Torna Tipicità in blu: “dove il mare incontra le persone”

Torna Tipicità in blu: “dove il mare incontra le persone”

Scritto da Sara Scattolini on . Postato in Appuntamenti, Food&Drink

Dal 18 al 22 maggio, torna nella città di Ancona, l’attesissima manifestazione “dove il mare incontra le persone”: cibo, nautica, pesca, impronta ambientale, bioeconomia, turismo e cultura, tutto rigorosamente “vista mare”.

Ancona, Italia
Esplorando la prospettiva blu in tutte le sue sfaccettature

La nona edizione della manifestazione “tipicità in blu” parte il 18 maggio con le giornate della blue economy con prestigiosi ospiti internazionali ed esperti del settore. Un focus su nautica e cantieristica, sviluppo territoriale costiero, sostenibilità e città portuali intelligenti. Il festival vero e proprio entrerà nel vivo il weekend del 21-22 maggio, con minicrociere sul Conero, degustazioni gourmand dei sapori marinari, incontri con chef e personaggi del mare.

Per gli amanti della vela e del cibo, ritorna a Marina Dorica, dopo due anni di stop forzato, la regata gastronomica “Sailing chef” con i prodotti a KM 0 di Coldiretti ed i moscioli presidio Slow Food della Cooperativa Pescatori di Portonovo. Testimonial d’eccezione il giornalista-gastronomo Stefano Vegliani, indimenticato volto e voce di Luna Rossa e delle sue epiche gesta per Mediaset.

Show proposti dall’Associazione Cuochi della Provincia di Ancona

Alla Mole saranno protagonisti gli alfieri della cucina anconetana a partire dalle 17 di sabato e domenica. In programma show proposti dall’Associazione Cuochi della Provincia di Ancona, con Walter Borsini dell’Hotel Fortino Napoleonico, Enrico Giacchetti del ristorante Giacchetti, Leonardo Castaldi di Wine Not e Giancarlo Filonzi de La Botte. Insieme a loro i vini di Umani Ronchi, Strologo, Moroder, La Calcinara e Fattoria Lucesole.

Inoltre sarà possibile gustare assaggi di Adriatico accompagnati dai vini del Conero nei suggestivi ambienti della Mole, grazie ai ragazzi di MicaMole. Piatti come “Stoccafisso alla Mole” e assaggi di “cibi di terra, sapienza artigiana” saranno proposti rispettivamente dall’Accademia dello Stoccafisso all’anconetana e dalla Coop Alleanza 3.0. In programma anche la presentazione del libro “Conero in pillole”, il laboratorio per i più piccoli “Colora la Mole in Blu”, un talk dedicato ai moscioli, con Roberto Rubegni, ed uno sulla scienza divertente con Gian Marco Luna, direttore CNR IRBIM.

Il week end di Tipicità in Blu alla Mole sarà inoltre l’ultima occasione per visitare la mostra di Frida Kahlo, che chiude i battenti proprio il 22 maggio, ma anche le proposte del Museo Tattile Statale Omero, con la Collezione Design e la mostra che s’inaugura proprio nei giorni di Tipicità in Blu “La cultura della plastica-Arte, design, ambiente”.

Un coinvolgimento attivo di tutti quei luoghi strettamente legati al mare

Promossa dal Comune di Ancona, Fondo Mole e Camera di Commercio delle Marche in collaborazione con una corposa squadra di sostenitori, a partire da Università Politecnica delle Marche e Banco Marchigiano, nel ruolo di partner scientifico e partner progettuale rispettivamente, coinvolge attivamente tutta la città ed i suoi luoghi iconici strettamente legati al mare e alle sue attività più caratteristiche, come la Mole Vanvitelliana e Marina Dorica, ma anche il centro città con l’organizzazione dei circuiti di locali che offrono speciali “menù in blu ed aperiblu”, proposti insieme a Confcommercio, CNA e Confartigianato.

Tutte le info su www.tipicitainblu.it

Sara Scattolini

Marchigiana doc, nata e cresciuta in una piccola cittadina che affaccia sul mare, elemento indispensabile per la sua crescita, il porto sicuro dove rifugiarsi per ritrovare attimi di serenità. Curiosa per natura e appassionata di fotografia, le piace pensare che c’è sempre del bello da scoprire dietro l’angolo e magari immortalare quel ricordo per catturare l’emozione vissuta. L’amore per i viaggi resta la sua più grande passione, nata fin da piccola quando con la famiglia trascorreva le vacanze estive in campeggio in mezzo alla natura e si è consolidata negli anni delle superiori quando nel percorso formativo turistico progettava itinerari in giro per il mondo per clienti virtuali. Ispirandosi al Dalai Lama, uno dei suoi principi chiave è “una volta l’anno, vai in un posto dove non sei mai stato prima”, che non significa necessariamente prendere un aereo e attraversare l’oceano: ammirare un tramonto da mille sfumature seduti su una spiaggia di ciottoli bianchi vicino casa sa emozionare quanto un safari in Kenya o una notte nel deserto di Dubai, basta solamente riscoprire la vera essenza del viaggiatore.