Tutto ciò che devi sapere se stai pensando di organizzare un viaggio negli emirati arabi

Tutto ciò che devi sapere se stai pensando di organizzare un viaggio negli emirati arabi

Scritto da Redazione on . Postato in Turismo

Emirati Arabi Uniti.
Gli Emirati Arabi Uniti rappresentano il simbolo più eclatante dello sviluppo economico esponenziale che la Penisola Arabica ha subito negli ultimi decenni. Questo stato comprende ben sette emirati, tra i quali quello di Abu Dhabi, il cui omonimo capoluogo splende come una delle più importanti città degli Emirati Arabi assieme a Dubai. Da quest’ultima è possibile raggiungere Abu Dhabi senza spendere troppo e così risparmiare con gli itinerari di Hellotickets.

Quando andare ad Abu Dhabi e dove dormire

Abu Dhabi sorge su una splendida isola chiamata Rīm, che si protende nel Golfo Persico con la sua curiosa forma di T: fondata nel 1751 dall’antica tribù locale dei Banū Yās, oggi Abu Dhabi è la meta perfetta per chi cerca svago, relax e divertimento, è resa ideale da visitare in ogni periodo dell’anno grazie al piacevole clima sub-tropicale.

Luglio e agosto però sono particolarmente torridi, per questo il periodo più consigliato per godersi al meglio Abu Dhabi è tra i mesi di novembre e di aprile: non si dimentichi poi che in questo periodo dell’anno anche i prezzi di alberghi e altre strutture ricettive sono più economici, al di là che si tratti comunque di una città ricca e lussuosa.

È questo un dato di cui tenere conto anche nella scelta della zona dove soggiornare: chiarito che ad Abu Dhabi non esistono zone molto economiche, è anche vero che proprio nel cuore della città, tra Khalifa Street e Hamdan Street, le strutture tra cui scegliere sono diverse ed è possibile scovare qualche hotel meno dispendioso degli altri. Le zone della Corniche e di Saadiyat sono l’ideale per chi vuole godersi lo splendido mare di Abu Dhabi, mentre le famiglie non possono non optare per Yas Island vista la presenza di grandiosi parchi tematici.

L’Abu Dhabi più autentica tra storia e natura

Si pensa ad Abu Dhabi come una città assolutamente moderna e tecnologica e in effetti è tendenzialmente così. Ma ci sono luoghi che riportano i visitatori indietro nella storia più antica della città e tra questi spicca il forte di Qasr Al Hosn risalente al XVIII secolo. Questa bella costruzione rappresenta di fatto l’edificio più antico di tutta Abu Dhabi e da qui venivano controllati i traffici commerciali, sia via terra che via mare, tra la Penisola Arabica e il Golfo Persico: oggi la fortezza di Qasr Al Hosn è sede di un interessantissimo museo ricco di reperti storici risalenti anche al VI millennio. Non lontano dal forte si trova invece la House of Artisan, un luogo dove i visitatori potranno osservare da vicino la produzione di prodotti artigianali tipici del luogo come ad esempio cesti realizzati con foglie di palma.

Da vedere poi assolutamente l’Heritage Village, ossia la fedele ricostruzione di un villaggio beduino, con tanto di oasi e tipiche torri del vento arabe: qui è possibile rivivere il passato di Abu Dhabi, tra esposizioni di gioielli e armi e dimostrazioni sulla lavorazione del vetro e della ceramica.

Tra i luoghi più autentici di Abu Dhabi c’è poi il Mangrove National Park, vera e propria oasi naturalistica dove è possibile solcare corsi d’acqua a bordo di un kayak oppure fare passeggiate a piedi immersi nella natura più incontaminata, camminando su passerelle in legno perfettamente integrate nel contesto.

L’Abu Dhabi moderna e lussuosa

Nonostante sia un luogo sacro, la Moschea di Sheikh Zayed è uno dei luoghi più grandiosi della città, con i suoi quattro minareti, le decine di cupole e le migliaia di colonne in marmo decorate con capitelli realizzati in gemme preziose e oro. All’interno si trovano lampadari in Swarovski e il più grande tappeto persiano al mondo, realizzato rigorosamente a mano. Dopo avere ammirato la moschea, magari al tramonto o di notte completamente illuminata, dall’antistante memoriale del Wahat Al Karama, si può proseguire la visita di Abu Dhabi raggiungendo l’isola di Saddiyat: qui, oltre all’omonima spiaggia bagnata da uno splendido mare turchese, sorge il Louvre di Abu Dhabi, nato in collaborazione con lo stato francese. La bianca struttura si affaccia sul mare, con la sua cupola in acciaio che lascia filtrare la luce rendendo gli spazi interni luminosissimi: qui sono custodite opere di Van Gogh, Gauguin e Monet, oltre a ceramiche cinesi e giapponesi.

Il lusso di Abu Dhabi trova la massima espressione nei suoi grattacieli, tra i quali le Etihad Towers: si tratta di 5 edifici di altezze differenti e su uno dei quali si trova l’Observation Deck at 300, spettacolare piattaforma panoramica che, a 300 mt di altezza, permette la vista più bella su tutta la città. Da quassù si possono distinguere la splendida passeggiata della Corniche, le cupole del palazzo presidenziale Qasr Al Watan e la magnificenza dell’Emirates Palace, uno degli alberghi più lussuosi della terra, rigorosamente a 7 stelle.

Tra i luoghi più iconici di Abu Dhabi c’è senza dubbio l’Isola di Yas, che ospita ben tre parchi tematici che faranno la gioia di grandi e piccini: ci sono il parco acquatico Yas Waterworld, il Warner Bros World Abu Dhabi (tra i parchi coperti più grandi del pianeta) e infine l’imperdibile Ferrari World. Querst’ultimo comprende esposizione di auto storiche, cinema 3D, una versione araba dell’Italia in miniatura e soprattutto quelle che sono considerate le più veloci montagne russe al mondo, dove si viaggia a ben 245 km all’ora.
Credit photo, dall’alto: ©Juliana, courtesy by Hellotickets, ©John Campbell, ©Agnieszka Kowalczyk.