ad hoc, che soddisfino le loro esigenze e creatività.

Un risultato ottenuto grazie allo speciale processo produttivo ALPI, una lavorazione che scompone e ricompone il legno in infinite essenze, finiture e decori: il risultato è una proposta unica, dalle caratteristiche qualitative superiori, priva dei difetti tipici del legno e resistente alla luce solare, sempre riproducibile nel tempo e costante nei colori e nei disegni, per rispondere alle esigenze creative di progettisti e designer.

Le nuove collezioni 2021

FRENCH PALETTE by Piero Lissoni

La nuova collezione di superfici lignee sviluppata insieme a Piero Lissoni presenta l’esito della ricerca di ALPI in merito al tema del colore. Protagonista per eccellenza dei progetti di interior, il colore è da sempre un campo di sperimentazione in continua evoluzione che ALPI, come molti altri, ha già esplorato e interpretato nel corso della sua storia, mostrando la propria capacità di spingersi oltre l’identità naturale del legno e proporre nuove dimensioni concettuali.

La nuova collezione “French palette” trae ispirazione dalla pittura francese del primo ‘700 dove le tonalità erano spesso delicate, leggere, non prive di un tocco audace di luminosità.  Un progetto che porta la ricerca del colore ad un gradino più alto e raffinato, esprimendo l’importanza che per ALPI assume la materia e la cultura estetica. Ogni colore nasce infatti da un attento studio nel corso del quale Piero Lissoni, insieme all’ufficio tecnico di ALPI, ha misurato e calibrato ogni singola nuance per ottenere l’effetto desiderato. Una palette di colori tenui ma decisi, da tonalità evergreen ad alcune più ricercate come il Teal Blue o il Burgundy. Un percorso cromatico che evidenzia la raffinatezza di Piero Lissoni nel saper selezionare da una tavolozza delle tonalità ben precise e mai scontate.

Wavy Fir by Raw Edges

Le nuove proposte firmate dai Raw-Edges sono il risultato della filosofia progettuale dei due designer, all’insegna della massima libertà creativa. Un approccio improntato alla continua ricerca di nuove dimensioni estetiche attraverso la manipolazione della realtà.

La collezione ALPI Wavy Fir nasce così dalla reinterpretazione della materia prima con l’obiettivo di esprimere la sensazione del legno naturale attraverso motivi grafici. Affascinati dalla capacità unica di ALPI di lavorare il legno creando superfici che ne esaltano la natura ma realizzate attraverso processi tecnologici, i progettisti ispirandosi alle tipiche venature rigate dei legni di abete e pino, hanno deciso di modellarle in morbide curve creando un decoro grafico sorprendente.

Il legno Wavy Fir gioca sulla dialettica “zoom in/zoom out”, dando vita a differenti percezioni: se a una visione d’insieme il legno ha un look naturale, ad uno sguardo ravvicinato è possibile percepire il movimento ondulato delle venature rielaborate in modo inaspettato, che imprimono un senso di dinamicità sulla superficie. Una collezione, disponibile in due varianti cromatiche, che esprime la passione profonda dei Raw Edges per il legno e le sue molteplici potenzialità, da sempre elementi centrali della loro ricerca e campo di sperimentazione continua.

L’utilizzo del pioppo: una materia prima sostenibile

Con le nuove collezioni, realizzate in legno di pioppo provenienti da coltivazioni agricole italiane, ALPI conferma inoltre il suo approccio produttivo orientato alla sostenibilità della risorsa legnosa.

Il pioppo è considerato come la materia prima certificata più ecologica e rinnovabile, grazie alla sua velocità di crescita e alla capacità di interagire positivamente con l’ambiente. La pioppicoltura è inoltre sinonimo di sviluppo economico locale sostenibile.

Il pioppo è uno dei pochissimi legni, se non l’unico, inserito in un sistema agroindustriale integrato: gli aspetti di prodotto, di processo e di sistema si integrano con il sistema sociale, tecnologico ed economico. ALPI fa parte di questa importante filiera agroindustriale e la sua prossimità ai pioppeti garantisce inoltre un approvvigionamento a distanze ridottissime.

ALPI: una realtà d’eccellenza

Leader nella produzione di superfici decorative in legno composto, ALPI è stata la prima azienda ad industrializzarne il processo manifatturiero: il tranciato Alpilignum, realizzato in vero legno, si ottiene mediante la scomposizione e successiva ricostruzione di un tronco di legno, creando un materiale non stampato e progettabile che offre innumerevoli esiti estetici.

ALPI è una realtà d’eccellenza: partner professionale per grandi aziende, dell’automotive e della nautica oltre a realtà internazionali dell’arredamento, del product design, dell’architettura di interni e del contract, ALPI si distingue inoltre nel panorama mondiale per il controllo diretto dell’intera filiera, dal tronco al legno finito, partendo dalla gestione forestale. La certificazione FSC® garantisce la provenienza da foreste gestite in maniera corretta e responsabile secondo rigorosi standard ambientali, sociali ed economici. ALPI è quindi garanzia di un prodotto certificato ed eco-responsabile.

Negli anni, ALPI ha dato il via a collaborazioni con nomi di spicco del design: dal 2015, Piero Lissoni ricopre il ruolo di Art Director. Oggi l’azienda è guidata da Vittorio Alpi, nipote del fondatore, e si sviluppa su diversi insediamenti industriali che occupano 400 persone in Italia e più di 1300 in Africa. La produzione di Alpilignum annuale è stata di 18 milioni di metri quadrati; i suoi prodotti sono distribuiti in oltre 60 paesi.

Per tutti i dettagli, scoprire le collezioni e ulteriori informazioni, visitare www.alpi.it

Foto Thomas Pagani

Alessandra Chianese

Nata e vissuta in provincia di Napoli, è da sempre appassionata di arte, di cultura, di moda e del buon cibo italiano. Giornalista, fin da piccola mostra un costante interesse per l’attualità e la politica, determinanti nella sua scelta di vita professionale. Amante delle lingue, adora viaggiare, scoprire nuovi posti e allargare i propri orizzonti. La frase che più la rispecchia è un passo scritto dal grande poeta Dante: “Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza”.