Oltre 120 giovani e 43 progetti per promuovere il turismo in Italia

Oltre 120 giovani e 43 progetti per promuovere il turismo in Italia

Scritto da Giuseppina Serafino on . Postato in Travel Operator

Tutti costoro si sono cimentati con passione e creatività per dare un proprio contributo al rilancio dell’hospitality, dando vita alla miglior Customer Experience.

Milano, Italia.
Un laboratorio di idee rivolto ai giovani è stato lanciato prima del lockdow ed ora si rivela molto utile per supportare uno dei settori più colpiti dall’emergenza Coronavirus, quello dell’ospitalità che ha visto svanire circa 26 miliardi di ricavi nell’arco di 100 giorni. Proprio in questo scenario si sono sfidati 120 giovani nel nuovo contest Big You Up! Ideato da CFMT– Centro di Formazione Management del terziario, in collaborazione con Confcommercio e Manageritalia- con il patrocinio di BWH Hotel Group-Best Western, del Gruppo Alpitour e del Gruppo Gattinoni. Le iscrizioni, aperte nello scorso febbraio, si sono concluse il 29 marzo, registrando un numero di adesioni che ha superato le aspettative: 89 donne e 36 uomini, con un’età compresa fra i 19 e i 29 anni, provenienti da 19 differenti regioni.

Tutti costoro si sono cimentati con passione e creatività per dare un proprio contributo al rilancio dell’hospitality, dando vita alla miglior Customer Experience. Dalle idee legate alla personalizzazione dell’esperienza di acquisto alla comunicazione multicanale, dal digital a nuove soluzioni di vendita tramite innovativi tool, fino alla creazione di un vero e proprio network per la condivisione di esperienze. Le proposte presentate per incentivare i viaggi nel nostro Paese possono essere classificate in quattro macro aree: i servizi per la domanda turistica, che comprendono itinerari di viaggio ed esperienze, guide fisiche o digitali, gamification e tour virtuali in realtà aumentata; i servizi dedicati all’offerta turistica, come software di prenotazione, piattaforme per la gestione del cliente e strumenti per l’analisi del big data; la community, per la quale sono state pensate piattaforme per lo scambio e la condivisione di opinioni, suggerimenti e confronti con altri viaggiatori; ed infine, le strutture ricettive, che hanno contemplato ostelli, B& B, alberghi e lidi. Tutti gli elaborati pervenuti saranno valutati dallo Staff di Big You Up! e da una giuria d’eccezione, composta da importanti player del settore: BWH Hotel Group- Best Western, Gruppo Alpitour, Gruppo Gattinoni e da Giorgio Palmucci, Presidente Enit Agenzia Nazionale del Turismo e Paolo Baccolo, Direttore generale di Explora la Destination Management Organization (DMO) di Regione Lombardia.

I 10 progetti più innovativi verranno presentati dai finalisti durante l’evento di premiazione e le tre migliori proposte riceveranno un riconoscimento economico da investire in attività formative o di consulenza per la realizzazione di un’idea imprenditoriale.

“Sposiamo Big You Up! Perché crediamo nel valore della formazione– ha affermato Giovanna Manzi CEO BWH Hotel Goup ItaliaPensiamo che coltivare i giovani talenti sia inderogabile perché rappresentano lo spirito del tempo, sono creativi e aspirano alla costante innovazione tecnologica”.

Elena Andreotti, ufficio Risorse Umane del Gruppo Gattinoni, ha dichiarato: “A nome del gruppo Gattinoni, siamo molto contenti di prendere parte a questo progetto realizzato da CFMT; con cui collaboriamo da anni. Sarà un’esperienza che non solo arricchirà i partecipanti, ma anche noi come azienda, sempre pronta alla ricerca di nuovi stimoli, idee e progettualità che punta sempre all’avanguardia”.

Giuseppina Serafino

Giuseppina Serafino

Tutto è nato per caso…dai viaggi d’infanzia al Sud, da quell’osservare il mondo dal finestrino di un treno, che procurava un senso di pienezza e di libertà. E poi...la passione per la bicicletta e il cicloturismo, la scrittura, da letterata a giornalista; la musica come una sorta di azione terapeutica, per il cuore prima ancora che per la mente. In seguito sono sopraggiunti il cinema e il trekking, come metafora di un obiettivo da raggiungere in un perenne viaggio sempre da costruire. Sì, i viaggi,in stile low cost e “fai da me”. Una vita forse frenetica, ma inebriante… sia pure, a modo mio!