SCOZIA: NATURA, CASTELLI E WHISKY!

Scritto da Pamela Cazzaniga on . Postato in viaggi senza barriere

Ecco le città del mio viaggio in Scozia: Glasgow, Lowlands, Stirling, Oban, valle del Glencoe, isola di Skye, Inverness, Highlands, Loch Ness, Aberdeen, Stonhaven, St.Andrews, Edimburgo.

Impossibile descrivere la Scozia in una sola parola. Esplorarla significa immergersi nelle sue terre verdi circondate da splendidi laghi dove castelli storici fanno da contorno. Aspra, selvaggia e affascinante al tempo stesso regala un’atmosfera sognante ai suoi visitatori. Appartiene ad una delle nazioni costitutive del Regno Unito occupando più di un terzo del nord della Gran Bretagna.

Dunrobin-Castle-scozia-700

Le terre scozzesi di dividono in Lowlands e Highlands. Quale è la differenza? Le prime delimitano le aree centro meridionali della Scozia e, a differenza del nome, non sono fisicamente “basse” ma sono per la maggioranza costituite da bassipiani. Le seconde invece formano la regione montuosa situata a nord e ad ovest del Regno Unito. Inverness è considerata la capitale nonché la sede amministrativa delle Highlands.

Impossibile andare in Scozia senza passare del tempo nella sua capitale diventata ormai cosmopolita e raffinata. A Edimburgo, oltre che il castello e la Old Town, si possono ammirare le case georgiane, le stradine ripide e acciottolate e i vicoli medioevali sospesi su pareti di roccia, frutto di una serie di vulcani spenti. Per la strada è solito incontrare scozzesi con indosso kilt di tartan o giovani ragazzi che si sperimentano con la cornamusa. Accosto Edimburgo a Londra per diverse similitudini tra le quali i cab, tradizionali taxi neri dal design unico, le cabine telefoniche rosse e gli autobus a due piani.

Inverness-scozia-700

Davvero tanti e di diverso genere sono gli itinerari turistici:
Film e letteratura percorrendo i luoghi più famosi dove sono state girate scene di fama internazionale come “Harry Potter”, “Braveheart” o “One day”.
Castelli e giardini
Golf per una visita sui campi verdi all’insegna di questo sport
Avventure sulle isole ve ne sono più di 700 con degli scenari mozzafiato
Natura scozzese per la ricerca e l’avvistamento di foche, delfini e balene
Tour del whisky nelle distillerie per una esperienza da intenditore.

Il taccuino di Agenda Viaggi

Curiosità. Animale nazionale: unicorno.  Il suo motto: Nessuno può provocarmi impunemente da l’Ordine del Cardo. La città di Aberdeen detiene il titolo di capitale europea del petrolio. La bandiera scozzese rappresenta una croce di Sant’Andrea bianca in campo blu.

Accessibilità per i disabili. Non ci sono particolari problemi in sedia a rotelle. Sono molte le strutture alberghiere che accettano ospiti diversamente abili. E’ impossibile invece visitare gli interni dei castelli.

isola-di-Skye-scozia-700

4 luoghi da non perdere in Scozia
1. Visita guidata nella distilleria di Glendfiddich. I suoi whisky single malt, prodotti con il metodo classico, sono apprezzati in tutto il mondo.
2. Dunrobin Castle per perdersi nei suoi pittoreschi giardini e in questo castello da favola molto ricercato e rinomato per i matrimoni.
3. Loch Ness, un must per tutti coloro si recano in Scozia. Il suo lago dalle acque profonde nasconde la leggenda del mostro Nessie.
4. Isola di Skye, di una bellezza indomita le sue coste frastagliate, i brulli promontori e le immense vallate.

fish-and-chips-scozia-700

Cosa mangiare
Fish and Chips accompagnato da una Caledonian, tipica birra scozzese. Salmone con patate bollite e verdure.
Haggis, piatto scozzese per eccellenza, un insaccato di interiora di pecora (cuore, polmone, fegato) macinato con la cipolla, grasso di rognone, farina d’avena, sale e spezie, mescolati con brodo e bollite nello stomaco dell’animale per circa tre ore. Viene poi tagliato tradizionalmente e rigorosamente con una spada.
Black Pudding, simile a un sanguinaccio.
E per dolce gli Scones, somiglianti a mini muffins serviti con burro e marmellata o col miele.

Dove dormire
The Caledonian Hotel, a Oban. Situato di fronte al lungomare nel centro di questo romantico villaggio di pescatori. Venne costruito alla fine del 1800 e fu utilizzato come base della Royal Navy durante la seconda guerra mondiale.
Holiday Inn City Centre a Edimburgo, a pochi passi dal castello e dai principali pub della capitale scozzese.

 

 

Pamela Cazzaniga

Pamela Cazzaniga

Solare, vivace ed esuberante ama da sempre le lingue e i viaggi. Vive in provincia di Lecco, vicina alla soglia dei 40 anni è da 18 su una sedia a rotelle a causa di un brutto incidente stradale. Dopo aver superato il trauma ha ripreso a girare il mondo e, sull’onda di questa grande passione, nel 2014, ha aperto un blog “ilmondodipamela.it” per stimolare i disabili a viaggiare. Felice di collaborare con Agendaviaggi che le permette di realizzarsi come donna, viaggiatrice ma soprattutto come disabile. Il suo motto è “crederci sempre arrendersi mai!”