La Piscina Mirabilis: la maestosa Cattedrale dell'Acqua nell’incantevole cornice di Bacoli

La Piscina Mirabilis: la maestosa Cattedrale dell’Acqua nell’incantevole cornice di Bacoli

Scritto da Alessandra Chianese on . Postato in Cultura

LA PISCINA MIRABILIS E’ UN INTERESSANTE LUOGO DA VISITARE A BACOLI, NEL CUORE DEI CAMPI FLEGREI. UN’OPERA DI INGEGNERIA MAESTOSA E MERAVIGLIOSA, COSTRUITA DAGLI ANTICHI ROMANI E ANCORA OGGI DOTATA DI UN INCREDIBILE FASCINO, TUTTA DA SCOPRIRE.

Napoli, Italia.
La Piscina Mirabilis è la più grande e monumentale cisterna di acqua potabile mai costruita dagli antichi romani. Aveva la funzione di approvvigionare di acqua le numerose navi appartenenti alla Classis Misenensis della Marina militare romana, un tempo ormeggiata nel vicino porto di Miseno. Grazie alla sua ampiezza e maestosità, è stata rinominata “la Cattedrale dell’acqua”: oggi è una delle maggiori attrazioni sita nell’antica Bauli, nome che gli antichi romani attribuirono all’odierna città di Bacoli. Un capolavoro dell’ingegneria molto affascinante e suggestivo. Una vera e propria meraviglia che lascia gli spettatori senza fiato.

L’Antica Cisterna

La Piscina Mirabile, scavata in parte nel tufo, aveva la capacità di 12.600 metri cubi di acqua: è stata realizzata a pianta quadrangolare, ricavando quattro file di dodici pilastri cruciformi che dividono lo spazio interno in cinque navate lunghe e tredici corte, e ne sorreggono la volta a botte. Su quest’ultima, è impostata la terrazza di copertura pavimentata in cocciopesto, comunicante con l’interno con una serie di portelli.

La Piscina e l’acquedotto augusteo del Serino

La Piscina rappresentava il punto di approdo e di arrivo a Bacoli dell’antico acquedotto augusteo che, dalle sorgenti di Serino, in provincia di Avellino, situate ad una quota di 330 metri e con un tragitto di circa 100 chilometri, portava l’acqua a Napoli e nei Campi Flegrei fino alla quota di otto metri della Piscina (ora posta a quota 2, a causa del bradisismo). Distrutto l’acquedotto augusteo, intorno al IV – V secolo d. C, la Piscina Mirabilis non è stata più utilizzata: attualmente, essa è ormai svuotata dell’acqua.

I Campi Flegrei: un territorio di fascino e cultura

Insieme ai comuni di Pozzuoli, Monte di Procida e Quarto, Bacoli compone il sistema territoriale dei Campi Flegrei, una vasta area situata nel golfo di Pozzuoli e caratterizzata da una vivace attività vulcanica. I Campi Flegrei rappresentano infatti uno dei territori più ricchi della regione Campania, per risorse naturali, culturali, storiche e archeologiche.

La conformazione del territorio ha consentito il facile insediamento di nuclei urbani, tra la città di Cuma Eubea, rappresentante la più antica testimonianza. La bellezza naturalistica e la straordinaria presenza, in tutta l’area, di siti storici e archeologici che raccontano di un passato irripetibile intriso di gloria e di sacralità, sono gli elementi che hanno reso questa parte della Campania, una delle mete privilegiate del “Grand Tour”.

Artisti, letterati e in taluni casi anche regnanti provenienti da tutta l’Europa, avevano la possibilità di scoprire la storia, la cultura e le antichità dei Campi Flegrei, “la regione più meravigliosa del mondo sotto il cielo più puro ed il terreno più infido”, così come racconta J. W. Goethe nel suo Viaggio in Italia. Nel corso del ‘900, tuttavia, il processo di industrializzazione dell’area costiera della provincia di Napoli ha portato ad un progressivo abbandono delle risorse endogene e ad una graduale perdita di identità dell’intero territorio.

Il fascino della Cattedrale dell’Acqua

La Piscina Mirabilis è una vera e propria meraviglia: un luogo che richiama al passato, un sito ancora oggi intatto che testimonia la grandezza dei romani, un patrimonio di immenso valore da custodire e far conoscere.

Nel 2020 è così nata l’ATS StraMirabilis con l’obiettivo di instaurare una sinergia pubblico-privato: si tratta di far convergere le diverse esperienze e le molteplici competenze maturate da tre soggetti partner, in un’azione unica volta alla promozione della più grande cisterna romana dell’antichità presente in Italia e sita nell’antica Bauli. Lo scopo principale del progetto è fare della Piscina Mirabile il centro di un rinnovato impegno culturale, che mira ad introdurre un modello “alternativo” di gestione dei beni culturali.

StraMirabilis è un’associazione temporanea di scopo che vede protagonisti 3 enti no profit:

  • L’ Associazione culturale “Misenum”, presente da anni sul territorio di Bacoli e Miseno, promuove escursioni e visite guidate alla scoperta dei principali siti archeologici che caratterizzano la storia flegrea;
  • La Cooperativa Sociale Tre Foglie, nata a Bacoli nell’ambito del progetto “Parco Cerillo – Oasi di Ambiente & Cultura”, per la promozione e la fruibilità pubblica del Parco di Villa Cerillo, un bene comune dall’inestimabile valore ambientale e culturale che oggi rappresenta il simbolo di rinascita del comune di Bacoli.
  • Coop4Art consorzio di Cooperative Sociali, è un insieme di diverse cooperative tra cui “La Paranza” Onlus Cooperativa Sociale, creata nel 2006 con lo scopo di creare opportunità di lavoro attraverso la valorizzazione del patrimonio culturale presente nel Rione Sanità di Napoli. La Paranza, attraverso la gestione delle Catacombe di Napoli, ha generato nel corso della sua esperienza un vero e proprio modello di sviluppo “dal basso”, potenzialmente esportabile e replicabile in un altro contesto.


Photo Alessandra Chianese

INFO

Per tutte le informazioni necessarie, consultare piscinamirabilisbacoli.it

Alessandra Chianese

Nata e vissuta in provincia di Napoli, è da sempre appassionata di arte, di cultura, di moda e del buon cibo italiano. Giornalista, fin da piccola mostra un costante interesse per l’attualità e la politica, determinanti nella sua scelta di vita professionale. Amante delle lingue, adora viaggiare, scoprire nuovi posti e allargare i propri orizzonti. La frase che più la rispecchia è un passo scritto dal grande poeta Dante: “Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza”.