NATALE A COPENAGHEN : HYGGHE E TRADIZIONE

Scritto da Redazione on . Postato in Mercatini di Natale

boconcept-christmas-dangleterre
Copenaghen, Danimarca.

Il calore della famiglia, i pranzi infiniti, le cene lunghissime, le tradizioni. Una parola: hygge.

Termine usato dai danesi per rendere l’idea di quell’intimità dello stare insieme e condividere bei momenti, hygge significa anche inizio. Sì, quello delle feste. Il Natale danese comincia a novembre quando la Carlsberg lancia la Julebyrg, la birra natalizia, durante il J-day il primo venerdi del mese per poi entrare nel vivo del periodo delle feste con l’apertura dei mercatini il 19 novembre.

Giardini di Tivoli, 19 novembre – 31 dicembre 2016.
Ancora più suggestivo, ancora più magico, uno dei parchi divertimento più antichi d’Europa durante il periodo natalizio è un vero tripudio di luci e prelibatezze gastronomiche. Il parco è addobbato con negozietti, chalets e bancarelle dai mille color dove, tra un regalo e l’altro, ci si può concedere un piccolo break assaggiando il rosso vino caldo dai toni speziati, il Glogg, insieme con paste zuccherate e ripiene di marmellata. Come ogni anno poi il 15 novembre, alla Glassalen, va in scena il Crazy Christmas Cabaret Show che per il 2016 ha preparato uno spettacolo dal titolo Shakin’ Up Sherwood, perfetto per grandi e piccini. Dal 1 al 30 dicembre invece, nel bellissimo teatro di Tivoli, tutù, scarpette da punta e scenografie di Margrethe II rappresenteranno Lo Schiaccianoci con le incantevoli musiche di Tchaikovsky.

Nyhavn, 15 novembre – 22 dicembre 2016.
Casa per anni di Hans Christian Andersen, Nyhavn è uno dei quartieri più suggestivi della città. Scenario da togliere il fiato a qualsiasi ora del giorno dove la luce cambia i toni delle case variopinte, del riflesso del canale e delle barche ancorate tale da creare quell’atmosfera romantica, malinconica e sognatrice che tanto aleggia nei caffè e nei bar lungo le due sponde. Nel periodo natalizio, i mercatini di natale donano a Nyhavn una certa fanciullezza mista ad intimità e calore umano che riempiono di gioia le lunghe passeggiate alla ricerca del pensiero perfetto da mettere sotto l’albero.

Christiania, dicembre ( date da confermare ).
Proclamata nel 1971 come città libera e indipendente dai colonizzatori squatters che ancora la abitano, Christiania è un quartiere pittoresco e colorato, controverso e alternativo dove magazzini, baracche, street art, bar, ristoranti e caffetterie si distinguono per carattere e unicità così come i mercatini che, durante il mese di dicembre, animano ancora di più questo pazzesco quartiere tanto amato e tanto criticato. Particolare, con una marcia in più, artigianale e tradizionale, il mercatino natalizio di Christiania abbatte qualsiasi pregiudizio, anche quello dei più bigotti. Provare per credere.

Meatpacking district, 5-6 dicembre e 19-20 dicembre 2016.
Trendy, cool, tra l’hipster e il radical chic, Meatpacking district è uno dei quartieri più cool della capitale. Illuminato da insegne anni ’70 e quell’atmosfera un po’ scruffy, quest’anno inaugura il suo primo mercatino di Natale dove si possono trovare oggetti di design minimale e di sapiente manifattura danese, piatti tipici e, se date un’occhiata verso il basso, qualche pantalone risvoltato di troppo.

Hojbro Plads, 18 novembre – 23 dicembre 2016.
Intramontabile, immancabile, un evergreen di Copenaghen, il mercatino di Hojbro Plads è tradizione pura. Bancarelle e chalets storici portano indietro nel tempo ma dove il tempo improvvisamente si ferma lasciando spazio all’immaginazione che porta per qualche momento all’incantevole e commovente favola dello Schiaccianoci tra bastoncini di zucchero, soldatini di legno e biscotti allo zenzero.

Info: Infodenmark.com

Camilla Castellani