Campeggio in Italia: dai posti migliori allo stretto indispensabile, ecco qualche dritta

Scritto da Redazione on . Postato in Redazionale

Milano, Italia.
Quando si decide di andare in vacanza, bisogna cercare di trovare una soluzione adatta ai propri desideri e alle proprie esigenze. Fra queste c’è un’opzione troppo spesso sottovalutata, che rappresenta una valida alternativa alle destinazioni più classiche: parliamo del campeggio, una scelta da tenere sempre a mente quando si sente il bisogno di respirare aria pura e di godersi le bellezze della natura. Chiaramente, come avviene per ogni altra scelta, serve partire preparati per poter sfruttare al massimo questa occasione. E la preparazione deve riguardare sia la selezione dei luoghi, sia lo studio delle cose da portare con noi.

Dove andare in campeggio in Italia

Le regioni italiane offrono parecchi spunti utili per gli amanti del camping, a partire dalla Toscana: qui è possibile recarsi ad esempio presso Pisa Marittima e il Parco Naturale Migliarino, famosi per le bellezze paesaggistiche ma anche economici per i campeggiatori. Un’altra destinazione da tenere sicuramente in considerazione è l’Isola d’Elba: in questo luogo la natura incontaminata e il fascino storico fanno da sfondo ad un’esperienza di camping unica in Italia. Poi non si possono non citare le Cinque Terre, meta ideale per i campeggiatori che non amano stare con le mani in mano, vista la possibilità di dedicarsi a tantissime escursioni e passeggiate. Altra opzione consigliata (ma meno nota) è Ugento: situata in provincia di Lecce, questa località è perfetta per chi non vuole rinunciare al mare, vista la vicinanza con la costa ionica.

Cosa non può mancare per il camping

È chiaro che il primo strumento essenziale per chi sceglie il camping è la tenda da campeggio: in questo caso si consiglia di dare un’occhiata anche sul web, visto che su siti come Bestway è possibile trovare modelli adatti a diverse esigenze. Poi nella lista si trovano molti altri oggetti come il materasso ad aria, essenziale per il comfort durante le ore di riposo. Un altro must è rappresentato dal kit di primo soccorso, necessario per affrontare con prontezza quei piccoli imprevisti che possono sempre capitare quando si campeggia. In lista troviamo anche i vari accessori per il montaggio della tenda, insieme al sacco a pelo e alle prolunghe elettriche. Pur non essendo indispensabili, per una questione di comodità si consiglia di portare anche i cuscini da campeggio, i tavolini, le sdraio e le sedie. Infine, agli amanti del birdwatching e dei panorami in generale può tornare sicuramente utile un binocolo. Consiglio bonus: non dimenticate il power bank!