CORTONAONTHEMOVE, BUONISSIMA LA SESTA

Scritto da Ermanno Lucchini on . Postato in Appuntamenti, Weekend

Cortona, Italia
Densa, e anche stavolta molto interessante: CortonaOnTheMove – Fotografia in Viaggio, non tradisce le attese. Giunto alla sesta edizione, il Festival internazionale è da solo un buon preteso per spingersi fino alla romantica Val di Chiana e lasciarsi stordire per qualche giorno dalla bellezza abbacinante del paesaggio toscano ammirandolo dal più bel balcone d’Italia.

CortoaOntheMove-®-Jerome-Sessini---Magnum-Photos---EUROPA
Otto le sedi che ospitano le mostre esposte fino al 2 ottobre: il suggerimento è di iniziare la visita dalla location più lontana, la stupenda Fortezza medicea del Girifalco, raggiungibile con uno shuttle gratuito dal centro. Non solo per ammirare la scenografica fortificazione e il meraviglioso panorama, ma soprattutto per osservare le opere di tre big che fanno brillare l’edizione 2016 di CortonaOnTheMove: la straordinaria fotografa di guerra Linsey Addario che attualizza negli scenari di oggi la grande lezione di Robert Capa, lasciando trasudare dall’immediatezza degli scatti così come dall’esasperato dettaglio dei ritratti tutta la violenza (subita in particolare dalle donne) nei teatri di guerra contemporanei; il fotografo canadese della Magnum Larry Towell con la sua prima retrospettiva europea, dove tra i tanti reportage emerge per l’intensità gli scatti in bianco e nero quello sulla setta americana dei Mennoliti; il coreano Daesung Lee, con la sua spiazzante ricerca “Futuristic Archeology”.
CortonaOnTheMove, seconda tappa: il Vecchio Ospedale, dove le fotografie di Paolo Woods e Gabriele Galimberti sul mondo dorato dei paradisi fiscali lasciano esterrefatti, mentre la ricerca sui migranti scaturita dal progetto speciale “Europa” promosso da Cortona On The Move, alcuni tra i più importanti professionisti dell’agenzia Magnum e l’associazione culturale spagnola Al-liquindoi, fa meditare e lascia il segno.
Ancora, da ammirare all’ex Magazzino Carni la perfezione tecnico-stilistica di Lucas Foglia, negli scatti che indagano la provincia americana del Terzo Millennio, e al Parco Parterre la dettagliata introspezione di Mattia Zoppellaro alle prese con i Pavee, i clan nomadi dell’Irlanda.

CORTONAONTHEMOVE®-Daesung-Lee_Futuristic-Archaeology-700

Dopo  aver ammirato le fotografie d’autore di CortonaOnTheMove, via libera alla fotocamera personale: Cortona è una cornice impareggiabile per memorabili scatti da incorniciare o per selfie che in Facebook faranno il pieno dei “Mi piace”.
Gli appassionati di archeologia e gli amanti del bello non si lasceranno scappare l’opportunità di (ri)vedere il meraviglioso Lampadario Etrusco conservato al MAEC e l’Annunciazione del Beato Angelico, al Museo Diocesano, chi ama la pittura del Novecento ritroverà qui Maternità, del cortonese Gino Severini.
Per tutti, il piacere di girovagare a zonzo per le strade e i saliscendi di un borgo che svela bellezze nascoste ad ogni angolo e conserva un senso di “italianità” talmente originale da meritare il riconoscimento di una doc dello spirito.

TACCUINO DI AGENDAVIAGGI
Dove mangiare
La Loggetta, in piazza di Pescheria (tel. 0575.630575). Cucina tipica toscana con vista sulla piazza e sul palazzo di città.
Dove dormire
Hotel Italia Cortona, via Ghibellina 5 (tel. 0575.630254). Albergo d’atmosfera e location strategica, in centro storico. La colazione servita sulla terrazza al quarto piano vale da sola il soggiorno.
Terre dei Cavalieri predispone pacchetti shopping-benessere-enogastronomia abbinabili a un soggiorno in resort a cinque stelle in campagna, in appartamento in città oppure in un casale tra gli ulivi.
Informazioni e prenotazioni alberghiere
Ufficio Turismo di Cortona, tel. 0575.637221.

Ermanno Lucchini

Foto dall’alto © Lynsey Addario – What I Do;  Jerome Sessini – Magnum Photos Europa; Daesung Lee – Futuristic Archaeology.

 

Ermanno Lucchini

Ermanno Lucchini

Elettrizzato da Londra a 14 anni, da allora Ermanno Lucchini non ha più smesso di viaggiare: da Lodi a Milano, tutti i giorni, casa-redazione redazione-casa (prima ad Altroconsumo, poi negli ultimi vent’anni a Io donna, il femminile del Corriere della Sera). Qualche parentesi: Madagascar, Polinesia, Ngorongoro, Cina, India, Messico, Cuba, Stati Uniti, Germania (in bici: lungo il Reno, sul lago di Costanza, a Monaco, a Berlino, a Kassel per Documenta). A 59 anni si ostina a pedalare e a prendere treni affollati e quasi sempre in ritardo: dice che è la miglior terapia per rimanere vivo. E vegeto.