“APERTO PER CULTURA”, il format per la rinascita di città e comunità torna ad Alessandria sabato 10 settembre

“APERTO PER CULTURA”, il format per la rinascita di città e comunità torna ad Alessandria sabato 10 settembre

Scritto da Chiara Fogliati on . Postato in Appuntamenti, Cultura

Aperto per Cultura torna ad Alessandria sabato 10 settembre 2022, l’innovativo evento ideato dalla Confcommercio locale, tornerà ad illuminare piazze, vie, cortili e balconi della città piemontese per la gioia dei cittadini.


Alessandria, Italia.
Si tratta della “notte bianca” alessandrina che unisce cultura ed enogastronomia e che trasforma luoghi abbandonati ed in disuso in luoghi di cultura.
Per info:
https://www.apertopercultura.net – info@apertopercultura.net
visitalessandria.it


La trasformazione di luoghi abbandonati ed in disuso in luoghi di cultura: ecco la cifra vincente di questa manifestazione


Aperto per Cultura è un format di “city management” nato per riqualificare e rilanciare i centri storici delle città abbinando cultura e enogastronomia. E’ nato nel 2016 riaprendo i negozi sfitti, che sono diventati palcoscenici per spettacoli teatrali, trasformandosi, per una sera, da luoghi abbandonati a luoghi di cultura. I balconi dei palazzi ospitano musica dal vivo e i ristoratori allestiscono scenografiche tavole a cielo aperto. Il tratto distintivo di questa manifestazione è la capacità di coinvolgere l’intero tessuto urbano, sia fisico che sociale, in una grande operazione culturale: la cultura invade la città, ne occupa gli spazi anche più insoliti, svolgendo una forte azione rigeneratrice e riqualificatrice, che non esaurisce i propri effetti nella sola serata dell’evento. In tutto questo, la componente enogastronomica, altra grande espressione culturale del territorio, fa da collante agli eventi diffusi.


Spettacoli teatrali, visite guidate, musica nei cortili ed enogastronomia


Aperto per Cultura, insomma, offre un connubio inscindibile di spettacoli teatrali che si ripetono a ciclo continuo, per tutta la durata dell’evento in insolite e originali location, di concerti di musica jazz e classica, con musica che proviene da balconi e cortili, di musei aperti e visite guidate per la città e le sue bellezze artistiche e architettoniche, il tutto unito alla miglior offerta enogastronomica del territorio, elaborata con particolare cura ai dettagli estetici dei buffet allestiti.


Pronti a superare i traguardi incredibili dell’edizione 2020: 50 punti culturali e 9.000 spettatori


Oggi Aperto per Cultura è un positivo esempio di partnership pubblico-privato esportato anche in altre città (Siracusa, fra le altre). L’ultima edizione alessandrina ha proposto 50 punti culturali con oltre 9.000 spettatori per le sole performance teatrali, ha coinvolto 62 imprenditori dell’area food e ha generato oltre 9 milioni di interazioni sui profili social. E’ diventato un termine di paragone con il quale “misurare” la qualità degli eventi ed è una squadra che raccoglie sempre più “giocatori”.


L’edizione 2022, il ritorno dopo i due anni di pandemia


Dopo 2 anni di pausa forzata, causa le regole anti-Covid imposte nel periodo pandemico, Aperto per Cultura torna con ancora più forza, perché la riscoperta dei luoghi e delle loro eccellenze è, oggi, ancora più sentita.


“La cultura in tutti i sensi – Quando la cultura si fa guardare, sentire e gustare” è l’evocativo claim dell’edizione 2022.


Il richiamo è a tutti i sensi che coinvolge e a tutti i significati che esprime la cultura all’interno della vita di una città e di una comunità.


Iniziando proprio dalla vista, perché ci sarà molto da vedere:


15 spettacoli teatrali, dislocati per il centro città, fra i quali le performance di Maurizio Lastrico, Antonio Ornano, dell’Istituto Nazionale del Dramma Antico di Siracusa, di Gualtiero Burzi e Massimo Iacopini, le performance dirette dal direttore artistico Daniel Gol e numerosissimi altri;
Mostre, sale d’arte, chiese, musei e monumenti della città saranno aperti per tutta la serata dell’evento, con visite guidate e con performance teatrali e musicali all’interno;
3 conferenze e workshop di approfondimenti su letteratura, cinema e comunicazione, anche a cura dell’Università del Piemonte Orientale;
Tour dell’Alessandria Massonica, con una visita guidata a tema, realizzata appositamente per la serata dell’evento.


L’udito, perché ci sarà molto da ascoltare:


• 28 concerti di musica jazz e classica, diffusi per i balconi, le vie, le piazze ed i cortili della città, con la partecipazione di musicisti come Paolo Fresu, Dino Rubino, Rino Cirinnà, degli allievi del Conservatorio Vivaldi di Alessandria e di moltissimi altri professionisti di caratura internazionale;


Il gusto, perché ci sarà molto da assaggiare:


• 35 buffet enogastronomici, allestiti a cielo aperto con gusto, eleganza e raffinatezza.


Eventi gratuiti a ciclo continuo per tutti gli spettatori


Altra peculiarità di Aperto per Cultura è la gratuità di tutti gli eventi teatrali, musicali e culturali, fruibili per tutto l’arco della serata, a ciclo continuo, per permettere ai visitatori di realizzare un percorso virtuoso tra teatro e musica, letteratura e arte.


Il programma:


Tutto il programma culturale ed enogastronomico dell’edizione 2022 di Aperto per Cultura, è consultabile sul sito www.apertopercultura.net e sulla App Aperto per Cultura.


Gallery fotografica delle precedenti edizioni:

2019: https://www.apertopercultura.net/i-nostri-eventi/alessandria-2019/#foto 

2018: https://www.apertopercultura.net/i-nostri-eventi/alessandria-2018/#foto

2017: https://www.apertopercultura.net/i-nostri-eventi/alessandria-2017/#foto

2016: https://www.apertopercultura.net/i-nostri-eventi/alessandria-2016/#foto



Gallery video delle precedenti edizioni:

2019: https://www.apertopercultura.net/i-nostri-eventi/alessandria-2019/#video 

2018: https://www.apertopercultura.net/i-nostri-eventi/alessandria-2018/#video

2017: https://www.apertopercultura.net/i-nostri-eventi/alessandria-2017/#video
https://www.apertopercultura.net/i-nostri-eventi/alessandria-2016/#video





Chiara Fogliati

Piemontese, nata ad Acqui Terme (provincia di Alessandria) nel 1997 e laureata alla triennale della Facoltà di Lingue e Culture Moderne dell'Università degli Studi di Genova, (dove ha studiato inglese, francese e spagnolo applicate alle letterature, alla linguistica, alla filologia e al turismo), e' sempre stata appassionata di viaggi, musica, moda e soprattutto di turismo, che ha studiato a partire dal primo anno delle superiori in cui si è diplomata come perito tecnico turistico. Questo diploma le ha permesso poi di continuare gli studi, iniziando anche a lavorare a stretto contatto con il pubblico come guida turistica nella sua città natale. La sua passione e' aumentata quando ha iniziato a scrivere i primi articoli di viaggio, collaborando con la rivista "Agenda Viaggi" a partire dal periodo della quarantena legata al Coronavirus