Riparte il Treno di Dante: un viaggio attraverso il tempo e la storia

Riparte il Treno di Dante: un viaggio attraverso il tempo e la storia

Scritto da Tiziano Argazzi on . Postato in Coppia, Famiglia, Itinerari, Single, Turismo, Weekend

Dal 4 giugno all’1 novembre, solo nei fine settimana, un’esperienza unica a bordo di un treno storico alla scoperta delle località che il Sommo Poeta visitò  nel suo viaggio da Firenze a Ravenna.

Firenze. Italia.
Dopo il successo dell’estate 2021 –  quando  oltre 5.000 persone sono salite sugli storici  vagoni messi a disposizione dalla Fondazione FS Italiane per i 28 giorni di attività – torna per la seconda edizione il “Treno di Dante“, un convoglio storico che nei weekend, dal 4 giugno all’1 novembre, accompagnerà i viaggiatori da Firenze, la città natale di Dante, a Ravenna dove riposano le sue spoglie, e ritorno, per una full immersion dantesca a ritmo slow. Il treno storico partirà dalla stazione di Santa Maria Novella alle 8,50 e vi farà ritorno alle 21,20 dopo essere ripartito da Ravenna alle 17,54.

136 km a bordo di un treno storico

Un percorso di 136 km ricco di fascino e atmosfere del passato a bordo di treno la cui motrice è in livrea storica e le carrozze hanno interni in legno, velluti verdi e dettagli Liberty.

Il “Treno di Dante” attraversa il cuore dell’Appennino Tosco-Romagnolo alla scoperta delle terre che il Sommo Poeta visitò nel suo cammino d’esilio, lungo un percorso incantevole che coniuga celebri città d’arte e borghi medievali completamente immersi nella natura incontaminata.

Nel 2022 saranno 32 le giornate di programmazione nei mesi di giugno (la prima corsa come detto è il 4 giugno), luglio, fine agosto, settembre e ottobre e poi 1 novembre per chiudere l’edizione 2022 dell’iniziativa.

Le novità della seconda edizione

La seconda edizione si apre con una conferma (il treno ci sarà come l’anno scorso solo nei weekend) e due novità. La prima riguarda la formula di viaggio e la seconda riguarda i posti a sedere con possibilità di scegliere  tra quelli in terza classe con le caratteristiche sedute in legno e gli arredi di un tempo per un tuffo nel passato, nonché quelli in prima e seconda classe con le sedute in tessuto.

La nuova Formula “crociera”

Per le corse del sabato è prevista la nuova formula “crociera” che permette ai viaggiatori di effettuare un’escursione alla scoperta di Brisighella e Faenza, due splendide cittadine in provincia di Ravenna dove il Sommo Poeta sostò nella marcia di avvicinamento a Ravenna.  In questo caso il treno farà tre soste tecniche (per la salita e la discesa dei viaggiatori) e la sosta prolungata (un’ora e mezza)  a Brisighella e Faenza a sabati alternati. La sosta a Brisighella è prevista il 4 e 18 giugno; 2 luglio; 27 agosto; 8 e 22 ottobre. La sosta sarà nel viaggio di andata, dalle 11,05 alle 12,32 per consentire agli ospiti di conoscere uno dei borghi medievali più belli d’Italia.

La sosta a Faenza ci sarà l’11 e 25 giugno; 9 luglio; 3 e 17 settembre; 1, 15 e 29 ottobre. Il treno sosterà nella suggestiva capitale mondiale della ceramica dalle 11,08 alle 12,47 per andare alla scoperta delle eccellenze di Faenza e di immergersi nella sua cultura diffusa.

Nella fase di acquisto del biglietto sarà possibile scegliere tra una delle escursioni guidate, come pure sarà possibile scegliere di visitare i due borghi in autonomia. Durante la sosta è obbligatoria la discesa dal treno.

Nessuna novità invece per domenica. Infatti il Treno di Dante parte da Firenze alle ore 8,50 ed arriva a Ravenna alle 11,57. In tal modo gli ospiti hanno alcune ore per dedicarsi alla visita di Ravenna e conoscere almeno alcuni degli otto monumenti patrimonio Unesco della città.

Il convoglio sosterà in stazione sino alla ripartenza, prevista per le 17,54. Quattro saranno le fermate intermedie di pochi minuti per consentire la salita e la discesa dei viaggiatori: Borgo San Lorenzo, Marradi, Brisighella e Faenza, tutti luoghi che hanno segnato la vita di Dante.

Un treno speciale costruito più di un secolo fa

Come detto la seconda novità riguarda  il convoglio storico, con le sue antiche carrozze. Questo treno speciale, detto “Centoporte”, messo a disposizione dalla Fondazione FS Italiane, che viaggia sulla linea ferroviaria Faentina, la prima in Italia ad attraversare gli Appennini, si presenta in questa seconda edizione con tre ambienti: uno aperto per la classe standard – all’epoca terza classe – con i caratteristici interni di legno, la prima classe e la seconda classe con i divani imbottiti e dettagli Liberty, per complessivi 230 posti a cui si aggiungono il vagone postale e la motrice storica.

Il “Centoporte” è stato uno dei simboli della locomozione ferroviaria italiana. Ispirato alle diligenze dei primi del Novecento e caratterizzato da interni interamente in legno che contribuiscono a creare quel senso di eterno che si respira appena si sale a bordo. Oggi ne sono rimasti solo  pochi esemplari e sono considerati dei veri e propri gioielli nella storia del trasporto passeggeri, venendo concessi al pubblico solo per occasioni speciali.

Il servizio a bordo di alta qualità

Il servizio sul Treno di Dante è, inoltre, personalizzato e di alta qualità: su ogni vettura è presente un’assistente di viaggio che si occupa di accompagnare i viaggiatori nella loro esperienza e narrare la storia dei luoghi toccati durante l’esilio dell’Alighieri, che più ne influenzarono l’esistenza e l’opera.

Gli assistenti forniscono anche preziose indicazioni su cosa visitare a ogni fermata del treno: musei, rocche, teatri e palazzi, cui i passeggeri potranno accedere gratuitamente esibendo all’ingresso il biglietto del Treno di Dante, anche in un giorno diverso da quello del viaggio. Inoltre si ha diritto a uno sconto nei ristoranti e locali convenzionati dei paesi toccati dalla tratta per una tappa dedicata al piacere del palato e gustare le specialità locali utilizzando le convenzioni sottoscritte con i ristoranti partner comprese nel biglietto.

INFO

Ulteriori info: https://iltrenodidante.it. Costo del biglietto: a partire da 38 euro. I benefit e le agevolazioni offerte con il biglietto del Treno di Dante sono valide ed utilizzabili per l’intero periodo di realizzazione del servizio, dal 4 giugno al 1 novembre.

Tiziano Argazzi

Ferrarese DOC e da tanto tempo appassionato di viaggi. Viaggiare è una passione nata decenni fa che non accenna a diminuire ……anzi. Grande è sempre la gioia di partire per una nuova destinazione con la consapevolezza che la vita è un viaggio e chi viaggia vive almeno due, tre, dieci, cento volte. Viaggiare è conoscenza e confronto con culture, ambienti e persone diverse e per questo è “gioia di vivere”. Altrettanto grande è il piacere di documentare con parole ed immagini quanto visto. Per tale ragione da alcuni decenni mi diletto a scrivere di viaggi, vacanze e tempo libero, inserendo anche suggerimenti enogastronomici. Fino ad oggi ho privilegiato quel bellissimo Paese che è l’Italia e l’Europa con alcune (poche) puntate oltreoceano. Il giornalismo di viaggio è diventato parte della mia vita ed ogni articolo l’occasione ed il modo piacevole per trasmettere al lettore tutte quelle emozioni che fanno parte di ogni destinazione visitata