Autenticità fuori dai luoghi comuni, tante esperienze in una sola giornata.

WEEK END IN EMILIA

Scritto da Margherita Manara on . Postato in Coppia, Turismo, Weekend

Autenticità fuori dai luoghi comuni, tante esperienze in una sola giornata.

Autenticità fuori dai luoghi comuni, tante esperienze in una sola giornata.

Autenticità fuori dai luoghi comuni, tante esperienze in una sola giornata.

Parma, Italia.
Dall’Emilia, a parte altre città d’arte, di solito il viaggiatore transita, proprio per raggiungere la riviera romagnola, di cui si celebrano le coste della balneazione più divertente, città d’arte e lo stato medievale di san Marino.  

Ma proprio quella parte di Emilia, che comprende Piacenza, Fidenza e Parma, confinante con Lombardia, Toscana, Liguria e Romagna, deve essere ancora scoperta dal turismo ed ha molto da offrire. Immaginando di puntare un compasso su Piacenza, nel raggio di non molto più di 100 chilometri, si raggiungono paesaggi bellissimi e variegati: pianure, alture e anche il mare. In una sola giornata o un week end si possono sperimentare emozioni e piaceri diversi in un territorio di qualità. Tutto ruota intorno ai castelli, oltre 30 sul territorio. Gli eredi delle grandi famiglie patrizie storiche, condottieri e conquistatori appartenenti a casati illustri, conducono lo stesso territorio che gli antenati governavano verso un turismo piacevole e sostenibile in valli in crescita verso un nuovo futuro. E’il “Rinascimento del 2000” nelle campagne piacentine e dei suoi borghi. 

Qui il visitatore appare un pioniere del turismo, godendo della naturale ospitalità della campagna e della collina. In questi luoghi ha il piacere di sentire raccontare storie e storia, tra eleganza e silenzio. Storie di luoghi, di imprese e di esperienze, agricole ed imprenditoriali, che hanno origine tra le corti dei castelli, sulle orme di un passato nobile e glorioso storia antica di condottieri vittoriosi e vicende di aziende vincenti. La zona parla oggi di storie di donne e giovani talentuosi che si fanno strada in un mondo con un’economia da reinventare.

Gli operatori economici del territorio, ognuno portando il meglio dei propri prodotti, servizi ed esperienze, si sono uniti per realizzare un particolare prodotto turistico emiliano di eccellenza, una fucina.

I posti letto sono ancora pochi ed è questo il bello della regione che non è fatta per il turismo di massa, in quanto territorio da preservare. Si tratta delle nuove roccaforti del turismo scelto, lontano dal frastuono cittadino, dove il silenzio riesce a stupire, la luce della luna illumina la notte perche mancano le luci della città, l’aria profuma di fiori, erbe spontanee, frutti selvatici, coltivazioni biologiche: è l’armonia del bel vivere e delle relazioni. Basta un fine settimana per assaporare piaceri fuori dal comune perché sorga il desiderio di vedere qualcosa di più, di percorrere qualche altro raggio del cerchio immaginario che ha il proprio fulcro virtuale in uno qualsiasi dei paesi tra Parma, Piacenza e Fidenza. E’ il progetto Destinazione Emilia condotto da Only-4u.it.

Un mondo piacevolmente ed elegantemente provinciale di fruire del tempo, dei luoghi delle sensazioni con la tranquillità di che vive in una dimensione umana, amichevole, socievole.

Ci si affeziona facilmente a sapori, profumi e panorami tanto preziosi quanto amati da chi li abita. Con questo spirito le comunità locali vivono e condividono l’accoglienza.   

Un viaggio in questa zona, fuori dai luoghi comuni, offre esperienza di italianità autentica. Il filo conduttore che guida il turista è la “qualità della vita”. Bei paesaggi, dolci colline, campagna curata e generosa, castelli, shopping, enologia e gastronomia di eccellenza, terme, fiumi, tra i quali il maestoso Po.

Autenticità fuori dai luoghi comuni, tante esperienze in una sola giornata.

Ecco alcuni esempi di tour fra i tanti possibili in questo territorio di eccellenza e accoglienza.

TAPPA SHOPPING
Il Fidenza Village ambasciatore del buon vivere locale. Il programma di ospitalità dello speciale shopping district parte da Milano, piazza della Repubblica, col servizio giornaliero di Shopping Express fornito da Frigerio Viaggi, circa mezz’ora d’auto. Con la Vip Card è possibile ottenere sia il Personal Shopper/Stylist che l’Hands Free shopping. Quest’ultimo consente di lasciare in negozio i propri acquisti che vengono ritirati da un addetto per ritrovarli tutti alla conciergie. Sinergie con attrazioni locali consentono un programma di spettacoli arte e cultura a sostegno di talenti affermati ed emergenti, D’estate fino al 29 agosto vige la Shopping Night, calendario di 24 spettacoli, con 70 artisti, 140 eventi sino alle 23.     
Fidenza Village  
Via Federico Fellini, 1
Fidenza PR
Tel. 0524 33551
www.fidnzavillage.com

TAPPA CULTURALE E NON SOLO
Sempre a poco più di mezz’ora d’auto da Milano, tra su dolci colline coltivate a filari di viti, inframmezzati da boschi si aprono due vallate fiore all’occhiello di Piacenza: la Val Trebbia e la Val Tidone.

Il Castello di Rivalta, imponente fortezza sulle sponde del fiume Trebbia, è tutt’ora abitato, ma alcune stanze, completamente arredate e corredate e arricchite da collezioni private sono visitabili..

E’ questo uno dei luoghi speciali della Val Trebbia esistono adatti ad per una fuga romantica o solo per allontanarsi dai ritmi della città: lo charming relais Hotel Torre di San Martino e la SPA & Wellness del Castello di Rivalta.

Il castello di Rivalta
Gazzola, fraz Rivalta, Trebbia (PC)
Tel. 0523 978104
www.castellodirivalta.it

Hotel Torre di San Martino
Località Borgo di Rivalta, 1, Gazzola PC
Tel. 0523 972002
www.hoteltorredisanmartino.it

TAPPA ENOLOGICA
Per scoprire vini naturali dei colli Piacentini a La Stoppa una delle cantine per veri intenditori, fuori dei soliti circuiti commerciali, si può raggiungere la cantina Luretta, pluridecorata da premi internazionali. “Qui i clienti diventano poi amici” riferisce la proprietaria. Il biologico su queste colline è espresso da sostenibilità e responsabilità verso il territorio, rispettandone l’identità con produzioni da mercato di nicchia. La qualità del terreno conferisce alle coltivazioni profumi e sapori: calcare, ferro e argilla uniti ad un microclima favorevole. Le etichette sulle bottiglie costituiscono uno sfoggio d’arte e cultura. Raccontano storie di vini da favola, storie colte che traggono origine da letteratura, libretti musicali, tradizione greca, latina e locale.  Cantine Luretta
Castello di Momeliano, 29010 Gazzola PC
Tel. 0523 971070
www.luretta.com

TAPPA GASTRONOMICA
In Val Tidone c’è Grintorto, antico borgo nascosto, dove impera il Ristorante OR, vero e proprio laboratorio di cucina d’arte di Rudi Eugenio Oddone Reni, e sua moglie Paola Pacinotti Reni.

In cucina ci sono due cuochi giovani Mauro Brina e Davide Modesti, mentre la pasticceria è affidata a Stefano Quaroni. L’eccellenza si percepisce dall’antipasto al dolce.

A trecento metri di distanza sorge l’Agrirelais Sant’Uberto col suo pregevolissimo Bistrot nell’antico borgo del Comune di Agazzano (Pc), in Val Luretta. L’agrirelais è di Oleg Reni e conta 18 camere affrescate che, entro fine anno aprirà con una grande spa, piscina e eliporto.

Il paesaggio da Grintorto è costituito da una splendida vallata dove si possono degustare i vini pregiati del Borgo Santa Giustina, degustando i DOP locali come pancetta, coppa e salame, i cui segreti sono tramandati dal 1875 della famiglia Grossetti.

Eleganza e silenzio predominano sull’ambiente verdeggiante dove vivono cinghiali, caprioli, lepri, lupi, falchi, poiane e scoiattoli. L’artigianato tipico, come le raffinate ceramiche di Piacenza, è in mostra nei ristoranti e nei relais assieme a preziosi utensili e arredi d’epoca  in un insieme di vero fascino.  

Pochi posti letto di qualità testimoniano la vocazione turistica per pochi.
OR Cucina d’artestrada Grintorto, 3
Tel. 331 9137482
www.or-cucinadarte.com

TAPPA VERDIANA
La casa dove visse il grande maestro della musica italiana è oggetto di pellegrinaggio di tanti visitatori che intendono calarsi nell’atmosfera dei luoghi che hanno ispirato le opere più famose. La casa colonica, a Sant’Agata di Villanova, contornata dai giardini e dalle rimesse per le carrozze, contiene gli arredi e gli oggetti più cari al musicista.
S.Agata di Villanova sull’Arda (PC)
Via G.Verdi 22    
www.villaverdi.org

TRADIZIONE LUNGO IL PO
Il Castello Pallavicino e Palazzo delle Due Torri, è un’azienda agricola che sorge a Polesine Parmense, nel comune di Polesine Zibello in provincia di Parma.

A tavola, al Ristorante l’Antica Corte Pallavicina, ci si accorge che i salumi hanno sapore, il vino conquista, la gastronomia vince i palati più esigenti con legumi, verdure, pasta fatta a mano secondo tradizione. I dolci raccolgono il meglio della frutta e delle ricette di casa di una volta. Sembra di essere alla tavola delle feste in famiglia.

Siamo sulle rive del grande fiume, punto di partenza per la navigazione del Po, in una vecchia golena, tra i resti di un antico castello. La specialità qui è la lavorazione della carne di maiale nero, tradizione celtica, conservato da sempre grazie alle acque salate dei Salsomaggiore, Salsominore e Rivalta. Qui a Zibello Polesine, in provincia di Parma al Museo del Culatello, uno dei musei del cibo emiliani. La famiglia Spigaroli, che oggi vanta grandi chef, erano mezzadri di Giuseppe Verdi.  Sapori oggi celebrati in questa galleria dei culatelli era stata celebrata da Guareschi e da D’annunzio.
Antica Corte Pallavicina
Strada Palazzo due Torri, 3
Polesine Parmense PR
Tel. 0524 936539
Per prenotazioni: incoming@only-4u.it


Testo e foto Margherita Manara

Tags: , ,

Margherita Manara

Margherita Manara

Giornalista per passione, curiosa per natura, free lance per vocazione, ha collaborato con le principali testate nazionali di quotidiani e riviste specializzate. I suoi interessi spaziano dal turismo all’economia, dalla moda al tempo libero. Non teme la noia, costantemente alla continua ricerca di nuovi stimoli e del bello, che si può nascondere ovunque. Ama il mare d’inverno e la montagna d’estate, scoprire località nascoste e angoli d’arte, conoscere persone. La cose più belle sono condividere la tavola ma anche gioia e avversità con gli amici e l’affetto con i propri famigliari.