GEMELLAGGI MILAN-TEL AVIV

GEMELLAGGI MILANO-TEL AVIV

Scritto da Margherita Manara on . Postato in Turismo

Molti i punti di contatto tra la metropoli lombarda e quella israeliana.

Milano, Italia.
L’ente del turismo di Israele presenta Tel Aviv, il volto più brioso di Israele. Non solo turismo religioso per la destinazione, ma anche vivacità scanzonata nella grande metropoli universitaria, multietnica, moderna, culturalmente interessante. I volti plurimi di Tel Aviv incantano il turista.

E’ l’area metropolitana più grande di Israele, oltre a esserne la capitale economica come Milano lo è per l’Italia. Palazzi di vetro assimilano il profilo nuovo delle due città, dove la gioventù universitaria trova molte opportunità per il lavoro e per fare esperienze di lavoro oltre a promesse di divertimento e attrazioni variegate. Diana de Marchi, Assessore del Comune di Milano sottolinea numerose similitudini urbanistiche tra la città lombarda e la metropoli del mediterraneo Cultura, capacità di accoglienza e inclusione, intensa attività economico-commerciale, coesistenza di tradizione e innovazione completano il quadro delle somiglianze.

Varie sono infatti le realtà cittadine che contraddistinguono il volto di Tel Aviv, tanto da immaginare varie città nella città. I quartieri sono molto diversi uno dall’altro. Tra lo splendido lungomare, affacciato sul Mere Nostrum e i severi edifici bauhaus degli anni ’30, c’è molto altro di cui stupirsi.

Tel Aviv è divisa in 6 grandi aree a seconda della posizione planimetrica: Northwest, Northeast, Central, Southwest, South e Southeast.

Quartieri più piccoli all’interno delle sei zone sono ad alta caratterizzazione. Qui il centro città non è il riferimento principale perché le attrazioni sono distribuite ovunque.

Il quartiere che vanta una storia millenaria è Jaffa, detto la Città Vecchia, il quartiere più antico della città, dove si svolge il caratteristico mercato,
Storico è anche Neve Tzedek, il quartiere francese, contraddistinto da edifici dallo stile eclettico, e da piazzette particolari. Qui si trova la Old Train Station lvd.
Florentin è un quartiere che confina con Neve Tzedek. Si tratta di una ex zona industriale riqualificata da una architettura artistica e alternativa. E’ molto apprezzata dai più giovani dal momento che nei numerosissimi locali si scatena la vita notturna

Più a nord si trova l’adiacente quartiere di Lev HaIr, che si traduce letteralmente come il cuore di Tel Aviv. E’ qui la Città Bianca, dichiarata Patrimonio Mondiale UNESCO, la Sinagoga maggiore. E’ dunque un luogo di cultura ma parallelamente vivacizzata da divertimento notturno.

Il quartiere più vicino è Kerem Hateimanim, il quartiere yemenita di Tel Aviv. La peculiarità di questo angolo di mondo israeliano è di essere rimasto autenticamente fedele alla tradizione locale. Qui si tiene il Carmel Market, dove trovare esempio della genuina cucina tipica a ottimi prezzi

LOld North, nella zona Ovest della città si distingue sia per le sue spiagge che per l’ampio spazio di verde

Un discorso a parte merita il lungomare che costeggia la spiaggia per oltre 14 km, E’ il punto di riferimento della città per la vita all’aperto, per trovare locali e ristoranti e per praticare gli sport acquatici.

Credits – Tel Aviv-Yafo Municipality

Margherita Manara

Giornalista per passione, curiosa per natura, free lance per vocazione, ha collaborato con le principali testate nazionali di quotidiani e riviste specializzate. I suoi interessi spaziano dal turismo all’economia, dalla moda al tempo libero. Non teme la noia, costantemente alla continua ricerca di nuovi stimoli e del bello, che si può nascondere ovunque. Ama il mare d’inverno e la montagna d’estate, scoprire località nascoste e angoli d’arte, conoscere persone. La cose più belle sono condividere la tavola ma anche gioia e avversità con gli amici e l’affetto con i propri famigliari.