SAN FRANCISCO: TOUR ALTERNATIVI PER SCOPRIRE LA CITTÀ

Scritto da Claudia Dagrada on . Postato in Coppia, Destinazioni, Single

Dai pulmini psichedelici al pedicab fino al camion dei pompieri, ecco alcune proposte per andare alla scoperta di San Francisco in modo diverso dal solito.

 

 

San Francisco, Stati Uniti.
San Francisco è tra le mete più gettonate degli Stati Uniti. Sarà il fascino californiano della West Coast, l’eredità hippy o le colline (43 per l’esattezza) che regalano scorci indimenticabili, sta di fatto che ha molto da offrire a chi decide di visitarla. Dopo New York, è la città americana con la più alta densità di popolazione, mentre la sua area metropolitana è la quinta per grandezza della nazione. Ma numeri a parte non manca davvero nulla, dall’arte alla cultura, dai ristoranti stellati allo shopping fino ai paesaggi da cartolina.
San Francisco è facilmente visitabile in autobus, bicicletta, barca o a piedi… ma perché, per cambiare un po’, non provare qualcosa di stravagante quando si prenota un tour della città? Ecco alcuni suggerimenti per andare alla scoperta di San Francisco in modo insolito!

Il primo consiglio riguarda uno dei mezzi più di tendenza degli ultimi tempi, il Segway, una sorta di scooter “in piedi”. Con City Segway Tours of San Francisco ci sono svariati tour che portano attraverso numerosi quartieri fino al lungomare, mentre San Francisco Segway Tours – Electric Tour Company organizza tour all’interno del Golden Gate Park: parliamo di una distesa di erba verdissima che occupa una superficie di circa 400 ettari, e che si estende dal quartiere di Haight-Ashbury fino all’Oceano Pacifico. E poi ci sono i Private Segway Tours VIP che consentono di girare per i quartieri di Fisherman’s Wharf (dove una comunità di leoni marini si è stabilita vicino al Pier), North Beach, Chinatown (una città nella città con ben 24 isolati di attività frenetica, e la strada più antica di San Francisco, la Grant Avenue) e persino di percorrere i ripidi tornanti della nota Lombard Street.

Per una via di mezzo fra tradizione e modernità, il Pedicab (o risciò) è una valida alternativa. San Francisco Pedicab offre il tour SF Brew Ride: dura circa due ore e mezzo, e porta i visitatori dal Ferry Building fino al quartiere di SoMa e viceversa, con fermate in tre birrerie lungo la strada. È un’ottima opportunità quindi non solo per esplorare il vivace centro di San Francisco, ma anche per assaggiare alcune delle birre artigianali locali.

Se invece si è alla ricerca di uno dei cliché più stravaganti, c’è il VW Bus: con San Francisco Love Tours Inc. si può andare alla scoperta della città in un autobus psichedelico della Summer of Love anni Sessanta. Basta salire a bordo di uno di questi pulmini per ritrovare l’autentico spirito hippy di San Francisco. L’itinerario può essere personalizzato in base alle aree di interesse.

GoCar GPS-Guided Tours invece vanta una truppa composta da macchinine gialle da guidare lungo un percorso prestabilito. Parliamo delle GoCar, simili a un triciclo truccato o alla carrozzina di un sidecar. Una guida virtuale, sincronizzata con il percorso del GPS, conduce attraverso la storia di San Francisco. Dato che l’itinerario si snoda lungo le strade cittadine, è consigliato solo a piloti esperti.

Infine, per concludere in modo ancora più insolito, passiamo al camion dei pompieri. Esatto: San Francisco Fire Engine Tours & Adventures porta i viaggiatori in città e sul Golden Gate Bridge (il famoso ponte che con la sua immensa arcata di 2,7 km collega il Nord di San Francisco con il Marin County) nella storica “Big Red Shiny Mack Fire Engine”. Si può scegliere tra l’itinerario standard o il tour privato delle aziende vinicole di San Francisco. Il camion è completamente aperto, ma grazie a una vera attrezzatura da pompiere non c’è rischio di prendere freddo.
Info: San Francisco 

 

Claudia Dagrada

Claudia Dagrada

Claudia Dagrada

Viaggiatrice compulsiva zaino in spalla, ama esplorare il mondo in compagnia di se stessa, della macchina fotografica e di un buon libro. Forse per il fatto di essere noiosamente milanese purosangue, appena può prende un volo aereo per raggiungere un paese possibilmente oltreoceano, e senza prenotare nulla. Con una predilezione per il Sud-Est asiatico, ha lasciato il cuore a New York e aspetta con ansia di approdare in Sud America. Tutte queste passioni le riversa nel suo blog dedicato alle marziane che, come lei, amano viaggiare in solitaria. Autrice di Prontechesiviaggia.com