La Cantina Palmento Costanzo sbarca a Milano con una nuova etichetta

Scritto da Isabella Radaelli on . Postato in Food&Drink

Presentato a Milano da Filippo La Mantia, il nuovo vino della cantina siciliana.

 

 

 

Milano, Italia.
La Cantina Palmento Costanzo, una delle più prestigiose realtà della vitivinicoltura siciliana, ha presentato a Milano, davanti ad un ristretto gruppo di giornalisti del settore, il suo vino  “Contrada Santo Spirito” Etna Doc Rosso, ampliando così la propria gamma.

Questo nuovo vino, commenta Valeria Agosta, titolare della Cantina, rappresenta il vertice della nostra produzione ed esprime l’anima più profonda del nostro terroir, in cui è fondamentale il legame con l’Etna: abbiamo perciò selezionato le vigne più antiche (spesso con oltre un secolo di vita) e abbiamo prestato la massima cura a ogni particolare, per ottenere un prodotto del quale siamo orgogliosi”.

Le vigne sono proprio a Contrada Santo Spirito, da cui il nome dell’etichetta, nel borgo di Passopisciaro, sul versante Nord dell’Etna, zona ad altissima vocazione vitivinicola. Siamo a un’altitudine di 700-800 metri s.l.m., su suoli composti per il 70 % da sabbie vulcaniche nere e brune e per la parte restante di sassi e rocce effusive.
Il vino è ottenuto da un’accurata selezione dei grappoli raccolti a mano da vigne secolari allevate ad alberello (tutti sostenuti da pali di castagno). È risultato di un assemblaggio di Nerello Mascalese (90%) e Nerello Cappuccio: solo cinquemila preziose bottiglie, frutto della vendemmia 2015, svoltasi alla fine del mese di ottobre. Prezzo in enoteca tra i 35 e i 40 €.
“Contrada Santo Spirito” si distingue per purezza e armonia, per i sentori dei piccoli frutti del sottobosco, le note floreali di viola, la delicata speziatura, la pietra focaia, per un bouquet complesso e intrigante.

Il nostro obiettivo, spiega Nicola Centonze, enologo della maison, è quello di valorizzare le specificità del nostro territorio, assecondando la natura in modo poco invadente”.

Filippo La Mantia ha abbinato al nuovo vino un menu tutto siciliano iniziato con un’arancina, poi busiate al ragù di coniglio e arrosto panato con zucca e patate al forno.
L’azienda Palmento Costanzo coltiva 12 ettari di vigne (di cui 10 di proprietà) sulle pendici del versante settentrionale dell’Etna. Sono oltre cento terrazzamenti, a un’altitudine che va dai 650 agli 800 metri s.l.m. La produzione complessiva è di 98 mila bottiglie (delle quali il 40% va all’export), che si declinano in una gamma di sei etichette, incluso il “Contrada Santo Spirito”. Tutti i vini prodotti rientrano nell’ambito della Doc Etna e sono certificati “Bio”. Tutte le etichette sono stampate con pigmenti di polvere lavica.

 

Isabella Radaelli

 

 

 

Isabella Radaelli

Isabella Radaelli

Giornalista gourmet e viaggiatrice, ha trasformato le passioni per il cibo, il vino e i viaggi in un lavoro. Collabora per diverse riviste e giornali nel settore dell’enogastronomia, del turismo e del benessere ed è socia e consigliere di Neos – giornalisti di viaggio associati. Quando è all’aeroporto si sente già in vacanza e quando intraprende un nuovo viaggio si entusiasma come fosse il primo. Il viaggio per lei è a 360° e attraversa non solo i Paesi, ma tocca la cucina, le persone, le albe e i tramonti. Adora uscire a cena e andare alla scoperta di nuovi locali. Quando si deve sedere in un ristorante o in qualunque altro luogo, non sceglierà mai un posto a caso, perché segue le regole del Feng Shui. Ha pubblicato due libri: “Emozioni” una raccolta di poesie e “Tutti i segreti del Tortello Cremasco – Non c’è la zucca!”.