Se i film proposti in questo periodo di Feste non vi attirano troppo (in realtà ce n’è davvero pochino che affascinano…), provateci con il teatro. Il palcoscenico offre spettacoli per tutti i gusti e per tutte le età. E regalare un biglietto a qualcuno per andare a sedersi su delle comode poltrone rosse può essere una strenna della Befana perfetta!

A teatro! A teatro!

Scritto da Alfredo Rossi on . Postato in Appuntamenti, cinema

Se i film proposti in questo periodo di Feste non vi attirano troppo (in realtà ce n’è davvero pochini che affascinano…), provateci con il teatro. Il palcoscenico offre spettacoli per tutti i gusti e per tutte le età. E regalare un biglietto a qualcuno per andare a sedersi su delle comode poltrone rosse può essere una strenna della Befana perfetta!

Milano, Italia.
Cominciamo con il Piccolo Teatro di Milano. Hanno appena debuttato due spettacoli: al Teatro Grassi in scena “Dalla terra alla luna”, della famosa compagnia di marionette Carlo Colla & figli; al Teatro Strehler torna “Slava’s Snowshow”, del grande mimo russo Slava. Il primo è una ripresa di uno spettacolo di marionette della fine dell’800, rivisitato e riproposto. Un mondo, quello delle marionette, ancora oggi, in epoca di tecnologia esasperata, ancora affascinante, se si pensa che a muovere quelle “creature” sul palcoscenico ci sono le alibi mani di chi li fa muovere.

“Slava’s Snowshow” è uno spettacolo che viene da lontano e non solo perché Slava, il cui vero nome è Vjaceslav Ivanovic Polunin, è nato in Siberia, ma perché questo spettacolo è in tournée in tutto il mondo dal 1993, ma ad ogni stagione si arricchisce di gag, trovate, nuove figure, che strappano risate, ma che, come tutti gli spettacoli che hanno come protagonisti i clown, a volte danno una struggente malinconia. A proposito del suo modo di fare spettacolo Slava ha detto: “Un giorno ho capito che volevo creare uno spettacolo che ci potesse riportare ai nostri sogni di bambini, che potesse aiutare le persone adulte che venivano a teatro a tornare alla loro fanciullezza di una volta… Questa era la sfida: ho sentito di aver trovato la strada di una nuova terra inesplorata e affascinante. Ho deciso di inoltrarmi in un sentiero intrapreso da pochi clown prima, in campi nei quali non ti aspetteresti mai di trovare un clown! Volevo andare a fondo nell’ambito della tragicommedia, per capire come fondere il dramma con la risata”.

Lo spettacolo merita di essere visto, e rivisto, perché dà sempre grandi emozioni.

Piccolo Teatro Strehler (Largo Greppi – M2 Lanza),

dal 27 dicembre 2019 al 12 gennaio 2020

SLAVA’S SNOWSHOW

Orari:

sabato 28 dicembre, ore 15 e 19.30;

domenica 29 dicembre, ore 16 e 20.30;

lunedì 30 dicembre, riposo;

martedì 31 dicembre, ore 16;

mercoledì 1 gennaio, riposo;

giovedì 2 gennaio, ore 19.30;

venerdì 3 gennaio, ore 20.30;

sabato 4 gennaio, ore 15 e ore 19.30;

domenica 5 gennaio, ore 16 e ore 20.30;

lunedì 6 gennaio, ore 16 e ore 20.30;

martedì 7 gennaio, riposo;

mercoledì 8 gennaio, ore 20.30;

giovedì 9 gennaio, ore 19.30;

venerdì 10 gennaio, ore 20.30;

sabato 11 gennaio, ore 15 e ore 19.30;

domenica 12 gennaio, ore 16 e ore 20.30.

Durata: un’ora e 40 minuti con un intervallo

Prezzi: platea 40 euro, balconata 32 euro

Informazioni e prenotazioni 0242411889

Info: www.piccoloteatro.org
www.slavasnowshow.it

DALLA TERRA ALLA LUNA

da sabato 28 dicembre a domenica 5 gennaio ore 16

mercoledì 1 gennaio riposo

al Piccolo Teatro Grassi

via Rovello, 2 – Milano

Prenotazioni tel. +39.02.4241.1889

tel. promozione pubblico e proposte culturali: 02.72.333.216

Info: www.piccoloteatro.org
marionettecolla.org

La Scatola Magica torna ad aprire le porte, subito all’inizio dell’anno, dal 2 al 19 gennaio, alla fiaba con il nuovo spettacolo di Stefano de Luca, Hänsel e Gretel, prodotto dal Piccolo Teatro e dedicato ai bambini, a partire dai 5 anni. Dopo Cappuccetto Rosso e Il Principe Ranocchio, proposti in versione rock e swing, l’immaginario tenebroso dei Fratelli Grimm ispira nuovamente il regista.
I due giovani attori, Lorenzo Demaria e Lucia Marinsalta, smessi i panni incantati dei personaggi di Carroll (si sono appena concluse e riprenderanno il 21 gennaio le recite di “Alice nel paese delle meraviglie”) raccontano il percorso di crescita di due fratellini che, aiutandosi l’un l’altro, troveranno da soli la via della salvezza. Le immagini in movimento e le interazioni degli attori con esse permettono ai più piccoli di immergersi nel racconto come in un libro illustrato, dove lo  spazio si trasforma, di volta in volta, nei luoghi attraversati e narrati dalla celebre fiaba Scatola Magica.

Piccolo Teatro Strehler (Largo Greppi – M2 Lanza)

HANSEL E GRETEL
dalla fiaba dei fratelli Grimm

ph©MasiarPasquali

drammaturgia e regia Stefano de Luca

Orari:

giovedì 2 gennaio, ore 16.30;

venerdì 3, sabato 4 e domenica 5 gennaio, ore 11;

lunedì 6 gennaio, riposo;

martedì 7 gennaio, ore 9.45;

da mercoledì 8 a venerdì 10 gennaio, ore 9.45 e 11.15;

sabato 11 e domenica 12 gennaio, ore 11;

lunedì 13 gennaio, riposo;

da martedì 14 a venerdì 17 gennaio, ore 9.45 e 11.15;

sabato 18 gennaio, ore 15 e 16.30;

domenica 19 gennaio, ore 11

Prezzi: posto unico 10 euro

foto-di-Serena-Pea

Dal 15 al 26 gennaio, al Piccolo Teatro Strehler, in scena “La commedia delle vanità”, scritta dal premio Nobel Elias Canetti tra il 1933 il 1934, pubblicata nel 1950 e rappresentata per la prima volta nel 1965. Racconta un mondo nel quale un governo totalitario stabilisce “per legge” che la vanità è vietata e ogni strumento atto a tenerla in vita eliminato. Sono banditi tutti gli specchi e i produttori degli stessi messi a morte: ma più che l’autocelebrazione, a essere distrutta è l’idea stessa di identità. Firmata dal regista Claudio Longhi, vede in scena ventitré attori e due musicisti. Una commedia difficile ma anche stimolante.

ph©Masiar Pasquali


Sempre al Piccolo, dal 14 gennaio al 16 febbraio, andrà in scena “Misericordia”, il nuovo spettacolo in prima nazionale della regista siciliana Emma Dante. Una storia cruda, ambientata nella sua Sicilia, che racconta come dal degrado possa comunque nascere la speranza di un futuro migliore. Ma ne riparleremo.
Info: www.piccoloteatro.org

Il barbiere di Siviglia commedia Pop
Dopo il debutto del 29 dicembre al Teatro Persio Flacco di Volterra, arriverà a Milano al Teatro San Babila, il 3, 4 e 5 gennaio, questa versione della commedia datata 1772, in cui il regista Sandro Querci, che ha adattato lo spettacolo e ne è anche l’interprete principale, racconta la storia del conte Almaviva, attualizzandola, come è nel suo costume, con i brani più belli della musica internazionale pop latina, sudamericana e spagnola, come per esempio: Malaguena, Pensami, Por debajo de la mesa, Somos novios, Besame mucho, Bamboleo e altri.
Info: https://www.teatrosanbabilamilano.it/

Alfredo Rossi

Alfredo Rossi

Milanese di nascita, monzese di residenza, sono sposato e ho quattro figli e quattro nipoti (quasi cinque). Giornalista professionista, ho lavorato a Il corriere dei ragazzi, Max, Sale & Pepe, Chi (quando si chiamava ancora Noi), Donna Moderna, Sorrisi & Canzoni, Io Donna, Novella 2000, Sette. Ho scritto centinaia di sceneggiature per fumetti e fotoromanzi. Appassionato di teatro, lo frequento molto, sia sulle poltroncine rosse da spettatore sia sulle tavole del palcoscenico come... attore. Mille interessi, nessuno mai approfondito in modo sistematico, forse perché non amo la routine. Il mio motto? "La vita è bella, ma può sempre diventare ancora più bella”.