VACANZE IN GRECIA? UN SOGNO, IN CALCIDICA

Scritto da Ermanno Lucchini on . Postato in Destinazioni, Itinerari

Penisola Calcidica, Grecia
Una vacanza in Calcidica, la penisola della Grecia che si protende come il tridente di Nettuno dentro il mar Egeo, a un’ora d’auto da Salonicco, non è una vacanza “da sogno”, come ripetono i depliant turistici. No, questo è un viaggio dentro il sogno che tutti vorremmo fare. E partire verso questo paradiso in compagnia di chi si ama, è il miglior modo di realizzarlo. Piccoli arcipelaghi incontaminati, spiagge-cartolina circondate da colline verdeggianti e un mare di cristallo: un dolcissimo delirio da vivere con tutti i sensi, per qualche settimana.

Nel programma “vacanze da favola” c’è pure la visita a un lontano parente. MI spiego: nel viaggio in auto da Salonicco a Kassandra, prima delle tre “dita” della Calcidica a mollo nel mare, la miglior sosta da fare (e la più ventilata: un trenino vi porta a 300 metri slm) è quella alle Grotte di Petralona, dove il il nostro più antico antenato, l’arcantropo, bisnonno dell’homo sapiens, viveva 700 mila anni fa con la non raccomandabile compagnia di iene, leoni, pantere, orsi, elefanti e addirittura rinoceronti, tutte presenze documentate dai fossili conservati nel museo, accanto al cranio del nostro “nonnino”. Da lassù, si gode di una stupenda vista sul Golfo di Toroneo ma è all’interno delle cavità sotterranee che gli occhi strabuzzano: il presepe di stalattiti e delle stalagmiti allestito dalla natura, goccia dopo goccia, in milioni di anni lascia sempre meravigliati.
Dalle colline di Petralona si scende verso il mare, entrando nel promontorio di Kassandra: il Lime Beach Bar sulla spiaggia e il sovrastante patio del Moudounou Restaurant (parte del White Suites Resort) sono un assaggio dell’Eden. Assaggio squisito, perché i piatti a base di freschissimi frutti di mare, i delicati fritti, il pesce e le verdure grigliate da assaporare di fronte a un panorama da estasi riconciliano con uno stato di calma olimpica e una dimensione del vivere, e del saper vivere, altrove irraggiungibili.
Se dopo tanta bellezza faticate a rimanere rinchiusi tra quattro mura, un poco più a Sud, a Kriopigi, l’hotel 5 stelle Kassandra Palace vi mette a disposizione stanze e suite con tutti i servizi e i comfort, compresa spa e spiaggia privata. Quando cercherete una parentesi tra mare, piscina, animazione e trattamenti fitness, non avrete che l’imbarazzo della scelta: a pochi minuti d’auto, i resti dei templi di Zeus e di Dioniso a Kallithea, oppure il villaggio di pietra di Afitos o, ancora, la torre bizantina e la caverna di san Paolo di Nea Fokea valgono tutti un’escursione.

Sithonia è il secondo, verdissimo promontorio dove il paradiso si tinge di turchese: la vista da Talgo Beach, nel magico golfo di Vourvourou, per l’anima è ambrosia. Ambrosia: cioè, secondo la mitologia il cibo degli Dei. Come le specialità che si gustano allo Yefsis Restaurant, parte dell’elegante Antigoni Beach Resort: piatti memorabili – vera nouvelle cuisine greca – come i gamberoni e i dolmates ai frutti mare. Consiglio pratico: portate un caricatore di riserva per il vostro smartphone, perché non smetterete di fare foto alle spiagge di Ormos Panagia, Trani Ammouda BeachAkti Salonikiou, postare commenti, girare video al tramonto…
Tregua? Le suite extralarge dell’Athena Pallas Village Resort, superattrezzate, con una piacevole taverna ristorante, la grande piscina, il minigolf e il tennis sono un’oasi a portata di mano.
Tra una delizia e l’altra non guasta un po’ di folklore. Purché autentico: nel villaggio di Nikiti (puntata d’obbligo da Barcarolla, per un caffé o un cocktail rinfrescante), alle tradizioni locali hanno dedicato un intero museo, mentre nel borgo di Agios Nikolaos nelle taverne si pasteggia a ouzo, e poi naturalmente si canta e si balla, accompagnati dal bouzouki, dalla chitarra e dal baglamàs dei suonatori di rebetiko.
Approfitate della vostra permanenza per un opportuno approviggionamento di miele, propoli, pappa reale, polline, cosmetici a base di miele… insomma tutto il bendiddio che le tanto decantate api di Sithonia producono: dal produttore, la cooperativa Sithon, al consumatore. Chi riesce a organizzare una ciurma di 8 persone, può prenotare un catamarano da 12 metri (4 spaziose matrimoniali, ciascuna con il proprio bagno) da Chalkidiki Yachts, per crociere luxury di fine settimana tra le nove isolette della baia. La più bella? Diaporos, che nella baia delle Acque Blu nasconde un mare dalle trasparenze cristalline. Dream not, go live! “Non sognare. Vieni qui a vivere il tuo sogno”: chi ha creato lo slogan dell’Ente Turismo della Calcidica deve aver avuto l’idea proprio qui, a Diaporos. Partendo dal paradiso, l’approdo successivo non può che essere un altro Eden: l’Ekies All Senses Resort coccola i suoi ospiti in suite da mille e una notte (certo, anche per lune di miele), compresa una penthouse suite con jacuzzi panoramica da urlo: è una destinazione magica, sembra uscita dal mondo dei sogni. E invece… sì, è un sogno che diventa realtà.

TACCUINO DI AGENDAVIAGGI
Viaggio
Fly & drive con Ellinair che vola su Salonicco ogni sabato da Milano Malpensa e Verona. Prenotazioni: lun-dom, h 8:00-24:00 tel. +30.2311.224700 (da cellulare); e-mail: customer.service@ellinair.com
Informazioni e prenotazioni alberghiere
Ente Nazionale Ellenico per il Turismo; tel. 02.860470, o2.860477. #visitgreece
Ufficio del Turismo Calcidica: Facebook: @HalkidikiTourismOrganization; Instagram e Twitter: @VisitHalkidiki#visithalkidiki #myhalkidiki

Ermanno Lucchini

Tags: ,

Ermanno Lucchini

Ermanno Lucchini

Elettrizzato da Londra a 14 anni, da allora Ermanno Lucchini non ha più smesso di viaggiare: da Lodi a Milano, tutti i giorni, casa-redazione redazione-casa (prima ad Altroconsumo, poi negli ultimi vent’anni a Io donna, il femminile del Corriere della Sera). Qualche parentesi: Madagascar, Polinesia, Ngorongoro, Cina, India, Messico, Cuba, Stati Uniti, Germania (in bici: lungo il Reno, sul lago di Costanza, a Monaco, a Berlino, a Kassel per Documenta). A 59 anni si ostina a pedalare e a prendere treni affollati e quasi sempre in ritardo: dice che è la miglior terapia per rimanere vivo. E vegeto.