Parte la terza edizione di Como Lake Cocktail Week

Parte la terza edizione di Como Lake Cocktail Week

Scritto da Isabella Radaelli on . Postato in Appuntamenti, Food&Drink

L’edizione del 2022 sceglie di rendere omaggio al cinema ambientato in riva al Lago.

Como, Italia.
Dal 30 giugno al 4 luglio Como celebrerà l’arte della mixology e del food pairing con la Como Lake Cocktail Week. Al ritmo di “Lake it easy” la manifestazione è pronta a shakerare il Lago di Como con una terza edizione ricca di tantissime novità. Saranno cinque giorni dedicati all’arte della mixology, del bere miscelato di qualità e del food pairing più raffinato, con una drink list di 50 cocktail , tra versioni alcoliche e alcool free, serviti al bancone dei luxury hotel, street bar e ristoranti più affascinanti del Lago di Como.

ESPERIENZA E CREATIVITA’

La Como Lake Cocktail Week, evento di riferimento nel settore food & beverage patrocinato da Comune di Como, Confindustria e Confcommercio, ha come obiettivo quello di educare al bere responsabile e di qualità e di rafforzare le sinergie sul territorio, ed è un’experience multisensoriale che porta una nuova ondata di creatività e sperimentazione, che prende vita dietro al bancone del bar, luogo in cui la miscelazione si trasforma in uno storytelling affascinante.

“Credo fortemente che la Como Lake Cocktail Week sia un progetto di tutti noi che coltiva in sé un grosso potenziale, destinato quindi a crescere nel tempo attirando sempre più un pubblico curioso di scoprire i valori del nostro territorio” ha dichiarato Annalisa Testa, giornalista e fondatrice della Como Lake Cocktail Week “Quello a cui tutti noi contribuiamo è un’ode alla miscelazione di qualità che ha come obiettivo quello di far scoprire agli ospiti l’arte del bere, poco ma bene e responsabilmente, celebrando la storia della città e delle sponde del nostro lago”.

30 LOCATION SPECIALI

Anche quest anno sono quasi 30 le location coinvolte, partendo dai grandi hotel del lago: da Villa d’Este al Mandarin Oriental, Lago di Como, dal Grand Hotel di Tremezzo a quello Imperiale di Moltrasio, passando per lo storico Villa Serbelloni di Bellagio, fino a Il Sereno e Filario sulla sponda di levante. E poi l’Hilton, lo Sheraton Lake Como, gli storici street e restaurant cocktail bar della città murata, cuore pulsante della movida comasca, e un’attesissima new entry di questa estate, il nuovo Mor Lake Como, il luxury beach club ultimo acquisto del gruppo Omnam, incastonato sulla riva di ponente della Tremezzina.

IL CINEMA IN UN COCKTAIL

Il cinema è il tema guida che i bartender dovranno seguire per realizzare il proprio Signature Cocktail in edizione limitata, abbinato a un piatto, un finger food, un canapè dolce o salato realizzato dallo chef. Così anche il cinema diventa una storytelling di incantevoli scorci del lago manzoniano, riletti in cocktail che accompagneranno gli ospiti in un tour alla scoperta dei luoghi di celebri pellicole.

I partecipanti si sono ispirati ai luoghi delle riprese di diversi film: The Pleasure Garden (1975) di Hitchcock, a Villa Balbianello, in cui Martin Campbell, regista di Casinò Royale (2006), incornicia il bacio tra Eva Green e Daniel Craig, stessa location scelta da George Lucas nel 2002 per ambientare la residenza-rifugio della senatrice Padmé Amidala in Star Wars, Episodio II, L’attacco dei cloni e, poi ancora, luogo di villeggiatura di Vanessa Redgrave, Miss Bentley nel film Un mese al lago (1995) con la regia di John Irvin.

E poi ci sono Danny e Tess Ocean (al secolo George Clooney e Julia Roberts) che, in Ocean’s Twelve (2004), fanno visita al ladro rivale Night Fox (Vincent Cassel) nella sua magnifica Villa Erba di Cernobbio, nonché la famiglia Gucci, protagonista del film di Ridley Scott House of Gucci (2021), che vede Villa Balbiano principale set della saga. Non mancano capolavori d’antan come Rocco e i suoi fratelli, film drammatico di Luchino Visconti del 1960, che trasforma Bellagio e il mitico Grand Hotel Bretagne in nido d’amore dei protagonisti.

Isabella Radaelli

Giornalista gourmet e viaggiatrice, ha trasformato le passioni per il cibo, il vino e i viaggi in un lavoro. Collabora per diverse riviste e giornali nel settore dell’enogastronomia, del turismo, del benessere e dell'hôtellerie. Quando è all’aeroporto si sente già in vacanza e quando intraprende un nuovo viaggio si entusiasma come fosse il primo. Il viaggio per lei è a 360° e attraversa non solo i Paesi, ma tocca la cucina, le persone, le albe e i tramonti. Adora uscire a cena e andare alla scoperta di nuovi locali. Quando si deve sedere in un ristorante o in qualunque altro luogo, non sceglierà mai un posto a caso, perché segue le regole del Feng Shui. Ha pubblicato due libri: “Emozioni” una raccolta di poesie e “Tutti i segreti del Tortello Cremasco – Non c’è la zucca!”.