Francesca Liberatore alla Milano Fashion Week presenta la collezione SS22 con un runway totalmente nuovo

Francesca Liberatore alla Milano Fashion Week presenta la collezione SS22 con un runway totalmente nuovo

Scritto da Alessandra Chianese on . Postato in Agenda Moda, Appuntamenti

ALLA MILANO FASHION WEEK, DOMENICA 26 SETTEMBRE FRANCESCA LIBERATORE HA PRESENTATO LA SUA COLLEZIONE PER LA PRIMAVERA/ESTATE 2022 IN PRESENZA, CON UN RUNWAY TOTALMENTE NUOVO, GRAZIE ALLA COLLABORAZIONE CON NAUMACHIA NETWORK

Milano, Italia.
La stilista romana Francesca Liberatore torna “in presenza” alla Milano Fashion Week e stupisce ancora una volta con un runway totalmente nuovo, grazie alla preziosa collaborazione con Naumachia Network. Come dal calendario ufficiale della Camera Nazionale della Moda Italiana, Francesca Liberatore la presentato la sua collezione Primavera-Estate 2022 domenica 26 settembre alle ore 10 presso il The Space Cinema, di piazza Duomo, che già ospitò la stilista esattamente il 22 febbraio 2020, prima che i cinema spegnessero per molto i loro schermi. Un luogo e una tecnologia che aprono la prospettiva su un altro spazio, la chiesa di San Michele in Ferrara, nuova sede della permanente delle opere del maestro Bruno Liberatore e crocevia tra Moda e Design, recentemente scelta dalla famiglia Liberatore come sede per la realizzazione di un’esperienza collettiva, aperta, innovativa, che coinvolgerà in primis la popolazione ferrarese e poi il pubblico di appassionati nazionale e internazionale che da sempre seguono la storia artistica di una famiglia poliedrica e ben nota al mondo dell’arte e della moda.

La sfilata

Ci tenevo a dar vita a questo show con tutta la grandezza che il cinema innesca e doveva essere in presenza per far comprendere realmente la commistione degli ambiti, con la vita che una donna sa conferire a un abito, con il movimento che il tessuto fa percepire, con l’empatia dell’esserci e quel plus che la tecnologia può aggiungere nel proiettarci ora e altrove, superando il sistema tradizionale di ricezione di immagine. La contingenza ci ha messo davanti a delle barriere che anche la tecnologia ci ha insegnato a superare” spiega la stilista.

Il progetto sfida con creatività e audacia il convenzionale. “Immaginate di assistere a uno spettacolo in cui ad accogliervi e indicarvi il posto a sedere sia un ologramma; immaginate che ad un concerto, il vostro cantante preferito diventi “gigantesco” per salutare i fan nelle ultime file o immaginate di essere a teatro e che l’attore si “sdoppi” per dialogare con se stesso” continua Francesco Sicolo Marketing e Commercial Director di Naumachia.

Grazie a Holobox e Holonet, la Liberatore e l’azienda leader in Europa nel settore di ricerca e sviluppo della Tecnologia Olografica, anticipano e realizzano insieme una visione del futuro, mostrando ora l’incredibile mondo del domani con un’affascinante commistione tra arte e tecnologia, mantenendo l’autenticità e la realtà del runway show dal vivo e modelle in presenza.

Oltre alle importanti figure che affiancano la stilista come il docente e critico di moda Alessandro Turci e la fotografa e videomaker Alice Falco, la sfilata conta un’altra collaborazione con il brand Made in Italy Babouches Frulan, azienda di Verona che produce scarpe interamente realizzate a mano.

About Francesca Liberatore

Laurea in Fashion Womanswear al Central Saint Martins di Londra ed esperienza internazionale nelle più prestigiose Maison del mondo, nel 2009 Francesca Liberatore vince il concorso Next Generation, promosso dalla Camera Nazionale della Moda Italiana, con la sua prima collezione individuale. Da quel momento continua a sfilare nella Milano Fashion Week e viene invitata ad esporre le sue creazioni in prestigiose locations.

Francesca Liberatore acquista un ruolo di notevole importanza con sfilate internazionali, attraverso cui diventa ambasciatrice del Made in Italy nel mondo; negli anni condivide la sua esperienza insegnando in Italia e all’estero nelle migliori scuole e organizzazioni sia come docente che come esperta internazionale per le Nazioni Unite. Passione e determinazione contraddistinguono la designer italiana che ha portato alto il nome del made in Italy, anche oltreoceano: nel 2014 Francesca Liberatore vince il concorso mondiale DHL Exported and IMG che le ha permesso di calcare le passerelle del Salon del Lincoln Center, The Dock Skylight at Moyniahn Station, Gallery 1 di Clarkson Square, ufficiale e permanente nella Fashion Week di New York da settembre 2014 per sette stagioni.

Da febbraio 2018, la Liberatore ritorna sulle passerelle milanesi, sfilando nella Sala delle Cariatidi di Palazzo Reale in Piazza Duomo per varie stagioni, con una nuova consapevolezza e un’accresciuta esperienza. Festeggia i dieci anni di carriera con la pubblicazione del libro “Francesca Liberatore – The Book” edito da Silvana Editoriale e distribuito in tutto il mondo.

A settembre 2019, partecipa alla Milano Fashion Week per la prima volta fuori calendario, dando vita a nuovi concepts di runway.

Alessandra Chianese

Nata e vissuta in provincia di Napoli, è da sempre appassionata di arte, di cultura, di moda e del buon cibo italiano. Giornalista, fin da piccola mostra un costante interesse per l’attualità e la politica, determinanti nella sua scelta di vita professionale. Amante delle lingue, adora viaggiare, scoprire nuovi posti e allargare i propri orizzonti. La frase che più la rispecchia è un passo scritto dal grande poeta Dante: “Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza”.