Nahaze, la giovane artista italo inglese, pubblica “Future”

Nahaze, la giovane artista italo inglese, pubblica “Future”

Scritto da Delmira Patrizia Quintana on . Postato in cinema

A poco meno di due mesi dall’uscita del suo ultimo singolo “Wasted”, Nahaze, la giovane artista italo inglese, pubblica “Future” (Elektra Records / Warner Music italia), con lo speciale feat. di Free Monkeys.

Milano, Italia.
Viene da una famiglia amante della musica la giovane Nahaze, dove le note musicali hanno profondamente coinvolto la sua grande passione, fino ad accompagnarla ad intraprendere la carriera di cantante e autrice.

Raggiante la dichiarazione di Nahaze nel suo ultimo singolo
“Future è un inno alla libertà. L’ho scritto in un momento in cui ho potuto affidarmi al presente e lasciar scorrere il futuro. Vorrei che il suo ascolto riuscisse a liberare le persone dai pensieri, riconciliandole con loro stesse. Il ritornello farà ballare chiunque senta la necessità di uscire dalla propria gabbia. Per me è come la festa che segue un traguardo, ma anche il desiderio di lasciarsi andare e godersi il presente, presentando me stessa senza catene. Mi rendo conto della possibilità che mi è stata data e non ho intenzione di sprecarla”.

UN PROGETTO CREATO DA TRE PRODUTTORI ITALIANI
Il brano vede la partecipazione di Free Monkeys, un progetto creato da tre produttori italiani, nati e cresciuti professionalmente in diverse realtà sia geografiche che artistiche. La costante ricerca di innovative e differenti sonorità, la mescolanza tra suoni elettronici e strumenti tradizionali del collettivo si fonde con la versatilità di Nahaze dando vita a un inedito dall’impronta dance-elettronica.

I NUMERI DI UN SUCCESSO
Future” è il suo terzo brano per Elektra Records, che arriva dopo un esordio importante con il suo singolo “Carillon”, in collaborazione con Achille Lauro e Boss Doms, che ha scalato subito i vertici delle classifiche: al n. 2 della viral di Spotify, al n.2 di Shazam, in top 50 su Spotify, in top 20 nella classifica radiofonica, più di 8,5 milioni di streaming, 5 milioni di visualizzazioni su YouTube. Questi sono solo alcuni dei numeri di un successo che ha conquistato subito pubblico e critica e che le hanno consentito di essere riconosciutada tutti gli esperti del settore come la vera rivelazione del 2019-2020, oltre ad essere paragonata ad artisti di fama mondiale come Billie Eilish. In seguito, Nahaze pubblica una nuova versione di questa brano “Carillon (remix)”, interamente rivisitata da lei, donandole una veste completamente nuova. Il 29 maggio è uscito “Wasted” un brano che riporta il suo immaginario strettamente legato ai paesaggi di Gloucester, dove Nahaze trascorreva le sue estati con la nonna materna inglese Hazel, da cui ha preso il nome d’arte, fondendolo al suo primo nome, Nathalie. I colori dell’Inghilterra e le sue atmosfere raccontano una realtà che fa parte di Nahaze e che inevitabilmente traspare nei suoi pezzi.

LA SCOPERTA DI ANGELO CALCULLI
Nahaze, vissuta da sempre in una famiglia amante della musica, ha avuto la possibilità di vivere appieno la sua passione, fino a decidere di intraprendere la carriera di cantante e autrice. Scoperta dal Manager Angelo Calculli, folgorato dal brano “Carillon”, frutto della collaborazione con giovanissimi artisti materani, ha immediatamente creduto in lei, fino a portarla all’attenzione di Marco Alboni, Presidente di Warner Music Italia. A dicembre scorso l’artista ha pubblicato “Carillon” per Elektra Records un brano che vanta la collaborazione con Achille Lauro e Boss Doms, i quali hanno rivisitato il brano originale, ottenendo un ottimo riscontro da pubblico e critica. Colpito dall’intero repertorio artistico di Nahaze, Angelo Calculli la accompagna nel successo che culminerà ad ottobre con l’uscita di un nuovo inedito.

Link Ufficiali Nahaze
https://www.instagram.com/nahaze/

Link Ufficiali Free Monkeys
www.facebook.com/FreeMonkeysOff
www.instagram.com/freemonkeysofficial

Delmira Patrizia Quintana

Delmira Patrizia Quintana

Sono una sognatrice compulsiva e dopo varie fasi della vita un po’ sconclusionate ho deciso di fare tesoro delle mie esperienze tra cui quattro anni a Barcellona: ho tirato fuori dal cassetto carta e penna e ho ricominciato a scrivere come quando ero bambina. Tanti i lati positivi tra cui l’unica maniera di esprimere il mio essere con il vezzo di chiudere il cielo in una stanza!