Matrix International: al Fuorisalone il design si fonde con la sartorialità

Matrix International: al Fuorisalone il design si fonde con la sartorialità

Scritto da Alessandra Chianese on . Postato in Agenda Moda, Appuntamenti

AL FUORISALONE 2021, MATRIX INTERNATIONAL HA PRESENTATO LA POLTRONA ARABESK E L’INEDITO OMONIMO DIVANETTO, CREAZIONI DELLA GENIALITA’ DI SIMONE GUIDARELLI.

Milano, Italia.
Matrix International è frutto di un’idea nata ben 35 anni fa: preservare la cultura modernista, rispettandone la complessità a cavallo tra arte e arti applicate, per portarla all’attenzione e rendere disponibile al grande pubblico progetti mai messi in produzione. Fondamentale è stata la minuziosa ricerca in archivi e collezioni private, servendosi anche della collaborazione dei discendenti di grandi architetti, noti durante gli anni Venti dello scorso secolo per aver iniziato a diffondere il concetto del design: un percorso sfociato nella linea Codici. Inoltre, negli anni e in parallelo, l’azienda di Poggibonsi ha costruito un personale repertorio contemporaneo.

La poltrona Arabesk e Arabesk Double

Proprio attingendo dalla linea Codici, Matrix si presenta al Fuorisalone 2021 vestendo di novità Arabesk, l’originale poltrona disegnata da Folke Jansson, scultore, pittore ceramista e designer svedese.

La seduta venne inizialmente presentata al Salone di Göteborg nel 1955, abbattendo il muro della linearità del design fino a quell’epoca concepito, prediligendo linee scultoree, morbide e avvolgenti. Da allora, è stato successivamente avviato un progetto di costante successo fino ad oggi, momento in cui il rivestimento è affidato alla creatività di Simone Guidarelli, un artista che adopera creatività e immaginazione per dare forma alla propria dimensione della realtà, osando e rompendo gli schemi con ironia e stile. Il creativo suggerisce la personalizzazione con l’elegante stampa Tree of life, decoro floreale della Simone Guidarelli Walldesign, un pattern che nasce dalla ricerca sugli antichi ricami cinesi degli anni ’20.

Oltre alla classica poltrona Arabesk viene presentato l’inedito Arabesk Double, un divanetto dall’originale forma a maschera sempre disegnato da Folke Jansson nel 1955 ma prodotto in pochissimi esemplari, uno dei quali è esposto al National Museum di Stoccolma, mentre i pochi altri appartengono a collezioni private. Matrix International ha deciso proprio quest’anno di estendere i diritti di produzione al modello a due posti, rinnovandone il significato ambientale: l’economia circolare si realizza infatti nel design, grazie alla collaborazione con r3direct, azienda toscana che ha realizzato la scocca in plastica riciclata post-consumo derivata dal plasmix, materiale trasformato da Revet. Il plasmix è un insieme di plastiche riciclate: grazie a tecnologie di stampa 3D all’avanguardia, dà vita a creazioni durevoli, di valore, personalizzabili e assolutamente green. Il divanetto viene rivestito, come la seduta, in Tree of life della Simone Guidarelli Walldesign: il risultato è un complemento d’arredo in cui l’eleganza e lo stile si fondono perfettamente a durabilità e valore sostenibile.

Arabesk e Arabesk Double rappresentano il complemento di design che, grazie alla particolare forma e al design ricco di particolari, arredano gli spazi con stile e funzionalità.

About Simone Guidarelli

Simone Guidarelli è un creativo visionario e dalle incredibili sfaccettature: fashion editor, direttore artistico, consulente d’immagine e stylist, firma più di settanta copertine tra Vanity Fair e Glamour Italia, affermandosi sempre di più sul palcoscenico di Milano. Mondi diversi si fondono e confondono, in un susseguirsi di immagini, storie, vite. Vulcanico ed eclettico, ha lanciato il suo e-commerce con la sua collezione di abbigliamento, accessori e le sofisticate carte da parati e intrapreso diverse collaborazioni sia in ambito fashion che lifestyle, come quelle con Bentley, K-Way, Elisabetta Franchi, e nel beauty, con Campomarzio70. Un artista a 360 gradi, in grado di plasmare e creare la realtà che lo circonda con ironia e stile.

Per ulteriori informazioni, consultare www.simoneguidarellihome.com

Simone Guidarelli e Cristina Cappelli
About Matrix International

Dal 1984 ad oggi, Matrix ha preservato la cultura modernista, ha prodotto oggetti d’arredo disegnati dai protagonisti di quell’epoca e li ha resi accessibili a un pubblico sempre più attento e informato. L’avventura imprenditoriale di Matrix ha sempre avuto un principale e unico scopo: dare vita a progetti mai realizzati a livello industriale. Parallelamente, Matrix ha costruito il proprio repertorio contemporaneo, fatto di complementi d’arredo che riflettono profondamente l’eredità culturale del moderno. Le collezioni di Matrix esprimono identità uniche, ma nascono dalla stessa fiducia nella possibilità di costruire il design del futuro sull’eredità che il moderno ci ha consegnato.

Per ulteriori informazioni www.matrixinternational.it/

Alessandra Chianese

Nata e vissuta in provincia di Napoli, è da sempre appassionata di arte, di cultura, di moda e del buon cibo italiano. Giornalista, fin da piccola mostra un costante interesse per l’attualità e la politica, determinanti nella sua scelta di vita professionale. Amante delle lingue, adora viaggiare, scoprire nuovi posti e allargare i propri orizzonti. La frase che più la rispecchia è un passo scritto dal grande poeta Dante: “Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza”.