BIWA 2019 PREMIA LE 50 MIGLIORI ETICHETTE ITALIANE

BIWA 2019 PREMIA LE 50 MIGLIORI ETICHETTE ITALIANE

Scritto da Giuseppina Serafino on . Postato in Appuntamenti, Food&Drink

A Milano presso il Centro Congressi Fondazione Cariplo, l’ottava edizione di Biwa, l’evento creato da Luca Gardini e Andrea Grignaffini: in scena il meglio della produzione vinicola italiana, con le 50 migliori etichette d’Italia.

BIWA 2019 PREMIA LE 50 MIGLIORI ETICHETTE ITALIANE

Milano, Italia.
Presso il Centro Congressi Fondazione Cariplo di Milano si è tenuta l’evento di premiazione delle 50 migliori etichette d’Italia. L’ottava edizione di Biwa è un evento creato da Luca Gardini e Andrea Grignaffini che nasce da una tasting alla cieca e riunisce il meglio della produzione vinicola italiana, inserita in Wine-Searcher dal 2016, un riferimento a livello internazionale. Sul podio, al primo posto, si è piazzato Bolgheri Sassicaia DOC 2016 di tenuta San Guido (Toscana), seguito da Barolo Monvigliero DOC 2015 di Burlotto (Piemonte) e da Terminum Gewurztraminer vendemmia tardiva Alto Adige DOC 2016 della Cantina Tramin (Alto Adige).

Nel corso della densa serata, dinanzi a una affollata platea, sono stati assegnati gli Awards, premi speciali fuori classifica: Premio vino promessa a Fattoria La Vialla con Barricato Bianco-Toscana IGT 2017- Toscana; Premio vino da uve autoctone rosso a Podere Giodo con Giodo­­-Brunello di Montalcino DOCG 2014-Toscana; Premio vino da uve autoctone bianco a Vigne Marina Coppi con Fausto-Colli Tortonesi Timorasso DOC 2015- Piemonte; Premio vino pop a Tenuta Marino-Terra aspra- Matera Primitivo DOP 2013-Basilicata; Premio vino alfiere del territorio a Podere Forte- Petrucci Melo – Orcia DOC 2016-Toscana; Premio innovative marketing strategy all’Istituto Trentodoc-marchio collettivo territoriale spumante trentino e premio miglior Sommelier a Valentina Bertini-Wine Manager Gruppo Langosteria-Milano. La giuria di questa edizione, oltre ai due sopracitati ideatori, era formata da 11 palati di altissimo livello di varie nazionalità e settori di pertinenza.
Info: http://biwawards.it/

Giuseppina Serafino

Giuseppina Serafino

Giuseppina Serafino

Tutto è nato per caso…dai viaggi d’infanzia al Sud, da quell’osservare il mondo dal finestrino di un treno, che procurava un senso di pienezza e di libertà. E poi...la passione per la bicicletta e il cicloturismo, la scrittura, da letterata a giornalista; la musica come una sorta di azione terapeutica, per il cuore prima ancora che per la mente. In seguito sono sopraggiunti il cinema e il trekking, come metafora di un obiettivo da raggiungere in un perenne viaggio sempre da costruire. Sì, i viaggi,in stile low cost e “fai da me”. Una vita forse frenetica, ma inebriante… sia pure, a modo mio!