Van Gogh - The Immersive Experience: alla scoperta del geniale artista alla Chiesa di San Potito a Napoli

Van Gogh – The Immersive Experience: alla scoperta del geniale artista alla Chiesa di San Potito a Napoli

Scritto da Alessandra Chianese on . Postato in Appuntamenti, Cultura

UN ARTISTA IMMENSO, CHE HA APPASSIONATO E CONTINUA AD APPASSIONARE: LE OPERE DEL GENIALE VAN GOGH SONO TUTTE DA AMMIRARE PRESSO LA CHIESA DI SAN POTITO A NAPOLI, GRAZIE A UN’ENTUSIASMANTE ESPERIENZA IMMERSIVA. UN’OCCASIONE PER CELEBRARE I 170 ANNI DALLA SUA NASCITA.

Napoli, Italia.
Appuntamento da non perdere a Napoli: dal 2 gennaio, la grande mostra internazionale Van Gogh: the Immersive Experience torna in una forma totalmente rinnovata, nella seicentesca Chiesa di San Potito, oggetto di importanti restauri, sita nel cuore del centro storico, in via Salvatore Tommasi 1. Un’occasione per festeggiare i 170 anni dalla nascita di quest’artista geniale e amatissimo. Dopo il grande successo della Claude Monet: the Immersive Experience, arriva infatti questa coloratissima esperienza, adatta a tutta la famiglia.

L’esposizione

L’esposizione giunge nella città partenopea dopo aver entusiasmato 5.000.000 di visitatori in tutto il mondo tra Belgio (Bruxelles), Cina (Pechino e Hanghzou), Israele, Inghilterra (Londra, York e Leicester) e Stati Uniti (New York e Washington), completamente rinnovata secondo i più attuali aggiornamenti tecnologici nel campo delle mostre immersive.

Exhibition Hub, società di Bruxelles specializzata nella progettazione e produzione di mostre immersive, offre a Napoli una vera e propria alleanza tra cultura e tecnologia: una mostra itinerante che diventa site-specific grazie alla fusione con il luogo che la ospita e si trasforma ogni volta davanti agli occhi del visitatore.

Van Gogh: The Immersive Experience è un’esperienza di arte digitale a 360°. Il pubblico è invitato a partecipare a un viaggio mozzafiato nel mondo di Vincent Van Gogh, uno dei più grandi artisti al mondo: la mostra combina arte digitale, informazioni didattiche e realtà virtuale per proporre una vera e propria esperienza immersiva.

L’esperienza immersiva

Il cuore dell’esposizione è una stanza completamente immersiva, con un vero e proprio spettacolo digitale a 360°: 60 proiettori danno vita a 350 capolavori di Van Gogh su una superficie di 1000 metri quadrati. Le proiezioni animano il pavimento e tutte le pareti attorno ai visitatori, che ‘entrano nei quadri’. Lo spettacolo di suoni e luci si svolge in loop, senza inizio né fine.

Van Gogh: The Immersive Experience propone uno spazio dedicato allo studio dell’arte pittorica di Van Gogh. Il visitatore può visionare un documentario di 5 minuti che fornisce informazioni sulle tecniche utilizzate dal grande artista. Un’altra sala ricostruisce il capolavoro di Van Gogh “La camera da letto”. Durante il percorso, è possibile scorgere tanti pannelli informativi sulla vita e sul lavoro dell’artista. 

Da annotare l’interessante sezione “Colora e pubblica”, dedicato ai più piccoli, ma apprezzato anche dagli adulti. In quest’area si risveglia la creatività dei visitatori, consentendo loro di produrre ed esporre i propri capolavori, a partire dai più famosi quadri dell’artista. I più piccoli, ma non solo, potranno cimentarsi nell’arte di Van Gogh, creando opere a lui ispirate, da portare con sé come ricordo della visita.
L’esperienza si conclude con l’esperienza della realtà virtuale (VR), con un visore, che fa scivolare i visitatori ancora più in profondità nella mente di Van Gogh, permettendo loro di vivere un giorno della sua vita.

La chiesa di San Potito

La Chiesa di San Potito fu eretta nella prima metà del XVII secolo da Pietro de Marino. La struttura fu prima proprietà delle monache benedettine e poi basiliane. 

Restaurata nel 1780, la chiesa fu soppressa dal governo francese nel 1808 e successivamente adibita dalla fanteria. La chiesa rimase abbandonata fino a quando fu affidata alla congrega degli ufficiali di banco per decreto di Francesco I delle Due Sicilie. 

L’esperienza Van Gogh Immersive trasforma l’intero spazio museale della chiesa, recentemente rinnovata, in un’esperienza multipla, in cui l’opera si confronta con il suo disegno.

INFO

Per la gioia degli appassionati dei quadri di questo artista geniale e anche dei neofiti, desiderosi di scoprire le sue opere emblematiche e soprattutto di sognare, questo viaggio sulle orme di Vincent Van Gogh sarà alla Chiesa di San Potito a Napoli dal 2 gennaio. Per tutte le informazioni necessarie, consultare www.vangoghexpo.com/napoli/

Alessandra Chianese

Nata e vissuta in provincia di Napoli, è da sempre appassionata di arte, di cultura, di moda e del buon cibo italiano. Giornalista, fin da piccola mostra un costante interesse per l’attualità e la politica, determinanti nella sua scelta di vita professionale. Amante delle lingue, adora viaggiare, scoprire nuovi posti e allargare i propri orizzonti. La frase che più la rispecchia è un passo scritto dal grande poeta Dante: “Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza”.