Il fascino invernale della Carinzia

Scritto da Redazione on . Postato in Destinazioni, Mercatini di Natale, Weekend

Piste da sci, laghi ghiacciati, terme rilassanti e i mercatini dell’Avvento

 

Carinzia, Austria.
Quando i laghi cominciano a ghiacciare e il colore bianco subentra all’arancio autunnale, è il momento di godere il paesaggio incantato della Carinzia, la regione austriaca più vicina all’Italia.
Qui ci attendono piste da sci, il caldo tepore delle terme e l’atmosfera natalizia tra i mercatini dell’Avvento.
Già alla fine di novembre  l’Avvento carinziano offre tante occasioni per prepararsi all’arrivo della “Notte Santa”. Una cooperazione a livello regionale tra cinque zone turistiche e sette mercatini d’Avvento assicura momenti suggestivi, come “L’Avvento tra le nuvole” sulla torre panoramica del Pyramidenkogel, il sentiero ad anello dell’Avvento sul Katschberg, oppure Velden am Wörthersee, che in questo periodo dell’anno si trasforma nella “Città degli Angeli” con ampio programma per bambini. Dovunque oggetti d’artigianato carinziano e prelibatezze gastronomiche, oltre a suggestivi concerti.
Fra le curiosità nel calendario folkloristico ci sono i “Klöckler” (scampanatori) della  Valle Gegendtal e l’immersione dell’albero di Natale in diversi laghi.

ESPERIENZE SPORTIVE PER TUTTI

Mentre in montagna sciatori, freerider e snowboarder si scatenano, i fondisti scoprono gli itinerari panoramici più belli e i pattinatori si godono il paesaggio invernale sul ghiaccio naturale dei laghi: il lago Weissensee ad esempio è la pista di pattinaggio naturale più grande d’Europa.
E poi passeggiate silenziose nel paesaggio innevato, o suggestive gite in carrozza, oltre alle escursioni al chiaro di luna e all’alba. Ma ovviamente lo sci la farà da padrone: e allora via a corse adrenaliniche in pista.
Le 30 zone sciistiche della Carinzia e del Tirolo orientale garantiscono una grande varietà di possibilità e tanto divertimento su circa 800 chilometri di piste adatte a tutti i livelli, per i più esperti, come per famiglie e principianti.
Fra le offerte  più vantaggiose  ci sono  il Topskipass Carinzia Tirolo orientale Gold e i vari skipass e forfait regionali con allettanti servizi compresi nel prezzo.
Grande novità è il trekking scialpinistico sul Nockberge Trail, che collega tra loro le cinque zone sciistiche di: Katschberg, Innerkrems, Turrach, Falkert e Bad Kleinkirchheim/St. Oswald, perfetto per  alpinisti esperti e allenati.
Una particolarità del Nockberge Trail è che, rispetto agli altri itinerari di sci alpinistico di più giorni, non si pernotta in camerate, ma in alberghi (wellness) d’alto livello con l’eccellente cucina dell’Alpe Adria.

DOPO LO SCI RELAX E BENESSERE
A Bad Kleinkirchheim ci si rilassa nelle saune dei bagni Thermal Römerbad a pochi passi dalle piste da sci. Dopo il completo  restauro, anche le Terme St. Kathrein a Bad Kleinkirchheim  mettono  a disposizione degli ospiti 1200 metri quadrati di area balneare, uno scivolo lungo 86 metri, una zona sauna in stile romano e un centro di cura. Anche le Kärnten Therme di Villach sono ricche di fascino, con  la possibilità di sauna sotto  la luna piena.
Chi vuole fare un bagno nei laghi della Carinzia anche d’inverno, troverà le piscine lacustri riscaldate di alcuni hotel sui laghi Millstätter See, Wörthersee e Turracher See. Per non parlare delle “Kärntner Badehäuser“ (case dei bagni carinziani) di Millstatt e Pörtschach, che uniscono il wellness sui laghi con vedute mozzafiato anche d’inverno.

DELIZIE GASTRONOMICHE ALL’INSEGNA DELLA TRADIZIONE DELL’ALPE ADRIA
Assolutamente da non perdere: i tortelloni carinziani al formaggio (“Kärntner Käsnudel”), il tipico dolce “Reindling”, la trota di lago “Kärntner Laxn”, lo speck della Gailtal e la grappa di pino cembro (“Zirbenschnaps”).

Info:
www.region-villach.at/it
www.carinzia.at/

 

Franca D.Scotti